Relazione malata.. Come comportarsi?

Inviata da Chris · 14 dic 2015 Terapia di coppia

Sono un ragazzo di 26 anni, lei ne ha 19. La nostra relazione è iniziata 4 anni fa e dopo 2 anni assieme mi ha lasciato. A marzo 2015 (14 mesi dopo) mi scrive nuovamente con desiderio di vedermi, da allora abbiamo condiviso ogni cosa assieme in quanto ne io ne lei riuscivamo a trovare qualcuno che ci capisse veramente e con cui essere veramente noi stessi, nessuno dei due ha avuto altri partner.
In comune accordo abbiamo deciso di non fidanzarci nuovamente e di non definire questo nostro rapporto ma semplicemente di viverlo cosi com'è.. Da settembre però, causa la mia disoccupazione e l'inizio del suo corso di laurea, tutto è un po' peggiorato, siamo entrambi più nervosi, lei è forte del fatto che io la cerco e si litiga spesso per sciocchezze, stiamo tornando alla situazione della rottura iniziale.
Da una settimana non dà più notizie.. È passata da scrivermi e/o chiamarmi 4-5 volte al giorno rendendomi partecipe di ogni sua emozione, e di ogni frazione di tempo per incontrarci, all'essere completamente assente..
Chiamarla è inutile e dopo averle scritto ripetutamente per un incontro veloce, per chiederle il motivo di questo inspiegabile comportamento; mi dice sinteticamente di essere dispiaciuta, che spera di ritrovare un equilibrio e che ha altro per la testa in questo momento. Questo senza dare alcuna spiegazione di dove sia o cosa stia facendo e non è mai a casa. Io le ho fatto sapere che o si è presenti o si è assenti, ma che ignorare è indecente traumatizzante e violento, e che con tutto il bene che le ho fatto e provato non merito questo atteggiamento senza scrupoli.
Lei sa bene che questo ignorare e procrastinare ogni giorno il nostro incontro mi fa male da morire, mi consce e sa che sono una persona molto emotiva.. Ma si ostina a farlo incurante..
Riconosco che probabilmente il comportamento ideale da tenere in queste circostanze sia quello del farsi scivolare tutto addosso e fregarsene.. Un eccesso di insistenza sfocia nel sembrare persone infantili o nevrotiche. D'altro canto non riesco a fare a meno di scriverle ogni giorno per vederla e avere delle spiegazioni perché quando ci si lega così saldamente ad una persona a cui si ha sempre dato tutto, è veramente difficile accettare questo tipo di comportamento a mio avviso irrispettoso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 DIC 2015

Gentile Chris,
mi permetto di farti rilevare che sei un pò contraddittorio per il semplice fatto che, memore della precedente esperienza con la stessa ragazza, hai accettato di vivere il rapporto "così com'è" cioè senza un vero fidanzamento e senza un vero impegno.
Con questa consapevolezza, non puoi adesso lamentarti se in questo periodo lei non si fa sentire e non dà segni di sè.
Allo stesso modo puoi aspettarti che da un momento all'altro ritorna ad essere più presente e partecipe di prima.
Fa parte degli accordi che anche tu hai accettato e che potevi non accettare!
Il mio suggerimento è di lasciar perdere e cercarti una ragazza che sia un poco più stabile sentimentalmente, nella speranza che tu apprezzi questa qualità.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7297 Risposte

20612 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 DIC 2015

Caro Chris
come lei ha ben detto scrivendo: "non merito questo atteggiamento senza scrupoli".
Penso sinceramente che questa ragazza, una volta approdata all'ambiente universitario, sia come entrata in un altro modo verso il quale ha canalizzato totalmente le sue energie; di conseguenza lei è diventato come trasparente.
Però trovo che questo sia scorretto perché, anche senza una definizione precisa del rapporto, c'è comunque una questione di rispetto reciproco a cui attenenersi e queste sono "regole" , o meglio, valori, semplicemente umani!
La ragazza dovrebbe parlare apertamente invece non lo fa e trascina questa storia, lei si adegua e qui sta il suo errore, dovrebbe chiedere chiarezza da parte di lei.
E' evidente che questa ragazza non vuole dare spiegazioni. Il suo comportamento però parla da solo e parla in modo chiaro.
In questo contesto relazionale dove lei è in un momento problematico, causa la mancanza del lavoro, mentre la ragazza è in una situazione nuova e positiva, lei è lasciato indietro.
Unica cosa da fare è prendere una decisione in merito e attenervisi.
Un caro saluto Dott Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7209 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94450

Risposte