Relazione a distanza: in che direzione stiamo andando?

Inviata da Chiara · 12 mar 2019 Terapia di coppia

Buongiorno,
da circa 5 mesi ho iniziato una relazione a distanza con una persona conosciuta in vacanza nella sua città natale, viviamo a 500 km di distanza, io al Nord lui al centro Italia, 33 anni io e 30 lui, è una persona in gamba, ha fatto il ricercatore in università all'estero, e ora a dottorato concluso è tornato in Italia e da un paio di mesi è alla ricerca di un impiego. Io ho il mio lavoro da circa 2 anni, ho ambizioni di carriera altrove sinceramente ma non mi posso assolutamente lamentare.
Dopo 2 giornate passate insieme durante la mia vacanza, abbiamo continuato a sentirci per scherzo, finché dopo un mese a messaggiare fittamente abbiamo passato un weekend bellissimo insieme, lui ha deciso di prendere un aereo per venire da me, e così ha fatto altre 3 volte nei 3 mesi successivi, ogni volta trascorrevamo 3/4/5 giorni insieme ed era bellissimo. Io all'epoca ero davvero molto scettica a causa della distanza ma lui mi trasmetteva tanta forza, "un modo lo troveremo se davvero vogliamo stare insieme", parlavamo di progetti e trasferimenti.

A gennaio, a dottorato terminato, è tornato nella sua città natale, dopo 3 anni e mezzo di vita autonoma, ha dovuto ritornare a vivere con la famiglia e senza uno stipendio, la cosa lo sta frustrando molto, più di quanto voglia dare a vedere. Lavora aiutando il padre artigiano, fa ripetizioni agli studenti e sta cercando attivamente lavoro, ma allo stato attuale nulla si muove purtroppo. Il punto è che da quando è tornato con i suoi è diventato letteralmente un'altra persona, si fa sentire molto meno, da 2 mesi a questa parte sono io che chiedo sempre a lui la data del prossimo incontro e lo percepisco freddo nei lunghi intervalli fra un incontro e l'altro (3 settimane in media). Io ho iniziato a vivere molto male tutta questa situazione perché mi sento fortemente disorientata, mi sembra di avere a che fare con un'altra persona. La mia reazione naturale a questa insicurezza è stata quella di diventare più insistente, alla mia età sento di volere una relazione diversa e non così squilibrata, io sarei disponibile a vederci molto più spesso, ad andargli incontro in questo momento suo di difficoltà economiche e personali ma lui frena, i rapporti di inaspriscono e si litiga fortemente al telefono da ormai 2 settimane.
Ha iniziato a essere rabbioso e a trattarmi molto male "basta con questi messaggi, lasciami in pace! hai rotto il c***o! non scrivere più una maledetta parola o ti blocco da tutto!" e parole forti di vario tipo, inoltre minaccia "se vai avanti così la prossima settimana io non vengo! non ti voglio vedere!!", io ovviamente sono disperata perché ripongo le mie speranze in quegli sporadici incontri che abbiamo, dormo male, al lavoro sono molto deconcentrata.
Io sono innamorata di lui, mi piace moltissimo la persona che era e che è tuttora, ormai raramente, quando siamo insieme e non fa così.
Si tratta letteralmente di due persone diverse, premuroso e dolcissimo nei primi mesi e tuttora nei nostri sporadici incontri, quanto freddo e distaccato nei lunghi periodi di lontananza.
Ho 31 anni, ho le mie esigenze, tutto aveva un senso all'inizio perché lui sembrava la persona più intraprendente del mondo e avremmo potuto valutare anche una vita insieme in una nuova città o fuori dall'Italia…. ora è cambiato.
Chiedo un vostro parere, vi ringrazio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 MAR 2019


Salve Chiara, credo che anche uno stato di profonda frustrazione a causa del lavoro, non possa legittimare un comportamento così ambivalente, incostante ed imprevedibile. Credo che nella personalità di questo giovane uomo ci sia dell'altro. Non può scaricare su di lei le sue tensioni e la sua rabbia. Sinceramente io al suo posto avrei delle grosse perplessità e proverei a prendere le distanze dalla storia e a riflettere con molta, molta attenzione. Le faccio tantissimi auguri.

Dottoressa Noccioli Daniela Psicologo a Cascina

140 Risposte

73 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAR 2019

Gentile Chiara,
Questa persona sembra quantomeno ambivalente, certamente vive problemi di lavoro importanti ed è dovuto tornare a vivere in famiglia. Tuttavia questi atteggiamenti aggressivi e la chiusura che dimostra lasciano perplessi...d'altra parte potrebbe avere problemi personali e disagi rilevanti...sono ipotesi ovviamente da verificare...
Provi a cambiare strategia, invece di pressarlo prenda le distanze e si conceda un po' di tempo per se stessa. Svolga attività piacevoli e gratificanti, si prenda cura di se stessa.
Lei merita una vita con accanto un compagno che la rispetti e la ami!
Resto a disposizione
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2755 Risposte

2238 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAR 2019

Buongiorno Chiara,
E' una situazione difficile, perché siete lontani e dunque non potete affrontare queste difficoltà di persona, e perché lei si sta ritrovando ad affrontare una relazione molto diversa da quella che si aspettava.
I comportamenti che lei riferisce da parte del suo compagno mostrano aggressività, e scarsa capacità di tenere in considerazione i suoi bisogni. La vita di una coppia è fatta, anche nella più felice delle storie, da momenti di grande felicità e serenità, e momenti di difficoltà e stress; è proprio in questi momenti di fatica che ci si conosce in tutti gli aspetti, quelli belli e brillanti, e quelli nei quali ci sentiamo deboli e vulnerabili.
Si chieda che cosa desidera realmente per il suo futuro. Alcune volte vien da pensare che, se ci si impegna abbastanza, tutto tornerà come prima; in una coppia, tuttavia, l'impegno deve essere da entrambi i lati, con disponibilità all'ascolto ed al rispetto reciproco, anche nella più dura delle situazioni.
Le faccio i miei più cari auguri,

Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

35 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte