Raccontare il proprio passato familiare che crea ripercussioni può essere utile?

Inviata da Sara · 8 set 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Buonasera, ho bisogno di un consiglio.
Ho 35 anni, 2 figli dal ex convivente e ho da poco iniziato una nuova relazione con un uomo dolce e che mi dimostra molto amore ma ho serie difficoltà a viverla serenamente.
Premetto che sto seguendo un percorso terapeutico per il rapporto con mio figlio (12 anni) a causa di manipolazioni da parte del mio ex ma questo percorso non aiuta me come donna ma come madre. Non ho possibilità per seguire un percorso a pagamento ma sono consapevole che anche vivere la mia vita serenamente possa aiutare il mio essere madre.
Ora io credo di essere una donna equilibrata, educata, intelligente, ho molte amicizie, un buon lavoro ma un passato molto scomodo.
All età di 10 anni rimango orfana di padre (non biologico, ma questo l'ho scoperto a 14 anni grazie al paese) mia madre è una donna che cresciuto tre figli da sola ma crea con me primogenita un rapporto molto stretto, a tratti sono io la madre e lei la figlia, cade spesso in depressione e si aiuta con l'alcol creando da sempre situazioni di disagio e ansia in noi figli. Durante l'adolescenza cerco vie di fuga attraverso il lavoro stagionale e prime storie d'amore ma il senso di responsabilità mi riporta sempre indietro finché mi innamoro a 20 anni di un uomo molto più grande, sposato (ma l'ho scoperto dopo mesi) e padre di 3 figli. Mi annullo totalmente ma non cedo sull indipendenza economica ( mia salvezza) uomo arrogante, aggressivo verbalmente, ha sempre lavorato molto poco, lasciato la moglie e ha portato a vivere con noi due dei suoi figli. In 13 anni altri due ne ha avuti con me. Alla nascita del mio secondo figlio dopo una gravidanza molto depressa mi si aprono gli occhi e vedo tutta la mia vita rotolare via, mi accorgo del rapporto distruttivo con lui, con mia madre e decido di dire basta. Lui non se ne va e cerca di rendermi la vita ancora più impossibile, me ne vado allora io con i figli. Inizia la mia rinascita, so di essere matura ora e più obbiettiva. Ho l'appoggio morale e a volte anche economico di amiche, colleghe, mia sorella , insomma sento che posso farcela, nonostante le minacce, nonostante mi stia rovinando il figlio grande ( ho sempre cercato di evitargli liti e di coinvolgerlo, volevo fosse cmq un ragazzino sereno e che si sentisse amato, ma il padre lo USA x colpirmi, fa la vittima, crea tragedie, finge malori x tenerlo con sé) il piccolo cresce sereno e cerco di tenerlo alla larga dal padre il più possibile ( con l approvazione della mia dottoressa).
In questi due anni e mezzo ho avuto una breve relazione con un uomo molto dolce ma che non capivo (li chiamo lati oscuri), ho poi scoperto di essermi innamorata dell idea che mi ero fatta di lui ma conoscendolo meglio questo amore è svanito in fretta, anche qui lavoravo solo io, e anche lui contava su di me.
Ora finalmente dopo anni provo dei sentimenti sani, con un uomo che conosco da anni (ex fidanzato di una collega, che è felice x noi), divertente, dolce, senza lati oscuri, ( ho capito che io ero attratta da uomini con lati oscuri, ignoti come se io un po di sana normalità non la meritassi), innamorato ma io non riesco a viverla, dentro di me so di esserne innamorata ma ho paura, una folle paura mai provata prima di perderlo. Lui è indipendente, non ha bisogno di me come gli altri due. Mi sento inferiore alla sua ex, lui mi conosce bene, sa le mie problematiche con l'ex e i figli, ma non conosce tutto il mio passato familiare, lui ha una famiglia normale, stabile. Ho capito che ho paura di perderlo non appena capirà tutti i miei casini familiari, quei segreti che non si possono raccontare mi dicevano, nessuno deve sapere ... Ma questo passato che influenza la mia vita attuale, è giusto che glielo racconti?? Devo fargli capire perché non riesco a lasciarmi andare? Che mi sento inferiore alla sua ex, anche lei con una vita tranquilla? Le mie amiche ridono con me perché i casini mi piovono addosso, vorrei solo un po di serenità e se proprio piovono cercare di ripararmi..
Scusate il dilungarmi,
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 SET 2016

Gentile Sara,
hai avuto una vita abbastanza complicata e difficile e per questo ti sei fatta l'idea di non meritare una situazione di normalità e un uomo che ti ami per quello che sei come invece ora è accaduto.
Tuttavia la folle paura che hai di perderlo non è cosa buona perchè rispecchia tuttora un tuo basso livello di autostima e perciò questa paura deve essere ridimensionata.
Quanto al fatto di raccontargli o meno il tuo passato familiare, cioè la storia del padre adottivo e della tendenza di tua madre a bere quando è in depressione, non sei tenuta a farlo ma se queste omissioni e segreti ti fanno sentire a disagio forse è meglio parlargliene.
Se, come dici, lui è davvero una persona sensibile e senza lati oscuri ti saprà confortare e apprezzare per la sincerità.
Ciò nonostante, un percorso terapeutico finalizzato anche a recuperare un miglior livello di autostima sarebbe per te indicato.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7085 Risposte

20209 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 SET 2016

Cara Sara, questa persona gentile, entrata nella tua vita e che ti accetta per come sei, forse ti spaventa. Non sei abituata a qualcuno che si prenda cura di te. Lui è al corrente della tua situazione attuale e non c'è niente altro che debba sapere. Probabilmente, come dici tu, lasciarti andare a un sentimento e a una persona che non ti chiede niente, ti confonde. Sei una persona di valore che finalmente ha trovato un uomo, alla pari, da amare di un amore maturo e consapevole. Un rapporto sano dove non c'è nessuno che chiede o pretende.
Ti consiglio di vivere serenamente questa storia giorno dopo giorno. Certo è difficile per te, è un cambiamento, ma proprio per questo affrontalo con tranquillità e vedrai che non devi temere niente e nessuno. Ne hai la forza e non sei più, finalmente, da sola. Un abbraccio Annalisa

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

799 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte