Rapporto con il terapeuta

Inviata da Susy · 28 mar 2017 Autorealizzazione e orientamiento personale

Salve, Vi chiedo, cortesemente, qualche consiglio. Al secondo incontro con un/a terapeuta, mi viene detto che la ricevuta verrà fatta una volta ogni tot sedute (c'è da fare una procedura telematica). Io ho pagato subito; ecco, come ha già scritto precedentemente qui un professionista, credo che il pagamento dovrebbe avvenire contestualmente alla ricevuta...
Inoltre, se non erro, mi è stato proposto o di fare un ristretto numero di sedute e poi decidere se iniziare il percorso di psicoterapia oppure di cominciare subito con una frequenza di sedute più lunga per poi accorciarla in seguito. Ho chiesto se dovevo decidere subito e mi è stato detto di sì, poi, dato che non mi decidevo, il/la terapeuta ha scelto di fissare un appuntamento non vicinissimo e quindi di fare una cosa a metà tra le due proposte (un ristretto numero di sedute ad una distanza non ravvicinata), contestualmente a ciò, ha detto che avrebbe preso già il prossimo appuntamento, mentre io avrei preferito telefonare in seguito. Gliel'ho fatto capire e ha risposto che lui/lei lavora (un modo per sottolineare che io invece non lavoro?!) e che questo serve anche a me perché non si allunghi troppo il tutto e per avere un punto fermo… Insomma, devo dare ancora fiducia a questo/a professionista, secondo Voi?
E poi, un ulteriore domanda-provocazione. Ma perché costate così tanto?! E qui non mi riferisco tanto alla persona a cui mi sono rivolta, ho visto infatti di peggio in giro. Credo che, se una professione del genere viene fatta davvero per vocazione, certe cifre dovrebbero essere evitate o, per lo meno, si dovrebbe escogitare un modo per dare la possibilità, anche a chi non è ricco o non vuole buttare i soldi al vento, di fare un percorso di psicoterapia.
Grazie mille per la disponibilità.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 MAR 2017

Gentile Susy,
ogni terapeuta segue un proprio personale metodo e concordo con la collega che l'importante è che lei abbia regolare ricevuta di quanto ha versato. Personalmente rilascio ricevuta ad ogni prestazione così come mi era stato indicato dall'Ordine degli Psicologi. Ma la decisione ultima spetta a Lei . Il collega le ha proposto alcune possibilità di intervento, ma se lei nutre dei dubbi , è ancora in tempo per sottrarsi. Rispetto ai costi della parcella , esiste un tariffario che può consultare sul sito dell'ordine degli Psicologi della sua regione e lì è indicata per le prestazioni psicoterapeutiche, una cifra che va da un minimo di 40 ad un massimo di 140 euro. Non so quanto questo collega le abbia chiesto , ma se ritiene che la cifra sia troppo alta, nulla le vieta di cercare qualcuno che le chieda un pò meno . Ricordi che le sue ricevute le può scaricare al 19% come spesa medica quando farà la denuncia dei redditi , quindi come vede alla fine lei avra speso un importo inferiore, appunto il 19% in meno. I costi della Psicoterapia sono pittosto alti, ma creda che molta parte di noi Psicoterapeuti liberi professionisti , lottano da anni perchè venga finalmente varata una legge sulla psicoterapia convenzionata e credo si stia timidamente muovendo qualcosa in quest'ambito, anche se ancora nulla di sostanziale è stato fatto. Un 'altra possibilità per spendere un pò meno è quella legata alla stipula di certe assicurazioni che coprono in buona parte le spese mediche . Per esempio i bancari ne possono usufruire per un costo annuale piuttosto modesto . Si informi perciò su tutte le possibilità che le possono essere offerte e se proprio non si sente di sostenere i costi , può rivolgersi all'A.S.L . Mi risulta che spesso vi siano lunghe liste d'attesa , ma può tentare e comunque ricordi che anche lì è necessario pagare un ticket e non credo sia bassissimo , ma meglio sarebbe lei si informasse direttamente . Può darsi che la spesa vari a seconda del reddito dichiarato.
Spero di averLe fornito informazioni utili .
Cordiali saluti
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

651 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAR 2017

Condivido ciò che le hanno spiegato gli altri colleghi.
Sintetizzo da parte mia:
- La chiarezza è la base del rapporto psicoterapeutico, se lei ha dei dubbi, chieda al terapeuta e le sarà risposto. Non vedo perchè debba concludere senza aver prima chiesto di venirle incontro.
- se ha difficoltà economiche, si puo' trovare un accordo tra le parti
-Infine, cosa sostanziale, lo psicologo psicoterapeuta ha alle spalle 5 anni di percorso universitario piu quattro di specializzazione (che ha pagato profumatamente di tasca propria), oltre a un paio di anni almeno di tirocinio gratuito presso strutture. Superiamo quindi abbondantemente i 30-32 anni senza guadagnare una lira, ma solo facendo formazione. (e pagando per questa)
Inoltre noi siamo obbligati a costanti aggiornamenti ogni anno per un certo numero di ore (considerevoli e costose, )sempre tutto a nostre spese e per tutta la vita lavorativa.
- Costiamo molto? le tariffe medie si aggirano dalle 50 alle 80 euro a seduta, talvolta qualcosa in piu se si tratta di sedute di coppia o sistemico familiari (piu lunghe e impegnative, talvolta coinvolgono piu terapeuti).
Una domanda banale: quanto spende per andare farsi il colore dalla sua parrucchiera? o banalmente per farsi il pedicure dalla sua estetista? quanti anni di studio hanno alle spalle una parrucchiera o una estetista rispetto a uno specialista sanitario laureato e specializzato (senza nessuna offesa alle parrucchiere).
- Infine: esistono alla ASL delle figure preposte alla consulenza psicologica, puo' rivolgersi al servizio pubblico, in modo del tutto gratuito. Ma quanto la faranno aspettare? spesso mesi, e non garantiscono una cintinuità e una frequenza decente.
E' con questo tipo di organizzazione statale che se la deve prendere - caso mai - non con dei professionisti che, per scelta, lavorano nel privato. Puo' prendersela colm servizio pubblico e chiedere che la ricevano gratis e subito. Perchè non se la prende con le asl e comn la la sanità nazionale?

Ora, lo psicologo studia fino a trentanni e oltre, si aggiorna ogni anno per tutta la vita lavorativa (pena la cancellazione dall'albo psicologi), si paga i contributi, l'inps, e quant'altro (lei crede che la parcella sia il netto che lo psicologo intasca? se gli resta la metà è tanto....le tasse dove le mettiamo?) e le incombenze burocratiche? il commercialista ?
Premesso ciò, le ricordo che ci sono anche preti che la possono ricevere "per vocazione" e lei è libera di rivolgersi a loro, non le chiederanno nulla. Ma se ha dei sintomi psichici non va da un prete, giusto? va da un professionista che abbia i mezzi e la preparazione adeguata per aiutarla a stare bene. E che quindi, dovendo vivere del proprio sudato "mestiere", le chiederà una giusta parcella. Non le pare.
Ma se va da un medico specialista, che le chiederà dai 150 ai 300 euro a visita (mediamente e secondo la fama e l'esperienza o i titoli) , non fa rimostranze? perchè?
Siamo esattamente allo stesso livello di un medico, abbiamo studiato altrettanti anni.
Lo psicologo non è una persona pia al servizio di tutti, non è una suora o frate missionario. E' un professionista della salute , con una preparazione seria che consente a lei e a quelli come lei di acquisire metodi e strategie per potersi chiarire i suoi sintomi e trovare il modo di stare meglio .
Dice che è poco se le chiedono una cifra onesta, dimezzata da tasse e orpelli vari? dimenticavo, glielo paga lei l'affitto e il riscaldamento dello studio professionale? la luce? le pulizie? e quant'altro per tenere aperto il luogo dove riceverla?
Un esempio?
a me è capitato di sentire persone che dopo una o due sedute dicevano che non avevano le possibilità economiche e lasciavano il percorso. Poi le incontravo per strada con abiti firmati , e stivali da 400 euro. Mi perdoni, ma si tratta anche di fare una scelta: se ho un problema di salute, rinuncio al futile e vado a farmi curare. Se non ci vado ma mi compro abiti costosi, forse cosi tanto male poi non sto....
Personalmente io non posso permettermi con la mia attività nè abiti da boutique nè scarpe firmate, le acquisto al mercato a 30 euro. E' questo lo psicologo del suo quartiere, non è il famoso chirurgo estetico (con tutto il rispetto....) e se mi avanza qualche soldino lo investo in corsi di aggiornamento per migliorare le mie tecniche e quindi i benefici dei miei pazienti. E con ciò non aumento la tariffa a ogni nuovo corso di aggiornamento. E questo perchè òa mia professione mi piace, mi appassiona e la faccio col cuore. Tengo il paziente anche due ore se occorre e chiedo la stessa parcella di un'ora , perchè desidero che migliori, non guardo l'orologio.
Ma non trovo corretto lavorare per pura "vocazione" e quasi gratis.
Non è corretto verso i pazienti e nemmeno verso se stessi e la professionalità che abbiamo e che ci costa, come le ho ben illustrato.
Le è sufficiente per comprendere come vanno le cose, prima di sparare a zero su una categoria professionale, farebbe meglio a informarsi e, magari, a riflettere, invece di parlare con frasi scontate e superficiali.
Ossequi.
Dot.ssa Paola Federici, Psicologa psicoterapeuta . Albo Psicologi Lombardia n. 03/2599- Psicopedagogista- Counsellor di orientamento scolastico - Specialista in psicoterapeie brevi e autogene - Matser in Ipnosi clinica - Tecniche EMDR - Tecniche cognitivo comportamentali.

Centro Psicologico della Dott.ssa Paola Federici Psicologo a Binasco

111 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2017

Genti Susy,
Premetto che ogni terapeuta ha un suo stile, quindi non si puó dare un giudizio su come opera il collega, quello che le posso dire è che si deve mettere nella posizione di chi non sta è facendo un favore al terapeuta ma asseconda un suo bisogno. Per cui se non sente rispettati i suoi tempi lo faccia presente al collega dal quale se non si sente capito potrebbe anche non ritornare.
Per quanto riguarda i costi elevati oltre alla competenza deve tenere conto che su quella cifra ci paghiamo le tasse oltre che bollette, studio ecc... Per chi non si puó permettere la terapia privata c è la asl. Tutti meritano un compenso dignitoso e giuste cure. Buona giornata

Dottoressa Rosa Ranieri Psicologo a Bari

68 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2017

Cara Susy, come le hanno risposto anche i colleghi, può serenamente chiedere al terapeuta di fatturarle tutto subito o mettersi d'accordo con lui/lei per ricevere la fattura dopo, come le è stato proposto. Se il contratto terapeutico (in cui è compreso tutto il setting: orari, sedute, giorni, frequenze, pagamenti, modalità di comunicazione etc) lo sente, per così dire, imposto dall'alto e non lo condivide, ne parli col terapeuta, sarà certamente oggetto di riflessione per entrambi. L'importante è che tutto le sia fatturato. Per quanto riguarda la gravosità dell'impegno economico, condivido con lei il fatto che sostenere settimanalmente questa spesa può essere impegnativo e che, come lei giustamente dice, tutti dovrebbero avere pari possibilità di accedere alle cure. Ma il lavoro va comunque retribuito a un prezzo equo poichè la vocazione deve confrontarsi con la vita. Condivido l'opinione dei colleghi quando dicono che a nessuno verrebbe in mente di chiedere uno sconto a un medico, che, come gli altri professionisti, lo fanno con altrettanta vocazione. Credo che questa confusione nasca un po' dal fatto che spesso si ritiene che lo psicologo sia una persona che "aiuta" in accezione un po' generica. Lo psicologo "aiuta" tanto quanto il medico, nel senso che, il suo "aiuto" non è fondato solo sulla vocazione e sui buoni sentimenti, ma su una precisa e rigorosa preparazione tecnico scientifica di grande livello (almeno si spera che la cosa sia così in tutte le professioni). Il percorso che porta a diventare psicologo è lungo, difficoltoso e costoso. L'aiuto che egli dà si esprime con parole o con silenzi che non vengono utilizzati a caso ma che fanno parte di un ben preciso sapere. Cura attraverso la relazione, ma cura e la cura ha bisogno di un grande bagaglio conoscitivo. Non le dico quanto sia ancora più lungo e ancora più costoso il percorso per diventare psicoterapeuta. Se il privato è eccessivamente gravoso potrebbe rivolgersi alla Asl. Le lascio anche un'altra idea che potrebbe prendere in considerazione. Spesso le scuole di formazione in psicoterapia hanno studenti (psicologi iscritti all'Albo) che cercano i primi pazienti da seguire. In genere (ma di questo se ne può facilmente accertare chiedendolo) i giovani psicologi seguono i primi casi sotto la supervisione di psicoterapeuti già molto esperti (quindi lei può stare tranquillo) analogamente a come un chirurgo novizio opera le prime volte sotto l'occhio attento del chirurgo anziano. Questi psicologi praticano in genere prezzi molto più modici. Potrebbe contattare una di queste scuole e chiedere se possono darle il nominativo di qualcuno in formazione che ha dato l'assenso a che il suo nome possa essere dato in caso di richiesta. Alcune scuole di psicoterapia, inoltre, praticano prezzi "sociali" per persone che ne abbiano la necessità. Può trovare la lista di queste scuole, autorizzate dal MIUR, su internet con una semplice ricerca su Google. Spero di esserle stata utile. la saluto e Le auguro un buon percorso.

Dott.ssa Carla Masolino Psicologo a Pisa

21 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2017

Gentilissimo,
Lei ha diritto ad avere le ricevute delle prestazioni volta per volta, magari la fattura si può fare pure in seguito, se d'accordo con il terapeuta.Per quanto riguarda la vocazione nella professione, credo che essa deve accompagnare ogni mestiere, non solo la nostra. Eppure è impensabile che si possano pretendere sconti dal medico o dall'architetto invocando questa motivazione; perché lo si deve pretendere dal terapeuta? Ogni mestiere è accompagnato da lunghi anni di preparazione ed è giusto che ognuno dia al proprio intervento il giusto valore. Il prezzo non ha solo un significato di compenso, ma anche un connotato simbolico che il cliente da a sé stesso e all'intervento che fa, la invito a riflettere su che valore ha per lei una terapia.Forse è questo ciò che ha provato a fare il suo terapeuta, rimango a sua, disposizione, per tutto il resto ci sono le ASL, come le ha già suggerito la collega. Cordiali saluti,

Dott.ssa Codruta Ileana Terbea Psicologo a Lecce

105 Risposte

190 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 MAR 2017

Gentile Susy,
Quello di cui lei si deve assicurare é che venga fatturato tutto l'importo da lei versato, gli altri aspetti sono relativi, ma comunque se non le vanno a genio può sicuramente parlarne con il suo terapeuta. Per quanto riguarda il costo delle sedute, se per lei é un problema sostenerlo, ha pensato a rivolgersi ad un csm, per essere inquadrata nei servizi di psicoterapia offerti dal servizio sanitario nazionale?

Cordialmente

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte