Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Riconquistare una ragazza che sta affrontando un periodo difficile

Inviata da Luigi il 13 nov 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti. Ho già scritto in passato relativamente a questo argomento, ma mi trovo a riproporre la domanda visto che è passato un bel pò di tempo e alcune cose sono cambiate. Cercherò di non dilungarmi troppo anche se devo cercare di inserire quante più informazioni possibili, in modo da darvi la possibilità di fornirmi una risposta adeguata e concreta al caso. Verso la fine di ottobre, si è conclusa una frequentazione con una ragazza, durata 2 mesi. Ci siamo praticamente conosciuti parlando proprio del nostro stato d'animo, del malessere che stavamo affrontando(io in realtà l'ho superato in gran parte già in passato), mentre lei lo sta attraversando in pieno e quindi, su questo argomento diciamo che non vi è stato mai un problema parlarne. Siamo sempre stati molto in sintonia, ridevamo e scherzavamo come due ragazzini(preciso che io ho 25 anni e lei 21) e condividevamo tante passioni e interessi. Verso l'inizio del secondo mese della nostra conoscenza, però, sono sorti i primi problemi. Vi è stata una settimana, ad esempio, nella quale lei è praticamente scomparsa o quasi(se non la contattavo io lei non si faceva sentire ad esempio) e ogni volta che ci vedevamo(non sempre però, dipendeva dalle giornate) cominciava a dirmi "oggi mi sento antipatica" e sembrava che qualunque cosa facessi le dava fastidio. Tuttavia ho pensato fosse solo un momento di transizione, che sarebbe passato e non ci davo molto peso. Tra l'altro, come dicevo, tra noi si scherzava molto,quindi spesso e volentieri magari la si buttava anche sullo scherzo. Vi è stato un giorno però, precisamente 4 giorni prima poi dell'ultima volta che ci siamo visti e lasciati, nel quale proprio non ce l'ho fatta... Non so perchè ma qualcosa mi ha spinto a reagire male nei suoi confronti.. Avevo organizzato una bella giornata, per farla uscire di casa e farla divertire(come dicevo sta affrontando un periodo difficile e in più ha anche allontanato alcune sue amiche, quindi esce davvero poco) ma anche quel giorno mostrò gli stessi comportamenti.. Circa 30min prima che finisse la giornata, prima di ritornare alla stazione e prendere i rispettivi treni(non abitiamo vicino,quindi ci incontravamo in una città vicina ad entrambi) ho cominciato a stare in silenzio, le lasciai la mano mentre passeggiavamo(lei poi provò a stringermela di nuovo ma io fui fermo nella mia azione) e alla fine,prima di salutarci, le diedi un abbraccio e un bacio molto frettoloso.. In serata la chiamai e mi scusai per quella reazione ma le spiegai che quei suoi comportamenti mi davano fastidio e che mi ferivano non poco, in quanto io cercavo davvero di mettercela tutta per farla stare bene, ma lei, con quei modi,certamente non mi aiutava a farlo. Poi vabbè, da quella telefonata, continuammo in chat e io cominciai a farle notare che a volte era praticamente scomparsa e cose così e le dissi che se era così, di me non le era mai fregato nulla. Lei se la prese, anche se si scusò ma mi disse che non potevo dire una cosa del genere. Mi scusai ma le spiegai che non parlandomi del fatto che si era sentita giù in quel periodo e che non voleva sentire nessuno(così mi disse poi) io giustamente ero giunto a quella conclusione. Insomma ho pur sempre 25 anni e ho i miei problemi, come tutti... certamente non posso capire tutto di una persona, specie di una persona che vive, interiormente parlando, un certo malessere.. Arriva poi il giorno in cui ci vediamo e lei mi dice che non ha bisogno di nessuna nella sua vita etc etc... Ho provato a chiamarla, a parlarle, ma niente. Le ho scritto in chat dicendole che mi scusavo per non averla compresa appieno, se magari non sono stato forte abbastanza nel farla stare bene, ma spiegandole anche che quando mi sono messo in gioco con lei era, purtroppo, ancora troppo presto(venivo da una precedente rottura ed era passato solo 1 mese) ma che, davvero, ce l'avevo messa tutta nonostante le mie poche energie.. Siccome mi ha detto che sta andando in terapia(per problemi irrisolti del passato, io non c'entro da come lei mi ha detto) le ho riscritto qualche giorno fa dicendole che se vuole condividere con me questa esperienza, mi farebbe piacere(anche io andai in terapia per circa 1 mese, in estate) ma ha visualizzato e nessuna risposta.. Oramai ha creato un muro attorno a se e non so come farlo crollare.. Cosa posso fare? Avevo pensato di andare all'università che frequenta e parlarle di persona, ma ho paura che potrebbe ignorarmi..(tra l'altro mi ha accusato anche di comportarmi come uno stalker, visti i tentativi di chiamate e messaggi.. vabbè una roba esagerata, visto che il tutto è avvenuto in 2-3 giorni,prima che partissi per un viaggio e volevo semplicemente dirle cose importanti, che poi sono stato costretto a scriverle in chat...).. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Luigi,
chi svolge una psicoterapia seriamente e per necessità non "condivide" l'esperienza con chiunque e sopratutto con persone che si reputano come stolker... Ci dice che anche lei ha fatto una terapia di un mese, ebbene, una terapia di un mese non è realistico, può essersi trattato di una consulenza psicologica dove a mala pena si riesce a conoscere qualcosa della persona, ma non di una terapia. Detto questo, (ricordo la sua richiesta e la risposta che le diedi) come mai per lei è così importante riuscire a riconquistare questa ragazza partendo dal disagio psicologico di essa? Non ha altri argomenti più creativi, seduttivi, interessanti, che appellarsi al problema di una persona che sta soffrendo? Mi sembra che se ci sono delle novità queste riguardano il fatto che la giovane le ha esplicitamente detto che non vuole più sentirla, riesce ad accettare il volere di questa giovane donna? Che tipo di risposta le avrebbe fatto piacere ricevere qui? E' sicuro di aver compreso come lavorano gli psicologi?
Spero di averle fornito degli spunti di riflessione
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2803 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte