Relazione malata con personalità molto particolare

Inviata da Nicola Benazzi. 10 ago 2017 2 Risposte  · Terapia di coppia

Salve a tutti vorrei raccontarvi la mia storia.
3 anni fa mi sono fidanzato con una ragazza all'apparenza molto carina e intraprendente.
I primi mesi erano idilliaci, sesso al massimo , empatia , attrazione , comunicazione , tutto quanto. Era semplicemente favolosa. Dopo qualche mese il declino più totale.
Successe però che lei mi disse poco prima di fidanzarci che sarebbe partita per un'esperienza all'estero, perché erano anni che voleva farla ecc e sopratutto perché non le piaceva la nostra città , gretta chiusa con poco flusso di gente.
Voleva andare a Londra.
Successe che lei me ne combinó di ogni, ad esempio dalle scenate perché io le dicevo che non avevo piacere che andasse a un concerto con un ragazzo che la sera prima le aveva detto di amarla, al tentato suicidio che sono riuscito a impedire tirandola via per una gamba .. alle litigate proprio per approccio alle cose.
Lei è partita dopo un anno e mezzo , si è fatta i cavoli suoi e io sono stato malissimo per più di un anno perché non credevo mi avesse abbandonato così. la cercavo volevo andare a Londra , è andata a letto con altri , diceva che (su mia richiesta di cosa aveva fatto) quando faceva sesso con altri diceva il mio nome... cose da pazzi.
Dopo due anni si fa risentire dicendo che ha capito che mi ama che vuole ritornare con me a prescindere dalla città .
È tornata ma con ancora più problemi,dovevo digerire il fatto che aveva condiviso la stanza con un suo carissimo amico per 6 mesi quindi han dormito assieme... e io non dovevo dire nulla, poteva si darmi fastidio ma non dovevo arrabbiarmi! Perché loro non han fatto nulla....di sessuale.. solo amici..tornata in Italia doveva lavorare per mantenere sua mamma che non lavora da anni..voleva una casa subito mia e sua in affitto, andare in Giappone, ritornare a Londra in vacanza.. tutte cose che si potevano fare ma con la dovuta calma. sua madre e suo padre si sono separati quando era piccola e ha sempre sofferto secondo me, non si è mai ripresa e ha questa tendenza a distruggere piuttosto che prendersi le responsabilità delle proprie azioni . Ora , io L ho riaccettata ma giustamente pretendevo dimostrazioni! Di amore di interesse di affetto.. nulla!nonostante sia tornata dicendomi che voleva stare con me non ha dimostrato nulla.. Lei era impegnata non ne aveva voglia . La misi incinta anche e io le dissi che a prescindere dalla sua scelta le sarei stato vicino. Lei dopo aver scelto l'aborto mi accuso che era colpa mia che non me lo avrebbe mai perdonato . Ci siamo rilasciati l ho mollata io per esasperazione. Dopo un bel vaff....lei ora non si fa più sentire anzi fa la distaccata e mi tratta con sufficienza quando le dico che comunque io ci ho messo anima e corpo nella relazione. Lei nulla nisba. Come se non fossi esistito. Sono stato molto male e ancora adesso mi sto riprendendo piano piano nonostante fossi consapevole che dandole una seconda possibilità mi sarei potuto scottare . Mi sono aperto a lei di nuovo e lei me lo ha messo in quel posto ... la domanda di fondo è . Perché sto male ? Perché non riesco ad accettare la sua incapacità di amare e di prendersi le responsabilità ? Lei ha 27 anni io 25. Mi sembra così strano che non abbia capito che la amavo davvero e che avrei fatto di tutto per farla str bene . Ma ha preferito trattarmi in questo modo . Come fare ? L'ho amata profondamente con tutta la mia forza e con tutto il mio cuore , ma quando sec me ha capito che la cosa stava diventando importante .. scappata , è sempre scappata... mi dispiace molto aver dato tanto e non essere stato capito.

amici , amore

Miglior risposta

Gentile Nicola,
dopo aver letto nel dettaglio la tua storia ti riconfermo che la miglior cosa da fare è lasciar perdere quella ragazza e guardare altrove possibilmente imparando dagli errori fatti (tipo averla messa incinta in modo poco responsabile, proprio tu che parli di responsabilità!).
Ti riconfermo anche il consiglio di intraprendere una psicoterapia personale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile ragazzo,
difficile darle delle risposte certe. Ciò che racconta depone per una certa profondità di sentimenti sia da parte sua che da parte della ragazza, ma sarebbe necessaria un'analisi più accurata tramite colloquio.
L'allontanarsi della ragazza potrebbe essere dovuto a sue personali e generiche difficoltà di rapporto, non legate perciò ad un partner specifico.
Insomma è necessaria un'analisi più approfondita da parte di uno psicologo psicoterapeuta per chiarire i termini della situazione e trovare eventuali soluzioni.
Con la terapia breve integrata il percorso è solitamente veloce ed efficace.
Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2017

Logo Valentina Sciubba Valentina Sciubba

1054 Risposte

652 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Relazione malata.. Come comportarsi?

2 Risposte, Ultima risposta il 16 Dicembre 2015

Rapporto malato con il mio compagno

2 Risposte, Ultima risposta il 06 Luglio 2016

È un amore un po' particolare

5 Risposte, Ultima risposta il 14 Settembre 2015

Sogno particolare legato al mio ex?

7 Risposte, Ultima risposta il 22 Settembre 2015

Amore nel disturbo di personalità ossessivo compulsiva

4 Risposte, Ultima risposta il 10 Dicembre 2017

Caratteristiche della personalità narcisista

5 Risposte, Ultima risposta il 30 Aprile 2013

Disturbo paranoide di personalità?

1 Risposta, Ultima risposta il 14 Maggio 2018