Ragazza di 19 anni, periodo di crisi che si prolunga da quasi un anno

Inviata da Doriana · 26 ago 2020

Salve mi chiamo Doriana, è da un bel po' di tempo che mi sento sempre peggio, l'ultima volta che credo di essere stata relativamente felice è stata quando ho concluso le superiori con risultati più che soddisfacenti, poi in estate ho incominciato a sentirmi sempre più oppressa, e sconfortata presumo per la scelta universitaria, poi a settembre ho scelto ( medicina) malgrado determinate materie non piacessero ( come mate, fisica, chimica) sono riuscita comunque a studiare per un po' di mesi tranquillamente. Oltre a studiare andavo anche in palestra(almeno da 3 anni) con il lockdown poi hanno chiuso e ho smesso, e quindi praticamente non facevo altro quello, studiare.
La mia vita sociale si è ridotta ancora di più, diciamo che ho degli amici, non molti ma ho quelli giusti, ma ho iniziato ad isolarmi sempre di più mentre io incomiciavo a sentirmi di nuovo oppressa e a non voler più studiare, mi sono in un certo senso costretta, inizialmente riuscivo a trovare quella che è sempre stata la mia motivazione di fondo e quindi andavo avanti, ma man mano mi sentivo sempre peggio, sono almeno 3 mesi che mi sveglio tutti i giorni con l'ansia, che non riesco a mangiare bene, che piango per ore e non so cosa fare. A breve ho il test di ingresso ma ho smesso di studiare, non ci riesco a sto provando a rilassarmi a considerare magari un'altra facoltà ( psicologia) ma continuo a sentirmi male, a dormire tutto il giorno, non riesco neanche a godermi un momento di pace. Mi sento continuamente in colpa, per il tempo che sto perdendo, perché forse sto prendendo scelte sbagliate, perché un periodo sono fermamente convinta di una scelta e poi mi ritrovo di nuovo al punto di partenza. Ho perso la motivazione in tutto, non riesco a fare neanche una passeggiata che subito piango. Mi sento devastata e in " trappola". Come mi devo comportare ? Cosa dovrei fare ? Ne parlo con amici e familiari, mi dicono di stare tranquilla che sono giovane, ma comunque non riesco ad uscirne da questa situazione, e quindi ho smesso anche di parlarne perché ormai mi sono stancata.
Voi cosa ne pensate? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 AGO 2020

Buongiorno Doriana,
L'inizio della sua sofferenza sembra ricondursi al momento della scelta universitaria. Mi concentrerei quindi nel comprendere le motivazioni che l'hanno portata a metterla in atto. Da cosa è nato l'interesse per quella facoltà? E quali sono i progetti in relazione ad essa?
Contestualizzare la scelta insieme ad un professionista potrebbe far emergere quanto questa è autentica e dare nuove aperture di senso.
Cordialmente
Dott.ssa Marta Brocca

Dott.ssa Marta Brocca Psicologo a Favaro Veneto

47 Risposte

21 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 AGO 2020

Gentile Doriana
Mi spiace per ciò che sta attraversando; i suoi amici e parenti hanno ragione a dire che è giovane e di stare tranquilla tuttavia ha il diritto di stare bene ed essere serena pertanto credo che sia importante esplorare il suo sentire rispetto a ciò che la fa stare male. Contestualizzare questo suo malessere così come approfondire le scelte e aspettative future rispetto all università al lavoro. Un percorso può senz'altro supportarla per far luce su tutto ciò.
Le auguro il meglio.
La saluto

Dott.ssa Jessica Agnelli

Dott.ssa Jessica Agnelli Psicologa Psicologo a Pescara

78 Risposte

29 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 AGO 2020

Cara Doriana, mi spiace molto che stai attraversando questo periodo di difficoltà...e aggiungo anche che famigliari e amici ti dicono il giusto che sei giovane! Ma proprio perché sei giovane..devi stare bene .e crearti le giuste condizioni per riprendere la tua vita....in mano..come hai sempre fatto. Scegliere a volte..come hai dovuto fare tu..per l universita crea ansia e preoccupazione perché non sempre vi e certezza.. ! Credo che sarebbe importante per te...cercare di dedicarti alcuni giorni di vacanza..di stacco per stare con le amiche con cui più sei legata.. anche semplicemente per goderti insieme a loro..semplici cose.. questo ti farà bene..sono certa che presto sarai dinuovo sufficientemente forte..! Dottoressa Stefania

Dott.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Savona

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2020

Salve Doriana.
Mi rendo conto che spesso prendere alcune decisioni non è semplice, ma é sicura che quella universitaria sia la sua unica strada?
In un momento delicato di crescita non sempre si é a proprio agio con sé stessi, e lei descrive delle difficoltà che a mio avviso necessitano di un supporto e un contenimento maggiore rispetto a quello di familiari ed amici.
Bisognerebbe capire cosa effettivamente genera questi suoi stati e quanto influisce un eventuale percorso di studi.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Dott.ssa Maria Cristina Gentile

Dott.ssa Maria Cristina Gentile Psicologo a Vomero

93 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2020

Ciao Doriana, mi sembra che la tua situazione meriti una particolare attenzione clinica.
Sentirsi in ansia, piangere in continuazione, dormire tutto il giorno, perdere la motivazione a fare le cose sono segnali di uno stato psicologico compromesso.
Ti consiglio di contattare uno specialista e parlare con lui/lei delle difficoltà che stai attraversando in questo periodo.
Un abbraccio!

Dott.ssa Nagaia Bacchetta Psicologo a Cremona

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2020

Cara Doriana
in genere si ha una buona tolleranza allo stress, perchè viviamo in un contesto complesso. Tuttavia esistono limiti, finestre di tolleranza, oltre i quali andiamo rischiamo di andare in tilt. La pandemia del Covid-19 ha posto tutti noi ad una elevata e prolungata esperienza stressogena, perchè ci ha privato della prevedibilità, della routine, delle certezze.
Comprendo che per lei in questo momento, anche una passeggiata possa essere un'esperienza troppo faticosa, eppure una delle prime cose da fare quando si è emotivamente devastati, come scrive lei, è proprio verificare che il nostro corpo funziona. Cercare di fare attività sportiva è importantissimo perché attivare il corpo, connesso al pensiero, ci mette in contatto con tutti i nostri organi, ci fa sentire vivi e attivi, ci fa sentire bene. Non è l'attività sportiva in sè che è importante, ma la sensazione di benessere nel sentire il proprio corpo che risponde alle nostre richieste, che funziona.
Accanto a questo suggerimento di carattere biopsicologico, le consiglio vivamente di contattare una psicologa che la aiuti ad affrontare questo delicato momento di quello che sembra un forte disagio emotivo. Non le dirà sicuramente di stare tranquilla, ma cercherà di condurla verso delle risposte.
Un caro saluto.

Dott.ssa Annarita Lutzu - Psicologa psicodinamica - Bologna

Le conseguenze dello stress sono un argomento complesso, ed è importante non trascurarlo. Se volete approndire l'argomento potete contattarmi.

Dott.ssa Annarita Lutzu Psicologo a Bologna

5 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2020

Buongiorno Doriana,
la Sua età spesso è caratterizzata da grandi incertezze, paure per le prime scelte importanti da prendere (come quella dell'Università), in una fase in cui l'autonomia e la conoscenza di sè sono ancora in costruzione. Non è semplice sentirsi sicuri di sè e delle proprie decisioni, che si tratti di scuola, di amicizie, di interessi o di alimentazione.
Il Covid, poi, ha sicuramente contribuito ad esacerbare in molti di noi incertezze, paure per il futuro, preoccupazioni e pensieri negativi.
Si faccia aiutare da un Professionista, prima che la situazione diventi troppo pesante da gestire e diventi un ostacolo concreto alla Sua vita quotidiana. Non sempre occorrono mesi di psicoterapia approfondita, non si spaventi...a volte bastano alcuni colloqui di sostegno e supporto per ri-acquisire consapevolezza e determinazione, oltre che uno stato emotivo più sereno e funzionale.
Non sottovaluti questo periodo difficile, provi ad affrontarlo e dirimerlo al più presto....è talmente giovane e con tante possibilità davanti, che sarebbe un peccato lasciarle passare senza averle viste!
Resto a disposizione,
un abbraccio,
Serena

Dott.ssa Serena Brunelli Psicologo a Ravenna

24 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 AGO 2020

Buongiorno Doriana,
non è facile risponderle, più facile farle domande. Sembra che la scelta del percorso universitario sia la ragione del suo malessere, ma forse anche l'assenza dell'attività fisica e di vita sociale... Qual è la motivazione di fondo di cui parla? E da dove nasce la sensazione di essere in trappola? Scegliere è sempre anche rinunciare a qualcosa, è questo che la destabilizza? Forse può aiutarla provare a immaginarsi in futuro, quale professione si vede svolgere? In che ruolo sente che porebbe essere felice e realizzare i suoi talenti? Infine, si tratta di un passaggio importante nella sua vita e dunque è comprensibile che comporti anche ansia e paure. Valuti la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo per un supporto.
Le auguro giorni più sereni
Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

250 Risposte

131 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte