Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ritardo nell'avere primo rapporto sessuale

Inviata da Ilaria il 6 apr 2016 Disfunzione erettile

Buonasera, sono fidanzata da quasi 4 anni con un ragazzo due anni più grande di me.La nostra relazione va tutto sommato bene, ci sono i litigi classici riguardanti le divergenze caratteriali,i rapporti con le rispettive famiglie. Purtroppo io e il mio fidanzato non abbiamo ancora avuto il primo rapporto sessuale. All'inizio lui era molto passionale con me,mi desiderava tanto e spesso ci si lasciava andare all'intimità anche in macchina. Purtroppo poi capitò uno spiacevole episodio mentre eravamo "appartati" e da lì sia io che lui non abbiamo ritenuto più opportuno rifugiarci in auto.
La nostra intimità "limitata" è continuata in posti sicuri,in cui però comunque non siamo riusciti ad avere per nulla un rapporto sessuale. Lui ha un problema di erezione, che appunto non consente il rapporto. Io credo che sia dovuto molto al suo carattere, maturo ma molto problematico, troppo rigido, perfezionista e molto criticone. Questa situazione ha creato attrito tra di noi perché io non mi sono sentita più cercata sessualmente da lui. Io credo che se non ci rechiamo presso un sessuologo non ne usciamo da questa situazione. Cosa mi consigliate?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Ilaria,
mi sembra di capire che prima dello "spiacevole incidente" (in cosa è consistito?) la sessualità andasse bene per ambedue quanto a passione.
Pur tuttavia non c'era stato rapporto con penetrazione.
Dopo "l'incidente", pur non essendo mutate le condizioni in cui lo fate, lui ha delle difficoltà erettili.

Per me, che opero come Sessuologa clinica da molto tempo, sorgono varie domande, che identificano aree di necessario approfondimento.

Nella prima fase, il NON aver rapporti penetrativi:
- è stata una scelta dettata ed es. da motivi religiosi, ecc., e in questo caso da chi dei due?
- oppure è stata un'impossibilità; e per quali motivi?

Nella fase attuale, quali sono le situazioni che vi impediscono di individuare un luogo più adatto al lasciarsi andare?
Applicate una contraccezione sicura?
Qual è il Suo comportamento quando il fidanzato fa cilecca?

Ognuna delle domande suddette individua un'area di possibile causa del problema.
Ma, come vede, mi riferisco alla coppia e non unicamente a chi presenta "il disturbo".

Se dovesse perdurare, una consulenza di persona sarebbe auspicabile!

Dott. C. M. Brunialti
Psicologa europea, Psicoterapeuta, Sessuologa Clinica

Dr.Brunialti, psicoterapeuta, sessuologa, psicologa europea Psicologo a Rovereto

212 Risposte

671 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Ilaria
io penso che il contatto con un sessuologo sia la cosa migliore da fare.
Una relazione di 4 anni è una relazione lunga e non è pensabile che possiate andare avanti in questo modo.
A partire dalla personalità di lui e, forse, anche di lei, e dall'episodio traumatico che è capitato, si è sviluppato e consolidato un blocco .
Far finta di non vedere può solo portare un peggioramento nella situazione.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Ilaria, rimango sempre sorpreso quando ancora (purtroppo), all'interno di una coppia, si cerca (in buona fede, immagino) di dare la responsabilità dei vari problemi ad uno solo dei due. Nel vostro caso, si parte da una base caratteriale rigida e giudicante (molto critico) del suo compagno: ma anche lei avrà una sua personalità, con i suoi pro e contro, con le sue influenze (più o meno dirette) sulla personalità rigida del suo partner, giusto? Insomma, credo sia più utile porre al centro della vostra riflessione le dinamiche di coppia che hanno portato (o potrebbero aver, insieme ad altre causalità) ad una difficoltà di erezione del suo ragazzo (con probabili sensi di colpa connessi) e ad una sofferenza per sentirsi non più cercata come prima, da parte di lei Ilaria. Quindi, in questo caso suggerisco di rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto anche in sessuologia, piuttosto che ad un sessuologo tout court. Questo perché, mi sembra di intuire, che le dinamiche sono ancora più complesse ed ampie di quelle già molto complesse che potrebbero riguardare un disturbo sessuale specifico (per essere più precisi, non credo che basterebbe una terapia mansionale, ovvero con esercizi sessuali da effettuare con il partner, per risolvere il VOSTRO problema.
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

676 Risposte

976 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Ilaria,
probabilmente il fatto che dopo 4 anni non ci sia stato ancora un rapporto sessuale può essere dovuto ad ansia da prestazione, insicurezza o a qualche altra paura soprattutto da parte del tuo fidanzato.
Lo spiacevole incidente capitato quando eravate appartati in macchina può aver contribuito ad aumentare paura ed inibizione già esistenti e non ha certo giovato in tal senso.
Il suggerimento è di parlare con calma al tuo fidanzato sulla opportunità che prenda in considerazione l'idea di una psicoterapia personale.
Se la sua timidezza e rigidità gli impediscono di affrontare tutto ciò da solo, puoi dirgli, in alternativa, che sei disponibile ad affrontare insieme una terapia di coppia onde poter superare questo problema.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18390 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Ilaria, il problema che lei descrive sembra avere due aspetti diversi: uno è quello delle dinamiche che si giocano tra voi due nella coppia, l'altro sembra appartenere alla struttura di personalità del suo ragazzo; perfezionismo, rigidità verso le cose della vita quotidiana hanno spesso alle spalle una struttura di personalità dedita al controllo, controllo che non giova affatto nei momenti dell'intimità sessuale. Tale controllo, infatti, spesso si riversa anche nel momento dell'atto sessuale, con conseguente perdita dell'erezione.
Rivolgersi ad un sessuologo o una psicoterapia di coppia risolverà sicuramente i vostri problemi, prima che si cronicizzino troppo.
A disposizione per ulteriori chiarimenti
Dottoressa Gloria Lo Jacono

Dott.ssa Gloria Lo Jacono Psicoterapeuta Psicologo a Roma

30 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Ilaria, e se a contribuire al problema fossero i contesti in cui cercate intimità?

In fondo quando una pianta sembra non crescere o fiorire, ci si accerta che il terreno in cui si trova sia buono per lei.

Fuor di metafora, mi chiedo se la vostra sessualità fatichi a fiorire perché l'ambiente che scegliete non è quello giusto.

Per capire bene come stanno le cose, ne parli con il suo ragazzo. Una consulenza potrebbe essere d'aiuto: anche il consultorio ne offre alle giovani coppie.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disfunzione erettile

Vedere più psicologi specializzati in Disfunzione erettile

Altre domande su Disfunzione erettile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte