Rendere il rapporto più maturo e consapevole

Inviata da Giorgia. 11 giu 2019 1 Risposta  · Terapia di coppia

Salve, io e il mio fidanzato stiamo insieme da 10anni,abbiamo 26anni. Lavoriamo insieme nell'azienda di mio padre. Non conviviamo ma dormiamo comunque insieme in casa mia. Siamo sempre stata una coppia affiatata, vacanze, amici, serate... Lui è un tipo molto tranquillo ed introverso, io invece sono molto impulsiva. Ultimamente c'era un'aria negativa tra noi.. Lui bel tempo ha trovato molti hobby, come lo sci, la corsa e la fotografia e gli piace praticarli anche da solo! Io, nella mia gelosia ed insicurezza ho visto questi suoi spazi come un allontamento da me, mi sentivo messa da parte. Devo ammettere che ultimamente anche a lavoro era un po' giù di tono,per delle insicurezze riguardo al futuro e se fosse quella la strada giusta. Invece di aiutarlo, in preda al panico l'ho pressato parecchio e accusato, creandogli un malessere e dopo varie mie insistenze è arrivato al punto al di essere così confuso tanto da pensare che forse non era più innamorato di me probabilmente. Mio padre gli ha concesso qualche giorno di ferie per potersibchiarire le idee. Per 3 giorni non ci siamo visti ne sentiti. Poi mi scrive un messaggio dicendomi che era a pezzi, non riusciva a dormire e che gli dispiace di avermi deluso in alcune situazioni, che non vuole immaginarmi con un'altra persona e che sono una delle persone più importanti della mia vita. Abbiamo parlato, stavolta l'ho ascoltato e mi sono resa conto di essere troppo opprimente. Abbiamo deciso di prenderci alcuni spazi e di non dormire inisieme tutte le sere. Forse era troppo simbiotico il nostro modo di viverci. Ma comunque non vogliamo perderci...c'é anche un viaggio di mezzo. Al lavoro invece ha perlato con mio padre e si è un po' tranquillizzato. Dite che abbiamo fatto bene??? Io lo vorrei sempre con me. Ho paura.

insieme , amici

Miglior risposta

Gentile Giorgia,
indubbiamente la sua insicurezza e gelosia oppressiva alla lunga può aver messo o mettere a rischio la relazione.
Anche il fatto che lavorate assieme nell'azienda paterna non è detto che sia una agevolazione per la relazione perchè lui può sentirsi condizionato o in obbligo.
Di certo il legame che esiste tra voi è ancora forte e dura da anni ma in attesa di sviluppi futuri è consigliabile per lei un percorso di psicoterapia per acquisire più sicurezza e autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Rapporto tormentato con una donna, come gestirlo?

5 Risposte, Ultima risposta il 09 Dicembre 2015

Periodo di riflessione dopo 7 anni = fine rapporto? (seconda parte)

1 Risposta, Ultima risposta il 26 Luglio 2018

Come salvare un rapporto?

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Febbraio 2019

Rapporti famigliari

3 Risposte, Ultima risposta il 14 Ottobre 2015

Non so più cosa provare

1 Risposta, Ultima risposta il 13 Marzo 2017

Chi è il più sano di mente in questa storia assurda?

5 Risposte, Ultima risposta il 14 Ottobre 2017

Baciare un altro. Poi riprovare a costruire il rapporto.

2 Risposte, Ultima risposta il 16 Aprile 2018