Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Salvare la mia storia con lui o lasciarlo? Aiuto sono confusa!

Inviata da Angela Maria il 17 dic 2018 Terapia di coppia

Spero possiate aiutarmi a risolvere questa "questione di cuore" perché sono confusa e non so che mi succede e come reagire. Vi spiego: sono fidanzata da 5 anni e ho vissuto sempre abbastanza serenamente la mia storia con lui finché un anno e mezzo fa lui si è trasferito in un'altra città per motivi di studio e forse vedendoci di meno le cose sono cambiate. In questo periodo ha vissuto in un appartamento senza coinquilini in modo da concentrarsi sullo studio, ma la solitudine non gli ha fatto bene. Credo sia diventato tipo depresso, atteggiamento che lo ha portato a non uscire mai neanche per le vacanze estive, noi ci vedevamo solo una volta a settimana e lui voleva restare sempre a casa sua (non abbiamo visto alcuni nostri amici per quasi un anno). Poi ha avuto un esaurimento nervoso perché dopo aver studiato tanti mesi non è riuscito a passare un esame e da quell'episodio, avvenuto 3 mesi fa, non ha fatto altro che lamentarsi del fatto che ormai non riesce più a studiare, che vorrebbe abbandonare l'università o cambiare facoltà (ma gli manca solo un esame). Qualsiasi cosa io gli dica lui rimane del suo parere e continua a lamentarsi, oppure si propone di cambiare atteggiamento ma qualche giorno dopo ricomincia a dire le stesse cose. Forse questo suo atteggiamento (insieme ad altri episodi) mi ha fatto allontanare da lui. Io mi sento in colpa perché so che lui sta soffrendo e io non so come aiutarlo, ma dall'altro lato sono arrabbiata con lui perché non mi ha ascoltata quando gli ho detto di staccare dallo studio e farci una vacanza, per avermi trascurata e, aggiungo, perché non facciamo mai nulla con i miei amici: se si esce o solo noi due o con chi dice lui e quando dice lui (questo anche prima di questo periodo). Senza contare che negli anni scorsi parlavamo di sposarci un giorno e di avere una famiglia, cosa di cui adesso non ne vuole proprio sentir parlare, ma alla fine neanche io sono più sicura di un nostro futuro. A volte penso di lasciarlo, penso a come sarebbe la mia vita senza di lui o con altri uomini, ma poi mi sento in colpa perché non mi ha mai trattata male e mi dice sempre "non ti lascerò mai, tu non lasciarmi mai" e mi sento malissimo al pensiero di lasciarlo in questo suo momento di difficoltà. Seppure ultimamente sembra che stia cambiando atteggiamento e si sforza di uscire un po' più spesso, io continuo ad avercela con lui, ad essere infelice e confusa sui miei sentimenti, a volte mi sento tipo come se fossi apatica. Cosa devo fare? Perché sento di dovermi allontanare da lui? Dovrei stargli vicino invece quando sta male vorrei fuggire. Io mi sento di volergli molto bene ma a volte mi capita di vedere il nostro rapporto come quello di due amici..perché? Aiutatemi!!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno, comprendo la situazione e mi rendo conto del suo disagio, ma davvero lei può fare molto poco per aiutare il suo ragazzo. Di sicuro lui dovrebbe rivolgersi ad un professionista per farsi aiutare e lei non deve sentirsi in colpa per i suoi problemi. Provi a liberarsi dal senso di colpa e riuscirà a comprendere più facilmente i suoi veri sentimenti nei confronti del suo fidanzato. L'unico aiuto che può dargli è di consigliargli di rivolgersi ad un professionista. Le problematiche del suo ragazzo non devono rendere difficile la sua vita. Si concentri su sé stessa e su quello che veramente desidera., senza pensare di dover "salvare" il suo ragazzo. Non è questo il suo compito e ruolo., mi creda. Le faccio tanti auguri.

Dottoressa Noccioli Daniela Psicologo a Cascina

79 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Angela,
la vostra relazione, anche se lei dice che i primi anni andava bene, secondo me non è mai stata molto appagante. Anche prima che il suo fidanzato iniziasse a stare male uscivate dietro suo comando. Adesso lui è molto cambiato, si è chiuso in sé in maniera molto autodistruttiva. Lei appare confusa, trascinata dalle opposte tendenze ora a lasciarlo, ora a rimanergli vicino in questo momento di difficoltà.
Le consiglio qualche seduta con uno psicologo della sua zona o lontano ma che usi Skype al fine di far chiarezza dentro di sé e capire in che direzione andare.
MI faccia pure qualche domanda se ne ha bisogno.

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

714 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte