Riusciro' a superare questo periodo?

Inviata da Rosanna notarnicola · 31 ott 2018 Elaborazione del lutto

Sono sola...ho avuto tanta forza per affrontare la malattia di mia madre e anche la consapevolezza che un giorno sarebbe andata via per sempre .ora pero' a distanza di nemmeno un mese mi ritrovo ,avverto un malessere forte dell' anima,sto male mi manca ,so anche che è normale quello che non è normale per me è che nel lavoro tra i vicini...... e parenti ...si sia perso ogni sentimento valore ..come se tutto fosse normale superabile al di la delle condoglianze...mi da tanta tristezza -

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 NOV 2018

Gentile Rosanna, il lutto è un periodo molto intenso, particolare e personale. Ed è normale che lei ora abbia una sensibilità tale da notare e riflettere molto su determinati atteggiamenti altrui. Questo periodo passerà ma adesso questa tristezza serve a darle il tempo di ricompattarsi e riprendere le forze per riprendere in mano la sua vita. Le auguro Buona fortuna.

Dott.ssa Graziella Pisano, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Frattamaggiore (NA).

Dott.ssa Graziella Pisano Psicologo a Frattamaggiore

138 Risposte

3792 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2018

Buongiorno Sig.ra Rosanna, ciò che Lei descrive è il senso di vuoto che un caregiver (cioè una persona che assiste fino alla morte un caro) prova con il decesso della persona malata. Interviene, poi, il lutto e la sua necessaria elaborazione affinchè la persona (ex-caregiver) riprenda in mano la sua vita. Le consiglio di contattare un terapeuta della sua zona.
Cordiali saluti,
Dott.ssa AMR Masin, Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Masin Anna Maria Rita Psicologo a Cerveteri

74 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2018

Cara Rosanna, prima di tutto accetta le mie più sentite condoglianze.
La perdita della Mamma è un lutto profondissimo che chiede tempo per poter essere elaborato.
Le emozioni che provi, il senso di chiusura in se stessi, sono parte di questo lavoro conscio e inconscio di lutto.
Se senti che è troppo duro, che soffri troppo. potrà esserTi di grande aiuto parlarne con un bravo psicoterapeuta.
Resto a Tua disposizione e Ti saluto con cordialità e amicizia.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

753 Risposte

469 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2018

Cara Rosanna,
sono dispiaciuta per la sua perdita. In questo momento credo lei sia una miscela di emozioni che vanno dalla tristezza alla rabbia fino alla paura. Si dia il permesso di sentirsi così, si dia il tempo di elaborare il lutto. Un mese non basta per sentirsi meglio anche se andrebbe meglio indagato il rapporto fra lei e sua madre. Semmai il malessere dovesse eccessivamente prolungarsi allora dovrà scegliere di farsi dare una mano.
Per qualsiasi cosa resto disponibile.
Dott. Cantone

Dott.ssa Cantone Stefania Psicologo a Casavatore

51 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2018

Carissima, sicuramente non deve essere facile per lei. È stata vicina a sua madre ha combattuto con lei e la battagli l'aiutava a star su. Ora la battaglia è finita. Si prenda tempo, guardi senza paura alle sue emozioni e ai suoi sentimenti, gli accetti e accetti il suo disagio con serenità. Sarà la prima strada per uscirne.
Resto a disposizione.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

667 Risposte

315 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2018

Gentile Rosanna,
il suo stato d'animo e le emozioni che la pervadono sono più che comprensibili.
Infatti il suo lutto è ancora troppo recente e richiede molto più di un mese per essere elaborato soprattutto se lei non ha frastelli, sorelle o amici intimi con cui parlare di ciò che la turba e con cui condividere il dolore per questa perdita.
Tuttavia, ognuno reagisce in maniera individuale di fronte al tema della morte dei propri cari e relativo lutto per cui anche in questo caso lei potrebbe non sentirsi ascoltata e capita relativamente al suo bisogno.
Per tale motivo, qualora il suo malessere fosse tanto grande da interferire significativamente sulle sue normali attività quotidiane è consigliabile chiedere un sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr.Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21036 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2018

Gentile Rosanna, le sono vicino, anch'io ho avuto una esperienza simile. La rabbia ed il dolore sono normali ed umanissimi. Purtroppo nella nostra cultura, ancora oggi tutto ciò che ruota intorno al tema della morte è un argomento tabù (non mi piace questa parola ma è vero) o comunque da evitare. E' umano che si desideri più sostegno. Però bisogna comprendere anche che il nostro prossimo si trova spesso in difficoltà, manca degli strumenti per parlare apertamente di questo ed anche per affrontare l'argomento a livello personale, se non ha fatto un lungo lavoro in merito. Anche per noi psicologi a volte è difficile essere un buon sostegno. Mi associo alla collega per raqccomandarle di non isolarsi, e di cercare aiuto professionale. Molti hanno trovato sostegno nei cosiddetti gruppi di auto-aiuto o di mutuo aiuto su problemi psicologici. Anche se non sono specifici sul lutto possono esserlo per ansia, depressione e così via. Veda se trova qualcosa nella sua zona. Anche un buon naturopata o omeopata può aiutarla per ansia e depressione.

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1011 Risposte

423 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2018

Buongiorno Rosanna,

Il dolore e perciò il malessere che prova è normale ,anche se la perdita era attesa e lei ha avuto tempo per metabolizzare che prima o poi avrebbe perso sua madre . Dalle sue parole sento molta rabbia, associata anche a dolore, come se in questo momento non si sentisse abbastanza capita da chi ha attorno. La perdita di un genitore, a qualsiasi età, porta sempre dolore e non sempre siamo in grado di affrontare il lutto da soli. Al fine di poterla aiutare sarebbe importante avere maggiori informazioni, ad esempio capire meglio le sue emozioni, in che modo si sente poco capita e come sta affrontando il lutto. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona, l'aiuterà ad affrontare il lutto.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1187 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte