Relazione complicata. Aiutatemi sono disperata

Inviata da Antonia · 9 ago 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti, sono fidanzata da tre anni, io e lui siamo due poli opposti ma tra alti e bassi la nostra relazione è andata sempre bene, fino a quando non mi presenta la sua migliore amica anzi per meglio dire 'la sorella che non ha mai avuto” e per carità niente di male, anche io ho un amico con cui ho più confidenza ma nel mio rapporto non faccio intromettere nessuno. Tutto iniziò quando lui mi presento la sua migliore amica “Claudia”, lei ha un carattere molto “quaquaraqua”, nel senso: persona che parla molto, che detta leggi e che si sente molto superiore agli altri. Il tipo di persona che io odio, ho cercato di prenderla in simpatia in tutti i modi possibili, ma lei iniziava sempre con dispetti e iniziava a comandare sia me che lui, cosa che non mi è andata di certo bene, conoscendo me stessa e il mio carattere molto ma molto vivace parto sempre in quinta sempre, abbiamo avuto il primo litigio con lei, “chiarendo il fatto che lei fosse fidanzata”. Un giorno il mio ragazzo mi disse di prendere il suo telefono e di chiamare sua madre, a un certo punto vedo messaggi troppo dolci con la sua migliore amica, il suo modo di consolarla di difenderla e mi salì la nausea perché lui non era mai stato così con me, ho lasciato stare sperando che lui capisse ma nulla. Un giorno dal nulla mi scrisse il ragazzo e in questo messaggio c'era scritto che il mio ragazzo era innamorato di Claudia, da quel giorno ho iniziato a capire e collegare molte cose, io alle coincidenze non ci ho mai creduto…parlando con il mio ragazzo di questo messaggio lui mi ha saputo soltanto dire che era lei che voleva lui, da quel giorno ho vietato a lui di sentirsi con lei perché sinceramente mi sono sentita abbastanza presa in giro. Passa qualche settimane e il mio ragazzo inizia a cambiare, inizia ad uscire di nascosto, a nascondere i sui messaggi con lei, inizia a difenderla sempre e a screditare me, io lascio stare e con santa pazienza sopporto questa situazione 2 anni e mezzo, dopo questi 2 anni uscì di nuovo questa storia che lui voleva a lei, io questo due anni non li ho vissuti bene. Notti a prendere sonniferi depressa sempre chiusa in casa sono arrivata a essere in sotto peso di 10 kg anni pieni di dubbi stavo impazzendo, prendendo la situazione in mano ho detto “o me o lei”. So che ho sbagliato a dire questo ma non sapevo cosa fare ero disperata, lui ha deciso di tenere lei e la loro amicizia, ci siamo lasciati un mese, dopo un mese sembrava fosse tutto tornato alla normalità, ma invece mi sbagliavo,fu così che ricominciò un altro anno di depressione, lei intanto con il suo ragazzo si è lasciata, io in un periodo davvero buono credetemi non riuscivo più a ragionare, l'ho tradito con l'ex della sua migliore amica, ancora oggi mi sento in colpa e sto malissimo, ma non è per giustificarmi, un po’ penso se la sia cercata, ci siamo lasciati 4 mesi e poi siamo tornati insieme, ma siamo alle solite lui difende lei in maniera morbosa, cioè come fa a non capire che ci sta rovinando? Come devo fare aiutatemi sono disperata non ce la faccio a lavoro non ho testa per nulla, sono ancora piena di dubbi se lui mi ha tradito o meno, continua a scegliere lei, io non penso lui sia innamorato di lei perché sennò ci provava, ma perché deve torturarmi a me così? A ogni litigata inizia a chiamarmi nei peggio modi, dicendo che sono stata io quella a tradire e altre cose simili, ma lui non lo ammette che io non sono una persona che tradisce perché odio queste cose, ma in quel momento non avevo un punto fermo, non avevo più una spalla su cui contare, adesso mi sto fissando troppo e non va bene, l'idea di lasciarlo non mi sfiora nemmeno ma non so che fare, non voglio essere condannata a vita per questo errore o sentire ogni volta il suo rinfacciare, perché da quando ho sbagliato qualsiasi cosa succeda la colpa è sempre mia anche se non lo è. Io e lei ormai ci odiamo a morte e non ci possiamo vedere, lui in tutti questi anni non ha mai cercato di difendermi, anche se io non voglio essere difesa perché non mi serve ma almeno il gesto di far capire che il mio stato d'animo per lui è importate, ma nulla..cosa devo fare? Sono davvero a pezzi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 AGO 2016

Cara Antonia...dopo un periodo di "cammino sulle uova", è uscito fuori chi avevi realmente accanto: una persona falsa, sleale, rabbiosa e che gradisce frequentare gente disturbata, e da come descrivi questa ragazza, si tratta del più squallido dei disturbi.
La realtà è che è meglio per te che sia finita.
Purtroppo tu sei rimasta "ancorata" ai dolci ricordi degli inizi, quando credevi di avere affianco un'altra persona, si chiama nostalgia.
In più, un distacco ha l'effetto di un lutto, come se ti fosse morto un membro della famiglia e, anche se non era una bella persona, la cosa fa comunque soffrire.
In media, questo periodo dura 6 mesi circa, se perdura, ti consiglio una psicoterapia.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

414 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 AGO 2016

Cara Antonia
e così hai tirato tanto per le lunghe questa storia cercando di fartela andare bene...
Non è possibile con uomini come questi pensare di poter avere una relazione serena.
Ambiguità, migliore amica, messaggini...
ma come hai fatto a sopportare tutto questo?
Spero che, a questo punto, e dopo esserti esaurita dietro questa storia, tu sia giunta alla conclusione che lui non è l'uomo per te.
Guarda avanti e lascia questa grande delusione indietro, sempre più indietro nel passato.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7007 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 AGO 2016

Gentile Antonia,
se questa ragazza riesce a tenere così avvinto il suo ragazzo anche solo per amicizia, credo ci sia un qualcosa di importante, una sorta di legame che evidentemente i due non riescono a ricondurre a dei binari di pura amicizia, anche per ammissione stessa del suo ragazzo che le ha detto dell'interessamento di Claudia nei suoi confronti.
A questo punto si tratta solo di trovare il giusto modo di gestire le relazioni e l'intervento di uno psicologo psicoterapeuta sarebbe con ogni probabilità enormemente facilitante e risolutivo.
Le consiglio perciò una consulenza, preferibilmente con un terapeuta della Gestalt.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

723 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2016

Gentile Antonia,
se lei vive male la sua relazione al punto da rischiare la depressione, non riuscire a lavorare e non stare affatto bene non dovrebbe escludere l'idea di lasciare il suo fidanzato che non intende cambiare atteggiamento. Si potrebbe desumere che o è masochista oppure ha una autostima talmente bassa da essere succube e dipendente dal suo ragazzo.
Per di più lei stessa ha complicato le cose mettendosi nei verbi difettivi col tradimento e quindi dando a lui la possibilità, ogni volta, di zittirla. Sembra quindi che questa relazione non abbia buoni presupposti per funzionare per cui la invito a suggerire al suo fidanzato un percorso di psicoterapia di coppia. In caso di rifiuto, un aiuto psicologico individuale potrebbe aiutare lei stessa a rafforzare i suoi punti deboli.
Cordiali saluti

Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7078 Risposte

20186 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 AGO 2016

Cara Antonia, di sicuro la sua situazione non è rosea e nemmeno facile da affrontare, dal momento che la possibilità di lasciarlo non la sfiora nemmeno. Sarebbe questa una sede poco adatta per poter trovare una soluzione al suo disagio, tuttavia sicuramente un sostegno psicologico privato può aiutarla a comprendere meglio come affrontare questa situazione, che evidentemente è diventata il centro attorno al quale gira la sua vita tanto da compromettere la sua salute e il suo lavoro. non si scoraggia a tutto prima o poi si trova un rimedio
Cordialmente
Dott.ssa Denaro

Dott.ssa Francesca Denaro Psicologo a Prato

103 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86650

Risposte