Rimuginio su ansia

Inviata da Cristian · 15 gen 2021

Vi spiego il mio caso. A settembre 2017 comincio una psicoterapia cognitivo comportamentale contro la fobia sociale, nel frattempo inizio anche l'università. Nel giro di 1 anno avevo distrutto questa fobia, ad oggi sono una persona che esce con gli amici senza problemi, vado alle feste senza problemi, ho parlato in pubblico all'università davanti a 80 persone, ho amiche e amici, ho dato i miei primi baci, riesco ad entrare nei negozi senza alcuna ansia, dialogo col parrucchiere, vado (prima della pandemia) in palestra senza alcuna ansia e tanto altro ancora. Questo per farvi capire quanti passi in avanti io abbia fatto, infatti dopo 1 anno (estate 2018) avevo interrotto la psicoterapia in sintonia con la terapeuta perchè, onestamente, mi sentivo soddisfatto visto che ormai avevo imparato a fronteggiare tutte le situazioni ansiogene con successo. In estate 2018 conosco una ragazza che ha ricevuto una diagnosi di narcisista patologica, per due anni mi ha manipolato con tratti di ambivalenza, mi faceva credere di essere pazza di me e poi tornava sempre col suo ex. Senza dilungarmi troppo, questa storia mi aveva scaricato di ogni energia, mi sentivo depresso, ogni volta che poi riuscivo ad allontanarmi stavo benissimo, quindi il problema era ovviamente lei. A marzo 2020 ero ormai privo di ogni energia e interrompo i contatti, il mese di Aprile fu STUPENDO, mi alzavo con energia e voglia di fare. A maggio 2020, dopo che questa ragazza aveva capito che non volevo più essere preso in giro, ha forzato le sue parole e la manipolazione e mi ricontatta dicendomi di essersi innamorata di me e di volermi vedere per baciarmi etc etc. In quel momento io ho percepito un senso di rifiuto e una fortissima ansia al pensare di incontrarla, non riuscivo più a studiare e quindi ho pensato che il problema fossi io perchè ho pensato "Ora mi vuole, se continuo a farmi complessi e a non fidarmi forse il problema sono io e percepisco questo rifiuto perchè sono ancora vergine e ho paura del suo giudizio quindi il problema sono io", in realtà il rifiuto era la causa di 2 anni di ambivalenza e manipolazione perchè quando la conobbi e non mi aveva ancora portato allo stremo delle risorse mentali non avevo assolutamente ansia e il primo bacio l'ho dato a lei senza provare eccessiva ansia. Giorno 3 luglio la vedo, quel giorno ebbi un'ansia eccessiva e vomitai anche, la bacio e 24 ore dopo mi dice che rivuole il suo ragazzo, facendomi cadere dal lato in un tunnel nero visto che pensavo di essere io il problema e di averla baciata male. Detto questo, da quel giorno giuro a me stesso che avrei chiuso questa situazione, quindi la blocco da TUTTI i social e non le rispondo più. Sono passati 6 mesi e 9 giorni, la rottura con lei l'ho superata, non ci penso nemmeno più a lei e quando trova modo di scrivermi da altri numeri riesco oramai a non rispondere. Nel frattempo dopo la rottura con lei sono tornato a vivere e ho dato 4 esami in 15 giorni a settembre laureandomi. L'unico problema è quello che ho scritto prima, a Maggio 2020 quella forte ansia e quel rifiuto che ho provato quando dovevo vederla è come se lo avessi generalizzato a tutte le future uscite con le ragazze e quindi penso "Sarà terribile uscire con le ragazze perchè proverò le stesse sensazioni, non riuscirò mai a fidanzarmi, proverò molta ansia, vomiterò, non sopporterò il rifiuto, baciare bene è difficile, sono ancora vergine quindi sono uno sfigato, ho sensi di inferiorità e non cambierò mai" e mi sembra di avere una montagna davanti da scalare ma questo pensiero non corrisponde alla realtà, infatti dopo questa storia sono pure uscito con una ragazza molto bella e la mia ansia è stata normalissima, gestibile e fisiologica. Il mio primo bacio l'ho dato idem, provando un'ansia normalissima, perchè la terapia cognitivo comportamentale mi ha dato gli strumenti per far fronte a queste situazioni. A Maggio 2020 ho provato ansia eccessiva solamente perchè ormai la relazione con lei era troppo tossica, ambivalente e mi dava sentimenti di inferiorità per ovvi motivi e lei non era la ragazza che volevo visto che non potevo fidarmi. Ecco, il mio unico problema è questo, mi entrano in testa pensieri di dubbi riguardo le mie possibilità di riuscire a trovare una ragazza, a fare sesso per la prima volta etc etc a cui devo dare una risposta a cui segue poi una nuova problematica. Rimuginio, che mi occupa molto la mattina, mi trovo a fare ricerche sul disturbo evitante di personalità e trovare rassicurazioni sul fatto che io non lo abbia, nonostante sia palese non essendomi nemmeno stato diagnosticato. Per il resto da quando sono uscito da questa situazione sono felice e ho tanti obiettivi per il mio futuro, voglio solo interrompere questo pensiero negativo e intrusivo che si installa quotidianamente da ormai Luglio 2020, due/tre anni fa ero molto più inesperiente di ora, ho fatto passi da gigante che nemmeno mi sarei mai immaginato eppure vivevo tranquillo e sicuro che avrei superato certi ostacoli. È vero, c'è ancora strada da fare in ambito relazione avendo solo dato qualche bacio ed essendo vergine, ma io non voglio aiuto in questo perchè gli strumenti per superare queste cose li ho, altrimenti non sarei riuscito a dare il mio primo bacio e riuscire a mantenere l'ansia nella norma. Io voglio aiuto solo nel riuscire a mandare via questo rimuginio che mi porta alla mente tutte le cose di cui sono ancora inesperiente e mi fa credere erroneamente che non riuscirò mai a superarli e rimarrò solo perchè so che non corrisponde alla realtà visto che è nato solo a Maggio 2020 quando la ragazza si è fatta vedere innamorata e allora provando molta ansia nel pensare di vederla pensavo che fossi io il problema, ma era ovvio che provassi ansia vista la dipendenza che si era ormai installata e visto che non era affidabile ed ero costantemente pauroso di perderla. Non so che problema sia, sto riprendendo la terapia, vorrei una vostra opinione in merito. La terapeuta mi ha detto che è stato già un grande successo essere uscito da questa storia e che sono stato molto bravo, ora dovrei rivederla lunedi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 GEN 2021

Buongiorno Cristian, hai lavorato molto bene con la tua dottoressa ed anche tu sei un ragazzo pieno di risorse. Sei molto consapevole. Condivido in pieno tutte le tue riflessioni; il perché di certi comportamenti, ecc. Veniamo al rimuginio, il tuo disagio attuale. Sembra che nasca dalla paura di essere rifiutato (cosa che dai quasi per scontata) nei futuri approcci con le ragazze ad es. dopo il primo bacio e di non riuscire a sopportare tale rifiuto. Questo anche per via della tua inesperienza. Infatti, il non aver ancora sperimentato appieno, ti fa' sentire inadeguato e quindi (dal tuo punto di vista)quasi certamente passibile di critiche e relativi rifiuti. Penso sia questo il circolo vizioso ricorsivo dal quale uscire per eliminare il rimuginio e vivere serenamente i tuoi rapporti sentimentali. Un caro saluto,
d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

120 Risposte

49 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GEN 2021

Gentile Cristian,
ho letto con attenzione quanto ha scritto. Inizio complimentandomi con lei per essere riuscito a troncare una relazione che, mi sembra palese, stava diventando un ostacolo per la sua serenità.
E' comprensibile, alla luce di quanto successo, che abbia dei timori rispetto al suo futuro nelle relazioni, ma ho letto che è riuscito ad affrontare bene molti ostacoli, e sono certa che con la persona giusta riuscirà a sentirsi talmente confidente da superare senza problemi tutte le tappe di una nuova relazione.
Più che chiedersi di che tipo di problema si tratti, si concentri sulla sua terapia che, non ho dubbi, le permetterà di riprendersi totalmente e far fronte a tutte le sfide future.
Cordialmente,
Dott.ssa Fulvia Messina

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

41 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte