Sbaglio io ma perché?

Inviata da Marta · 19 giu 2017 Terapia di coppia

Ho quarant'anni. Dopo una lunga, e direi sana, relazione a distanza (la prima) durata dieci anni (17-27), non ho più avuto storie 'normali'. Erano sempre a distanza, ma questa volta non geografica: uno aveva un'altra (non lo sapevo all'inizio e una volta saputo è proseguita una sorta di ambigua e troppo lunga amicizia amorosa), il successivo scappava dal suo cane in altra città appena poteva. Poi finalmente trovo un uomo che mi vuole davvero (o così sembrava), dopo sei mesi siamo andati a convivere e poi lui ha trovato lavoro in altra città e si è disinnamorato (se mai lo è stato, probabilmente sono stata la reazione alla fine della sua precedente relazione finita dopo 12 anni). Dopo un anno dalla convivenza abbiamo chiuso. All'inizio è stato un sollievo, perché avevamo caratteri, abitudini, desideri troppo diversi (ad esempio era ateo e non accettava che io ammettessi l'idea dell'esistenza di Dio). Eppure una parte di me per quasi un anno ha sperato che le cose si aggiustassero: bastava, a mio parere, che lui mi venisse un po' incontro (io l'ho fatto, probabimente sbagliando: se io accettavo ad esempio che lui fosse ateo, perché lui non poteva ammettere che io non lo fossi visto che non lo costringevo a fa nulla?). Ma lui non era in grado. E ora che realizzo che anche questo straccio di storia è finito ho il magone, ogni tanto (due settimane/un mese) gli mando messaggi cui lui non risponde più. E so che è inutile e che sbaglio e che dovrei aspirare a qualcosa di meglio, ma ormai il tempo delle mele è finito. E mandare un messaggino ogni tanto mi lenisce un po' il dolore che so provenire da altro: non possono essere loro tutti sbagliati, sono sbagliata io! Ma non so in cosa (forse nel mio senso di inadeguatezza, o nel sentire che l'amore va guadagnato anche se dovrebbe essere gratuito, o nel temere di non riuscire ad amare toto corde?) nè come cambiare. Non mi basta che mi si dica che devo valorizzarmi e volermi più bene. Forse è proprio il non riuscire ad accettare che lui non mi voglia bene a non farmi desistere. Superbia? Orgoglio? Disperazione? Il punto è che non pretenderei nemmeno di tornare indietro, mi basterebbe che mi volesse abbastanza bene da rispondermi quando gli chiedo se per lui è davvero finita. Non mi dice mai di sì, invece io avrei bisogno di sentirmelo dire (credo) e non di aggrapparmi alla falsa speranza della reticenza. Ma poi, anche tornasse, lo vorrei davvero? Aiuto!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 GIU 2017

Buongiorno Marta,
sembra quasi che la sua vita non sia degna di essere vissuta se non è presente una relazione con un uomo, preferibilmente di coppia. Ma lei ha anche altri amici/amiche? Ci sono anche altre cose che le piacciono? Ha provato a vedere se possono esserci anche altri modi di dare un senso alla sua esistenza? La sua vita non potrebbe essere degna di essere vissuta anche se non ha un uomo che l’ama o anche se è da sola o in compagnia di semplici amici? Se può stare bene anche solo con se stessa insomma. Forse se potesse esplorare anche questi spazi di esistenza, magari facendosi aiutare da qualcuno, è possibile che anche il resto della sua vita, quella che finora l’ha fatta soffrire, possa acquistare un altro significato.
Un cordiale saluto.

Dott. Gabriele Andreoli
Psicologo psicoterapeuta

Dott. Gabriele Andreoli Psicologo a Isola della Scala

22 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte