Recuperare matrimonio

Inviata da marco · 15 feb 2018 Terapia di coppia

Buon giorno. Dopo molti anni di matrimonio le cose tra me e mia moglie non sono andate per il meglio negli ultimi 2 anni. C'era forte stress in casa da parte di entrambi e questo mi ha portato ad "allontanarmi" da lei, considerandola sempre meno ma non smettendo mai di amarla. Purtroppo una sera è successo l'inevitabile, lei mi ha lasciato dicendomi che non mi ama più. Da subito non ha voluto sentire ragioni e non mi ha lasciato nessuno spazio o spiraglio, appena provavo a dirgli qualcosa si trasformava in una iena. Io ho ammesso le mie colpe facendole capire che non mancavano i sentimenti e tutta la situazione che si era venuta a creare era dovuta a un forte stress lavorativo da parte di entrambi. Lei non ha voluto sentire ragioni e io ho passato un periodo di forti crisi d'ansia e di pianto che non riuscivo a controllare. Passata la tempesta ho iniziato a essere più calmo ma salta fuori che dopo avermi lasciato ha conosciuto un altra persona con la quale si frequenta tuttora. Lei mi dice che mi vuole bene e che ci tiene a me perchè sono il padre dei suoi figli. Piange per la separazione che stiamo affrontando ma mi dice di essere sicura della sua decisione. Io vorrei cercare di recuperare il nostro matrimonio ma non so veramente come fare.
Ogni tanto ho delle ricadute con crisi di rabbia e di pianto.
Dovrei credere in quello che dice?
Da un lato vorrei rinunciare mentre dall'altro vorrei dimostrargli con i fatti che ha sbagliato a prendere questa decisione consapevole del fatto che questo mi farà ancora stare male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 FEB 2018

Gentile Marco,
purtroppo, quando si verifica una crisi coniugale la responsabilità è sempre di entrambi e se ci sono dei figli è soprattutto su di essi che si riversano le conseguenze negative della crisi stessa.
Anche se dispiaciuta, sua moglie sembra ferma nella decisione di voler rompere con lei, sentendosi più forte per la nuova compagnia trovata.
Lei ora può solo proporre una terapia di coppia, innanzitutto nell'interesse dei figli, per verificare se ci sono margini di recupero.
Se invece, come è probabile, sua moglie dovesse persistere nella sua decisione, lei può solo ritirarsi in buon ordine ed intraprendere comunque un percorso di psicoterapia individuale che le sarà molto utile.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7331 Risposte

20657 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2018

Gentile Marco,
la terapia di coppia è un percorso mirato ad un eventuale recupero della relazione, occorre la volontà di entrambi di mettersi in discussione e comprendere alcuni errori commessi. È sempre possibile ricucire le ferite emotive con motivazione e determinazione.
Tuttavia accade pure il contrario, in un percorso di mediazione la coppia può giungere ad una situazione di stallo e incrinarsi irreversibilmente. L'alternativa è in ultima analisi accettare la situazione tramite un percorso individuale.
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2277 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2018

Marco che ne pensa di fare terapia di coppia? Sua moglie verrebbe?
Da quasi sistemico familiare (sono al 4' anno) la vedo come soluzione ottimale.
Attendo.

Anonimo-169958 Psicologo a Bari

128 Risposte

66 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2018

Caro Marco, c'è sempre la possibilità di poter lavorare per il recupero del legame di coppia. È un lavoro da fare in due, ma partendo da sé stessi. Potete consultare un terapeuta di coppia per comprendere assieme le tappe e il momento evolutivo che sta affrontando la vostra coppia. Se la strada della terapia di coppia risulta complicata può iniziare a consultare un terapeuta individuale
per recuperare e comprendere la sua posizione. Parti dall'idea che può scegliere. Resto a disposizione.dott. Luca Granata

Centro Clinico Spazio IRIS Psicologo a Milano

6 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27650

domande

Risposte 95350

Risposte