Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

riusciro' ad innammorarmi?

Inviata da soloo84 il 16 mag 2017 Terapia di coppia

Salve sono un ragazzo di 33 anni;vorrei esporre Una problematica che non riesco piu' a reprimere.Nell'arco della Mia crescita dall'adolescenza fino alla vita adulta ho riscontrato un progressivo calo del desiderio sessuale e dell'attrazione fisica verso il sesso opposto.Mi rendo conto di non essere piu' la persona che ero quando avevo 20 anni.Premetto che per questioni caratteriali e di bassa autostima ho sempre avuto problematiche nel relazionarmi con una donna.Sono stato fidanzato solo una volta per circa un anno ma mai realmente innammorato,se non di un'amica con cui ho fallito un tentativo di rapporto sessuale.E' inutile dire che questa cosa mi ha profondamente turbato perche' amavo molto questa persona.Aggiungo che oltre alla totale assenza di rapporti sessuali in questi anni ho utilizzato frequentemente la pornografia online come valvola di sfogo per compensare le frustrazioni personali o semplicemente per placare l'ansia legata alla vita quotidiana.Le difficolta' sul lavoro e lo stare spesso a casa hanno peggiorato la situazione.Se quando avevo 20anni riuscivo a masturbarmi pensando a una ragazza che avevo visto in giro e provavo attrazione alla semplice vista,ora a 33 non riesco piu' a provare nulla,come se mi avessero anestetizzato;riesco a masturbarmi solo fruendo di materiale porno ma lo faccio solo per sfogo momentaneo;dedico solo pochi minuti al giorno,non sono mai stato un pornodipendente assiduo e pertanto non ho mai dato peso al problema.Ora purtroppo la disperazione mi ha portato a reprimere il problema giungendo quasi alla rassegnazione,ossia che con quasi assoluta certezza difficilmente avro' rapporti con una donna reale,o riusciro' ad innamorarmene perche' e' come se il mio cervello fosse cambiato;si fosse adattato a quel tipo di stimolazione sensoriale data dalla fruizione del porno.Ho letto che il porno puo' causare danni a livello cerebrale.Questa cosa mi ha gettato nella disperazione che coltivo quotidianamente in segreto,perche' so che si parla di qualcosa di irreversibile.Vorrei tornare a provare le emozioni che avevo una decina di anni fa ma so che quella era un'altra persona.Ho anche pensato che fosse un problema di natura organica legato ad un abbassamento dei livelli ormonali e vorrei fare degli esami per escluderlo,ma la fruizione di porno in questi anni mi porta a pensare che non sia quella la causa.Dato per scontato che ormai vivo nella rassegnazione e che provo piacere solo nel lavoro quotidiano che purtroppo risulta anch'esso precario e nelle uscite con amici,vorrei capire se tornero' mai piu' quello che ero una volta;una persona con delle problematiche caratteriali ma capace di innammorarsi o se devo rassegnarmi all'idea che moriro' come sono ora,sessualmente anestetizzato come se non avessi piu' ormoni in circolo.Non ho piu' erezioni mattutine ormai da anni.E' inutile dire che questa situazione mi rende infelice e non sento neanche l'esigenza di avere una storia perche' so che non potrebbe avere mai inizio data la mia incapacita' di provare sentimenti e sapendo che sarebbe un fallimento nell'atto sessuale;sono arrivato a reprimere il sesso considerandolo come un qualcosa di superfluo e pensando esclusivamente alla realizzazione professionale come se fosse un qualcosa di compensatorio che placasse la mia frustazione affettiva.Ma mi rendo conto che e' solo un illusione.Attendo gentilmente risposte in merito al mio caso.Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Soloo84,
innanzi tutto vorrei darle qualche buona notizia: la prima è che il fatto che lei in passato riuscisse a innamorarsi e provare sentimenti è un buon segnale, per il fatto che se ci riusciva in passato, significa che potrá tornare a riuscirci presto.
La seconda buona notizia è che i dati che ha trovato riguardo alla pornografia e danni cerebrali sono dati controversi e non verificati, per cui le suggerisco di non darci peso e di fare attenzione alle fonti sulle quali trova notizie del genere e all'attendibilitá di tali fonti.
Premesso ció, è possibile ipotizzare che il fallimento nel rapporto sessuale con quella ragazza tempo fa potrebbe essere collegato con questo suo blocco e sensazione di non provare nulla oggi. Il non provare nulla oggi potrebbe essere un modo che lei ha per difendersi dalla paura di fallire nuovamente. Queste ipotesi andrebbero comunque approfondite e verificate con uno psicologo.
I miei suggerimenti sono quelli di ricordarsi che qualche rapporto sessuale che non va in porto come si vorrebbe capita a tutti e bisogna che lei impari a non dare troppo peso a questo fallimento. Le consiglio di parlare con uno/a psicologo/a, preferibilmente che sia anche esperto di sessuologia, con l'obiettivo di comprendere che senso ha questo fallimento per lei e imparare ad affrancarsi da tale fallimento.
Una volta che avrá imparato a considerare diversamente il fallimento probabilmente riprenderá la sua capacitá di amare e di avere delle relazioni soddisfacenti, sotto tutti i punti di vista.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2159 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile soloo84,
dalle sue parole si sente una profondo senso di smarrimento, confusione e spavento. Ma è percepibile anche la sua intelligenza, curiosità e desiderio di "sbrogliare la matassa". Non è un "caso perso", nessuno lo è finché non sceglie più o meno consciamente di esserlo. Quindi trovi un buon professionista psicoterapeuta, si fidi del suo istinto nella scelta e si metta a lavorare per comprendere cosa sta succedendo.

Studio dott. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

365 Risposte

133 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro solloo84,
la sua mail ha rimandato in me sensazion di confusione e contraddittorietà. Lei dice di non essersi mai innamorato (anche quando è stato fidanzato non provava non parla di amore); dice di non avere impulsi sessuali, però poi si masturba davanti ad un filamto porno...Credo che sia importante per lei fare chiarezza su quali sono le sue domande e cosa in questo momento della sua vita vorrebbe. Le consiglio di contattare un terapeuta della sua zona che sicuramente saprà aiutarla.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

410 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao soloo84,
la tua frustrazione è comprensibile, visti i molteplici dubbi sarebbe opportuno cercar o meno conferme nella realtà, ti inviterei quindi a sottoporti ad esami organici medici per comprendere se dal punto fisico tu sia in salute... al pari mi fermerei a riflettere sull'ansia che ha ccompagnat i rapporti, sul turrbamento vissuto per il rapporto fallito con la tua amica... cosa intendi per innamorarsi? cosa desideri?
inoltre, il ricorso al porno è normale nel momento in cui non si hanno relazioni stabili che diano soddisfazione...
non ti arrendere, anzi persevera, cerca di comprendere cosa puoi fare per cambiare questa situazione, sono certa che un sostegno psicologico potrà esserti d'aiuto....
Saluti

Dott.ssa Eleonora de Gaetani Psicologo a Ugento

20 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo, conosco bene il suo disturbo.
Lei si è costruito una prigione dorata dalla quale non riesce più ad uscire. La pornografia online può portare esattamente dove si trova lei. La dipendenza da pornografia si struttura come una compulsione basata sul piacere. La pornografia online e l’accesso a esperienze sessuali a buon mercato è una delle cause per cui il disturbo è in crescita. L’accesso al piacere erotico ha le sue condizioni nell’arco di vita dell’individuo e le occasioni per avere esperienze di piacere sessuale sono legate a attività di contatto sociale come la competizione tra rivali, il corteggiamento, e il mantenimento di una relazione. Il sesso via internet è invece vissuto in una dimensione autonoma e anche quando coinvolge altre persone è pur sempre relegato nell’ambito della virtualità e dell’anonimato. Le pratiche masturbatorie associate alle stimolazioni visive prodotte dal materiale pornografico costituiscono un surrogato delle esperienze sessuali che, se vissuto occasionalmente o magari in coppia, può far contribuire agli appetiti e alle fantasie erotiche che vivacizzano il sesso tra partner. Se vissute in isolamento e in modo ripetitivo possono diventare compulsioni irrinunciabili. Come per le altre compulsioni basate sul piacere la trasgressività e la ricerca di sensazioni sempre più forti sono importanti fattori di mantenimento del disturbo.
Il bisogno di condurre le pratiche di piacere ritualizzato diventa sempre più forte e invalidante fino a pervadere l’intera vita della persona, occupare tutto il tempo e portare al ritiro sociale. Il cervello è plastico e così come si formano determinate tendenze compulsive si possono anche smontare. Il trattamento di questo disturbo necessita un aiuto specifico, non generico. In ogni caso, se riesce, deve eliminare completamente la pornografia online e la masturbazione. Piano piano si riattiveranno i naturali interessi e comportamenti verso l'altro sesso. Se non riesce e il suo rito piacevole personale è diventato irrinunciabile deve venire in trattamento da un professionista.
Cari saluti
Dott. Andrea Bottai - Firenze

Dott. Andrea Bottai Psicologo a Firenze

22 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte