Recuperare il tempo perso...Come comportarsi?

Inviata da Tommy il 25 ott 2017 Terapia di coppia

Buongiorno, sono un ragazzo di 30.
Ad Aprile ho divorziato con mia moglie perchè ho accettato troppo tardi di essere gay. Lei l'ho conosciuto che avevo 16 e siamo sempre stati insieme. Prima di aprile avevo represso tutto, non ho mai avuto rapporti gay e nemmeno mai guardato porno gay, reputandolo qualcosa di veramente sbagliato. Poi mi sono innamorato di un ragazzo e sono riuscito ad accettare che c'era qualcosa in me di diverso.
A mia moglie ho raccontato tutto (tranne del ragazzo che mi ero innamorato), forse sbagliando, e ci siamo lasciati sapendo che era la cosa giusta. Parlando però, lei ha giocato su questa cosa per fare outing in giro e umigliarmi pubblicamente e chiedendomi soldi in cambio di silenzio e per non andare in giudiziale (troppi anni) attraverso gli avvocati. Le troppe parole hanno portato a non far credere più a quello che diceva in giro, dandomi la possibilità di aprire gli occhi verso la persona che avevo davanti a me, perdendo ogni senso di colpa, e dandomi il tempo di parlare con chi volevo e con i miei tempi.
Ora ho cominciato a dirlo alla mia famiglia ed amici stretti. Nel frattempo ho cominciato a mettermi in gioco sessualmente facendo alcune esperienze, che era la cosa che mi bloccava di più. Poi, durante un viaggio all'estero, un mesetto fa, durante il ritorno da un viaggio, in treno ho incontrato un ragazzo, 35 anni. Ci siamo piaciuti fin da subito e nonostante la distanza ci sentiamo ogni giorno e ogni volta che possiamo e lui mi aiuta molto e mi stà vicino per recuperare quella sicurezza e quell'autostima che l'ultimo periodo mi ha tolto. Lui è molto sicuro della sua sessualità e ha avuto alcune storie importanti e molta esperienza sessuale. Parliamo di tutto e abbiamo un buonissimo dialogo. Ieri sera però parlavamo dei suoi ex e di alcune sue esperienze sessuali. E mi sono trovato ad essere geloso, ma non dei suoi ex o degli altri ragazzi avuti. Ma delle sue stesse esperienze, perché io il tempo perso e le occasioni perse non le potrò più recuperare. Mi rendo conto che ho perso 15 della mia vita con una persona che non è stata molto sincera nei miei confronti. Mi utilizzava per i suoi scopi e i suoi interessi. Cerco di salvare i bei ricordi e le belle esperienze, sapendo che ciò che sono è grazie anche a lei e alle esperienze fatte, ma stamattina mi sono svegliato piangendo senza un reale motivo. Con questa sensazione di aver perso tempo e di non poter più recuperare il tempo perso. Le esperienze sessuali non avute probabilmente non le recuperarò più. Ne tanto meno relazioni sincere con persone sincere. Come faccio a togliermi questo senso di malessere e tristezza e anche paure che mi accompagnano per il tempo perso. Immagino che recuperare il tempo perso sia impossibile...ma come affrontare tutto ciò?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Tommy,
la sua bontà e la sua intelligenza emergono chiaramente dalle sue parole. Fino ad oggi lei sembra essere stato molto paziente,capace di comprensione e di perdono, ma oggi finalmente si è anche concesso di concentrarsi su se stesso e sul dolore che lei prova rispetto a tutto ciò che ha dovuto passare. Lei ha già fatto tantissimo,ci vuole un enorme coraggio per arrivare dove è arrivato lei e le faccio i miei complimenti,ma non può certo pretendere di attraversare incolume tutto questo...ha accettato di essere chi è realmente e ora deve accettare di provare anche delle emozioni “negative” come la rabbia e la tristezza.Sono certa che lei ha già buoni strumenti per intraprendere un percorso psicoterapico,che la aiuterebbe a conoscere ed imparare a gestire anche le altre parti di lei,che sembrano ancora più inaccettabili...si è mai permesso di arrabbiarsi con qualcun altro ad esempio?
Rimango a disposizione e le faccio tanti auguri.
Dott.ssa Elena Pellizzari.
Bassano del Grappa.

Dott.ssa Elena Pellizzari Psicologo a Bassano del Grappa

8 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Freud chiamava malinconia quella sofferenza fatta di un misto di rabbia, paura e tristezza. Siamo malinconici, sosteneva Freud, quando qualcuno ci è morto "dentro". Chi è morto dentro di lei?La sua precedente identità? La sua ex compagna ( un legame forte ci deve essere pur stato, visto che vi siete messi insieme a 16 anni e per 15 anni, anche se lei sembra ora rinnegarlo)? Lei sembra un uomo solo, tremendamente solo. Incapace di affrontare la sua nuova identità.
A soli 30 anni non si può essere tristi e piangenti per il tempo sprecato! Tanto più che lei non lo ha sprecato, visto che gli è servito a venire in chiaro con la sua identità sessuale. Ma gli è completamente chiara, ora? Rifletta. E auguri!

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo, cosa le fa sentire nello specifico, tutti questi rimpianti? Le esperienze sessuali mancate o altro? Le esperienze sessuali sono corredate da una relazione intima. Sono le relazioni che le mancano? Vede lei e la sua ex moglie avete condiviso una vita insieme, lo avete fatto penso, di comune accordo. Quanto avete vissuto è fatto di vari momenti, alcuni felici, altri no, come per tutte le coppie. Vi siete lasciati male? Dove sta la novità? Le separazioni sono spesso così. Il vostro passato però, non è stato tutto così (mi auguro). Questa è la strada che lei ha fatto e se l'ha fatta, ci sarà stato un motivo. Ora ha una nuova vita. Ovvio che se l'avesse avuta prima avrebbe pptuto viverla di più, ma pensache sarebbe stato veramente meglio? Qvrebbe potuto incotrre in delusioni maggiori, chi le garantisce che sarenbe stato così felice? Nessuno può dirlo. Perché non pensa al suo futuro, anziché piangere per un' improbabile passato.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

391 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Tommy, ě vero come lei dice il tempo perso non si puó recuperare....ma io non lo considererei perso! Ha fatto dei cambiamenti molto importanti nella sua vita, seguendo i suoi bisogni e riconoscendo una parte importante di sė. Certo mi viene da dire che fatica! Sta attraversando una fase legittima di messa in discussione del suo passato e di ció che ė stato, ma credo sia fondamentale approcciarsi a questo stando sul presente. Penso che un percorso di sostegno psicologico possa esserle molto utile per "rimettere insieme i pezzi" e ricostruire se stesso e la sua storia traendo il meglio dalla sue esperienze passate. Puó vivere il suo presente come vuole: resta immobile pensando al passato o lavora per vivere a pieno ció che ha oggi? A lei la scelta. Le faccio un grosso in bocca al lupo per il suo percorso di scoperta di sė, dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

224 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Tommy, come dici anche tu non si può recuperare il tempo "perso"...purtroppo non si può tornare indietro e cambiare il passato e le scelte che si sono fatte. Quello che stai facendo in questo momento, però, è permettere a questo passato (il tempo perso, le offese della tua ex moglie) di influenzare il tuo presente e di non permetterti di viverlo a pieno. Quindi ti ritrovi con l'amarezza del tempo perso, ma paradossalmente rimuginando su questo continui a perdere altro tempo, perchè non vivi a pieno la tua nuova situazione. Un conto è arrivare a 30 anni e avere zero esperienze sessuali...un conto è arrivarci e averne avute solo di tipo etero. Sono due condizioni totalmente diverse. Non fanno di te una persona senza esperienza, anzi: l'esserti relazionato con una donna, probabilmente, avrà incrementato dei modi di interagire con il partner più sensibili ed empatici (che credo riscontreranno apprezzamento nelle tue future relazioni). Il fatto di non avere avuto relazioni sincere con persone sincere, non vuol dire che non ti potrà capitare. Quando ci si innamora in età adolescenziale e si porta avanti quel rapporto in età adulta, è facile ad un certo punto perdersi o rimanerne delusi...crescendo il nostro modo di leggere e reagire alla realtà cambia. A 16 anni hai fatto sicuramente la scelta che in quel momento era giusta per te...a 30 sei necessariamente cambiato e non ritrovi la sincerità che vorresti! Provo a darti un piccolo strumento: ogni giorno scrivi a ritroso (quindi da oggi andando indietro ) tutte le cose che pensi di aver perso, tutte le cose che ti hanno deluso e che hai scoperto non essere sincere, tutti i rimpianti che ti vengono in mente. Quando ne avrai abbastanza per quel giorno chiudi e metti via senza rileggere. Il giorno dopo riprendi da dove avevi lasciato. Quando avrai finito il tuo romanzo del tempo perso valuta come ti senti. Se avrai ancora questi pensieri e questo malessere, ti consiglio di contattare uno psicoterapeuta della tua zona che ti aiuti a mettere il passato nel passato e a vivere il tuo presente e il futuro che ti attende!

Dott.ssa Serena Carrai Psicologo a Rimini

13 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Tommy,
la tua storia di vita è sicuramente ricca di importanti tappe che ti hanno portato a una maturazione personale non indifferente e che non tutti riescono a raggiungere. La tua sensazione è quindi legittima alla luce degli eventi passati, ma certamente rifigurabile in un'esperienza estremamente importante per la tua crescita. Forse dovresti riconsiderare il tuo impegno passato ed interpretarlo non come una spesa, ma piuttosto come un significativo investimento che ti ha consentito di guadagnare questa nuova condizione decisamente per te più identitaria!

Dott. Giuseppe Marino Psicologo a Stradella

82 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte