Relazione aperta: non so cosa fare.

Inviata da CoCo · 8 nov 2021

Io e il mio partner stiamo insieme da circa 5 mesi. Relativamente poco per tutto quello che abbiamo vissuto insieme: problemi personali, familiari, d'identità e chi ne ha più ne metta. Eppure abbiamo superato (e stiamo ancora superando) tutte queste cose insieme e siamo stati uno la forza e il supporto dell'altro. L'amore che ci lega è qualcosa di indescrivibile. È un legame così forte che non saprei nemmeno come spiegarlo a parole. Piano piano, con le nostre piccole possibilità, ci stiamo creando un posticino, un luogo tutto nostro, dove poter trascorrere le nostre giornate e immaginiamo insieme un futuro.. in passato non riuscivo a vedermi nemmeno in un futuro vicino, con lui invece questa cosa mi è possibile.
Di poche cose sono sicurə nella vita, veramente poche, ma di una sono certa: lui è la mia anima gemella. E più passava il tempo e più pensavo che questa relazione sarebbe stata LA relazione che mi avrebbe accompagnato per tutta la vita.
Ed ecco che arriva il "però". Ho sempre saputo fosse non monogamo, è stata una sua prerogativa fin da subito, perciò non è stata una sorpresa quando una settimana fa ha deciso di affrontare l'argomento: possibilità di aprire la relazione (solo dal punto di vista sessuale).. eppure devo ammettere di non aver reagito bene alla cosa. O meglio, non so cosa pensare a riguardo. Mi reputo una persona aperta mentalmente ma ammetto di avere delle gravi mancanze rispetto a questo argomento e, la grande incognita che oramai aleggia intorno a noi da 7 giorni, mi sta facendo impazzire. Non per qualcosa nello specifico, ma perché ho una paura matta di perderlo. Mi sto informando, leggo molto a riguardo, vado dalla psicologa e gli faccio domande perché ho bisogno/voglia di capire.
Non è semplice. So che è una situazione fattibile, ma non è semplice: ci sono tante variabili da tenere in considerazione, e anche se ho tante certezze da parte sua, dall'altra parte ci sono anche tante incertezze. Lui dice che potrebbe non fare niente, che potrebbe farne a meno, ma io temo che se non facesse questa cosa per me poi col tempo cresca del rimpianto nei miei confronti e non voglio. Io con lui mi sento la persona più libera al mondo e voglio che lui si senta allo stesso modo. Dice che è così, ma se limitasse questa parte di sé lo sarebbe per davvero?
Ho paura che l'unica soluzione per non fare soffrire entrambi sia lasciarsi.. questo pensiero mi sta facendo star male tutti i santi giorni.
Non so..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31250

domande

Risposte 107200

Risposte