Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Rapporto di 5 anni. Problemi di comprensione, di ascolto che generano malessere

Inviata da Anna il 15 dic 2014 Terapia di coppia

Buongiorno. Ho 32 anni e sto con un ragazzo da 5 anni. E' una persona meravigliosa ma dopo tutti questi anni certi suoi atteggiamenti mi stanno stancando, mi urtano e mi feriscono. Lui è una persona che vuole sempre serenità (quindi se mi arrabbio per qualunque cosa mi dice che non dovrei e che mi fa del male), è molto sicuro di se quindi se in una discussione ricordiamo cose diverse è perché io non ricordo. Se gli chiedo scusa mi dice "ecco, brava!così si fa". Mi guarda raramente negli occhi e i nostri momenti intimi si riducono appena la sera a letto, quando mi abbraccia per dormire. Non ama baciare o abbracciare, prima era un problema se si stava in pubblico ma ora anche a casa. Ho provato a parlargli per risolvere e affrontare i problemi ma sembra che i problemi li abbia io: sono poco paziente, mi arrabbio subito, dovrei prendere l'iniziativa, mostrargli cosa significa "romanticismo". Pensa che l'amore non vada nutrito o non è amore. Non so quanto questa descrizione sia chiara, so di non essere felice e cerco di migliorare e stessa e mi manca l'amore e la tranquillità che in questo momento non ho. I miei sentimenti e l'attrazione stanno svanendo pian piano e mi sento colpevole per la poca pazienza e il mio nervosismo. Quando gli parlo è come se salisse su una montagna altissima mentre io rimango schiacciata da ciò che, secondo lui, è giusto e sbagliato. Adesso però inizio ad essere preoccupata anche per la mia salute e il mio umore. Posso gestire questa situazione in altro modo? Considerando che dovremmo essere in due? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Anna,
comprendo quando sia faticoso gestire una situazione come quella che descrive, cercando di fare da soli e per due all'interno di una coppia. Se come si coglie dalle sue parole questa relazione sta diventando negativa per lei, condizionando anche il suo umore ed il suo benessere è arrivato il momento di parlarne apertamente con il suo partner. Se continua ad avere la sensazione che lui sia impermeabile alle sue ragioni, poiché diverse dalle sue, le consiglio di metterlo chiaramente al corrente del fatto che lei sta avvertendo i primi scricchiolii del vostro rapporto e che il problema va affrontato inevitabilmente, pena la fine in un prossimo futuro della relazione. Valuti lei poi a seconda del tipo di accoglienza che troverà nel suo compagno se non sia il caso di proporgli un ciclo di consulenze di coppia o un periodo di riflessione e allontanamento tra voi. Con i miei più cari auguri. Resto in ascolto,
D.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica - Roma

Dr.ssa Ilaria Beltrami Psicologo a Roma

76 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Anna,
Ho letto con attenzione quanto da lei scritto, mi rendo conto che non debba essere facile vivere un rapporto dove il proprio partner si dimostra freddo e distaccato. Una relazione del genere influisce pesantemente e negativamente sul suo benessere psicologico e sull’autostima oltre che sul rapporto di coppia. Spesso chi è coinvolto nella relazione cerca in tutti i modi di preservarla nonostante essa generi un elevato grado di sofferenza e umiliazione. Da quanto letto mi sembra di capire che all’interno della vostra relazione vi sia una rigidità di ruoli e dinamiche relazionali che v’impediscono di vivere in modo sano la vostra storia, generando rabbia e risentimento e al tempo stesso non vi permettono di crescere nel rapporto. Infatti, mi sembra di capire che più lei ricerca una maggiore vicinanza e intimità e più lui si sottrae, dando avvio a una vera danza d’inseguimento-fuga. Nei rapporti sani la capacità di amare dipende dall’acquisizione di una sufficiente maturità psicologica e relazionale. Il consiglio che mi sento di darle è quello di intraprendere una terapia di coppia, dove sia possibile usufruire di uno spazio d’incontro e confronto al fine di comprendere attraverso la vostra storia, quali siano le dinamiche relazionali disfunzionali che generano il malessere a entrambi. Nel caso in cui il suo compagno non si renda disponibile, le consiglio una psicoterapia personale che possa aiutarla a comprendere e gestire il disagio provato.
Un caro saluto
Dottoressa Carmen Di Grazia

Dott.ssa Carmen Di Grazia Psicologo a Cesena

12 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Anna,
Ho letto con attenzione quanto da lei scritto, mi rendo conto che non debba essere facile vivere un rapporto dove il proprio partner si dimostra freddo e distaccato. Una relazione del genere influisce pesantemente e negativamente sul suo benessere psicologico e sull'autostima oltre che sul rapporto di coppia. Spesso chi è coinvolto nella relazione cerca in tutti i modi di preservarla nonostante essa generi un elevato grado di sofferenza e umiliazione. Da quanto letto mi sembra di capire che all’interno della vostra relazione vi sia una rigidità di ruoli e dinamiche relazionali che v’impediscono di vivere in modo sano la vostra storia, generando rabbia e risentimento e al tempo stesso non vi permettono di crescere nel rapporto. Infatti, mi sembra di capire che più lei ricerca una maggiore vicinanza e intimità e più lui si sottrae, dando avvio a una vera danza d’inseguimento-fuga. Nei rapporti sani la capacità di amare dipende dall’acquisizione di una sufficiente maturità psicologica e relazionale. Il consiglio che mi sento di darle è quello di intraprendere una terapia di coppia, dove sia possibile usufruire di uno spazio d’incontro e confronto al fine di comprendere attraverso la vostra storia, quali siano le dinamiche relazionali disfunzionali che generano il malessere a entrambi. Nel caso in cui il suo compagno non si renda disponibile, le consiglio una psicoterapia personale che possa aiutarla a comprendere e gestire il disagio provato.
Un caro saluto
Dottoressa Carmen Di Grazia

Dott.ssa Carmen Di Grazia Psicologo a Cesena

12 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Anna, ho letto con attenzione il tuo messaggio e ho cercato di dividere la informazioni che te hai offerto in: atteggiamenti di LUI, sensazioni di LEI, metafora del rapporto e la richiesta che fai.
Nelle prossime righe condivido con te queste considerazioni.
Ciò che dici di LUI è:
- vuole sempre la serenità
- è molto sicuro di sè; tende ad avere sempre ragione; ad accusare e a desiderare l'approvazione "ecco cosi brava, cosi si fa"
- non guarda negli occhi
- non ama bacciare ed abbracciare (nè in pubblico, nè a casa)
- pensa che l'amore non vada nutrito o non è amore

Sensazioni TUE :
- ultimamente certi suoi atteggiament mi stancano, mi urtano, mi feriscono
- so di non essere felice
- mi manca l'amore e la tranquillità che in questo momento non ho
- i miei sentimenti e l'attrazione svaniscono
- mi sento colpevole per la poca pazienza e il mio nervosismo
- cerco di migliorare me stessa
- ho cercato di parlargli per risolvere e affrontare i problemi, ma sembra che i problemi c'è gli ho io: sono poco paziente, mi arrabbio subito, dovrei prendere l'iniziativa, mostragli cosa significa romanticismo.

Nella tua descrizione mi è sembrato significativa la "metafora", se la vuoi chiamare cosi, che te hai offerto rispetto alla tua percezione del vostro rapporto: "Quando gli parlo è come se salisse su una montagna altissima, mentre io rimango schiacciata da ciò che secondo lui è giusto o sbagliato".

Come richiesta sembra che te ti/ci chiedi "come posso gestire in altro modo questa situazione" ("Posso gestire questa situazione in altro modo, considerando che dovremmo essere in due?").

La mia risposta consiste in un invito a riguardare attentamente le tue sensazioni, la tua percezione di lui e del vostro rapporto - sembra che te esprimi già una tua infelicità rispetto a questo rapporto e ti senti addirettura "schiacciata" da questa "altissima montagna". Quest'immagine non sembra combaciare con il tuo desiderio di affrontare e risolvere determinate situazioni "in due.

Rimango a tua disposizione
Cordiali saluti
Dr.ssa Ioana Maria Suciu, Fano (PU)

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Anna,
in questa relazione lei sta perdendo di vista se stessa, l'innamoramento è una cosa, l'amore un'altra.
Come consigliato dai colleghi intraprenda un percorso di consulenza, dubito che il suo compagno dall'alto delle sue ragioni e del suo piedistallo sia disposto a mettersi in discussione. dopo 5 anni di relazione e i suoi 32 di età immagino voglia costruirsi forse un futuro o una famiglia, si chieda se questa è la persona che fa per lei, o indaghi con un collega se non vi siano diverse dinamiche che la spingono a stare con questa persona.
Non so da dove scrive, in ogni caso se volesse resto a disposizione per una consulenza più approfondita, da queste pagine è difficile dare un corretto supporto.
Cordialmente

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

208 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna,
Due persone si scelgono per un determinato motivo e nella coppia oltre ad esserci un patto dichiarato di fedelta' condivisione e benessere solitamente (nella maggior parte dei casi) ce n e' uno implicito, non detto,ma pensato e che risiede nel profondo di ciascuno di noi. Segretamente, cosa vi ha unito? Quali aspettative? Quale condizione?
Oltre a questo c e' da chiedersi come si sente lei in questo rapporto e perche' ha scelto come compagno un uomo cosi difeso emotivamente. Credo che sarebbe utile una terapia personale ad approccio sistemico o psicodinamico per capire la sua storia, c ho che vi ha unito e cio' che adesso la fa star male di questo rapporto. Resto a disposizione
Dott.ssa Valentina Barbagli

Dott.ssa Valentina Barbagli Psicologo a Arezzo

49 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna
davvero e seriamente mi chiedo tu come abbia fatto a rimanere con uno così tutto questo tempo. Questa persona deve essere molto inibita e bloccata e di conseguenza si è creato un mondo perfetto tutto nella sua testa e tenta di corrispondervi non accorgendosi che ci sono persone là fuori...anche persone che lo amano e di cui lui nemmeno si accorge, nello specifico una di queste sei tu!!!
In conseguenza tu hai bloccato i tuoi processi di crescita non potendo avere una vera relazione con lui, una relazione piena di robe poco "elevate" e però molto meno finta...una relazione vera....che invece di schiacciarti ti farebbe crescere!
Questo è il mio pensiero
Un caro saluto
Dott.ssa Ceccucci Silvana Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6783 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Anna,
se dopo un attento esame su quello che a lui non piace di te come modalità di rapporto, ti sembra di capire che che il suo raffreddamento ne sia una conseguenza, vale la pena che tu in qualche modo debba cambiare, magari facendoti aiutare da un/a dei miei colleghi della tua zona (arrivando al massimo della resa, ovviamente).
Se invece non fosse così, non mi resta che suggerirti la classica pausa di riflessione separandovi momentaneamente e comunque sempre con l'aiuto di un esperto/a professionista della coppia.. Momentaneamente sono disposta ad ascoltarti da qui.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoteraeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79250

Risposte