Rancore verso mia madre

Inviata da Fantasya · 28 apr 2019 Terapia familiare

Ho 36 anni e sono molto arrabbiata con mia madre. É vedova da 20 anni, mio padre é morto a soli 45 anni a causa di un infarto. Ha sempre protetto in modo eccessivo mia madre, la quale con la nascita delle due figlie non ha più lavorato. Non le ha permesso di prendere la patente perché tanto la portava lui ovunque. Era un papà dolce ed affettuoso ma solo crescendo ho compreso che ha fatto più del male che del bene a mia madre. Lei é meridionale e vive al nord da quando ha 18 anni, avendo conosciuto mio padre ed essendosi trasferita qui con lui. La famiglia di mio padre é sempre stata contro a questo matrimonio ed ha sempre umiliato mia madre in mille modi nonostante lei facesse la “serva” al loro servizio. Mio padre aveva con la sua famiglia di origine un rapporto molto burrascoso ma nonostante questo é rimasto a vivere con mia madre dapprima in casa con loro e poi dopo la nascita di mia sorella prima e poi la mia, in un appartamento costruito sopra il loro. Il tutto per via della sorella disabile, mia zia. Abbiamo sempre vissuto in promiscuità, assorbendo le negatività del rapporto con la nonna paterna, persona arida ed anaffettiva, verso la quale ho nutrito sempre odio ed insofferenza per il trattamento che riservava a mia madre e che lei subiva passivamente. Morto mio padre e morti i miei nonni, mia zia é rimasta sola e mia madre, nonostante gli screzi del passato ha deciso di prenderla in casa e prendersene cura. Mia zia é una persona acida e dispotica e mia madre la subisce. Io e mia sorella siamo sempre presenti per darle supporto, per portarla in giro, per farle la spesa, per qualunque esigenza sia essa morale o materiale. Io vivo nell’appartamento che era dei miei genitori con mio marito e mia figlia. Il mio problema é che sento che la mia rabbia si sta canalizzando verso mia madre. La sua debolezza mi urta.
La incolpo mentalmente di non essere stata in grado di scegliere per se stessa e di aver riversato le sue mancate decisioni su noi figlie che ora viviamo legate al peso di saperla dipendente da una persona non autosufficiente, ed allo stesso tempo di dover programmare tutto in funzione di questa situazione. Io avrei voluto trasferirmi all’estero e non ho “potuto”. Non so più come gestire i miei sentimenti che stanno sfociando in rabbia palese e risposte secche e scocciate verso mia madre.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 APR 2019

Cara Fantasya, è stata comunque brava a costruire la sua famiglia. Non mi è chiaro se sua madre vive con voi. Chi è la persona non autosufficiente, la zia? E perché dovete portare in giro sua madre? In ogni modo non c'è una risposta semplice. Dovrebbe cambiare alcuni suoi comportamenti, ma senza rabbia, che non serve e piuttosto la fa sentire in colpa. Quali siano non è possibile dirlo senza conoscere la vostra situazione meglio. Le sarebbe molto utile un percorso di terapia cognitivo- comportamentale. Non può pensare di cambiare le cose se mette in atto sempre le stesse reazioni. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

944 Risposte

382 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2019

Gentile Fantasya,
la storia sua e della sua famiglia d'origine è costellata di situazioni difficili e potenzialmente traumatiche e spesso capita che si crei una sorta di ciclo che si ripete da una generazione all'altra. La rabbia che prova è comprensibile e merita di essere ascoltata ed elaborata, in modo che non diventi distruttiva del rapporto con sua madre e che non la porti a sentirsi in colpa verso di lei.
Le suggerisco di rivolgersi ad uno psicoterapeuta della sua zona per affrontare la situazione e i suoi vissuti con un aiuto adeguato, perchè non rimanga da sola con la sua rabbia.
Se lo desidera rimango a sua disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte