Relazione complicata con la nonna del filglio del mio compagno (II parte)

Inviata da gina maria · 21 lug 2014 Terapia familiare

Buongiorno , vi scrivo di nuovo intanto vi ringrazio per la vostra risposta mi a aiutata capire un paio di cose pero alla luce dei nuovi fatti eccomi qui .........
Ho parlato con il mio compagno ma non siamo d'accordo su un paio di cose. Io gli ho detto di parlare con la nonna materna e di chiarire il fatto, fin qui tutto bene pero che se la nonna continua a parlare male di me sarebbe meglio che il bimbo non ci va più se invece la nonna capisce e non lo fa più io non ho problemi anche perchè il bambino ha detto ancora delle cose nuove tipo che io sono il male, che rubo e chiama la polizia e che se io sono monella chiama i carabinieri. Come qui si tratta di un bimbo di 3 anni che io non mi permetterei mai di toccarlo mi ha fatto venire paura la perversità della nonna cosa devo fare se la nonna continua cosi io mi ritrovo sempre da capo nel rapporto mio e con il piccolo .La nonna paterna mi consiglia di lasciare stare passare sopra ma io non riesco, mi spaventa il futuro nel senso che non voglio mettere il bambino più in confusione ...altro giorno mi ha chiesto se io sono la mamma. io gli ho risposto che sono la mamma gina se lui vuole se no sono gina non so se ho sbagliato, anche perchè lui sa già che sua mamma vera e in cielo la nonna materna e la detto .......Il 27 luglio nella famiglia di nonna materna c'è un anniversario in famiglia ci hanno invitati ma io non me la sento anche perchè ultima volta che sono andata da loro a una festa mi hanno trattata male mi hanno fatto capire in tutti modi che non sono ben accettata mio compagno insiste che dobbiamo andare ..io non so se ho sbagliato o no ma li o detto che non ci vado e che gradirei che non ci vada nemmeno lui fine quando non si chiariscono le cose. abbiamo un dibattito ogni santa sera anche perchè lui e sfuggente nel darmi delle risposte chiari. Io sono stata sposata tanti anni fa per un 3 anni ma sono divorziata e non ho mai avuto figli ,per me l'inizio di questa storia e stato del tutto nuovo .... puoi mi sono affezionata un modo al bimbo lo sento come forse mio figlio anche se so che non lo e ...per quanto riguarda il mio compagno prima eravamo amici ci confidavamo sul tutto ..puoi e nato l'amore ,ma da premettere che io lo conosciuto dopo che e venuta mancare sua moglie .......Vi ringrazio in anticipo per la vostra eventuale risposta.
Cordiali Saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 LUG 2014

Buongiorno gentile Gina,
ricordo la sua richiesta precedente ma quando le è stato suggerito di parlare con il suo compagno non si intendeva imporre dei limiti alle visite con la madre della defunta moglie di lui. Parlare con il suo compagno significa chiedere come lui vede la vostra relazione e che aspettative ha verso di lei e verso la crescita di suo figlio. Noi da qui possiamo solo orientare ma sembra evidente che lei ha bisogno di un sostegno psicologico de visu e se il suo compagno non intende avvalersi di una consulenza di coppia, forse è necessario che se ne avvalga lei per se stessa.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2014

Cara Gina Maria, mi ricordo di averti risposto e di averti suggerito di fare quanto tu poi, seguendo , probabili simili risposte degli altri colleghi del presente portale, hai cercato di fare ma ottenendo scarso successo. L'aspetto fondamentale, in questo conflitto, resta il rapporto con un bambino che sta entrando in confusione ed allora ti suggerisco caldamente di non perdere tempo nel sollecitare il tuo compagno ad una responsabilizzazione maggiore (suo diritto ma soprattutto dovere) nel rendere immediatamente chiaro lo spazio psicologico di suo figlio, attraverso qualche colloquio con uno/a psicoterapeuta infantile. Ripeto che in primo piano va messo il bimbo ed immediatamente dopo, il vostro rapporto di coppia. Auguri.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

644 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte