Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Quel che ho immaginato sulla morte della mia psicologa. Cosa ne pensate?

Inviata da Rachele il 25 apr 2015 Fobie

Cari psicologi,

Salve e premetto che sono di nuovo io, la stessa Rachele, la stessa ragazza che ha 25 anni. Quella ragazza che aveva postato la domanda precedente.
Cari psicologi, c'ê una cosa che vorrei che leggeste: si tratta di una scena che mi sono immaginata riguardo alla prossima morte della mia psicologa, quella morte di cui vi ho parlato nella domanda precedente e che, più la (mi riferisco alla sua futura morte) penso, più mi fa turbare molto.
Che cosa ne pensate?
Sapete, mi sono immaginata questa scena se in caso la mia cara psicologa dovesse morire ed io ne sarei traumatizzata.

Luogo: Ospedale
Anno: 2017

Nella mia immaginazione mi ritroverò infatti all'ospedale dove la mia carissima psicologa verrà riLe verrà diagnosticato un infarto al cuore. La stessa morte che aveva colpita l’altra persona che, per me, era una persona importante l’anno scorso.
Mi ritroverò davanti ad una porta. Vedrò alcune infermiere che mi bloccheranno l’entrata verso la stanza dove riposerà la mia psicologa.
Infermiera A: Non puoi passare.
Io (evitando il suo sguardo): Fammi passare. Ho detto lasciami passare, per favore? Sono la sua paziente e lei è la mia psicologa.
Infermiera B: Lasciala passare. Ha detto che è la sua paziente.
L’Infermiera B mi prenderà per il braccio e mi dirà:
Infermiera B: Comunque non vivrà a lungo. Sta per morire.
Entreró e vedrò la mia psicologa risvegliarsi e mi saluterà con molta benevolenza.
M: Oh, mia cara Rachele!
Mi avvicinerò al suo capezzale e prenderò la sua mano e la guarderò. Le bacerò sulla sua fronte.
Io: Non voglio che tu muoia!
Lei si siederà con la schiena sul schienale del letto e mi guarderà mentre le volterò le spalle.
M: Mia cara Rachele, so che la mia morte ti traumatizzerà allo stesso modo che ti ha traumatizzato quella del tuo prete.
Io: Sono io quella che deve morire, non tu M! Lo voglio perchè desidero raggiungerlo!
Io mi avvicinerò a lei, le prenderò di nuovo la sua mano e le dirò:
Io: Non mi lasciare M...! Non mi lasciare M...! Non lo far... e! Non lo... fare... perchè tu sei... quell’amica... che ho cercato per tutto questo tempo! M, non mi lasciare... per favore!
Dopo di che mi distenderò sul suo letto vicino a lei e l’abbraccerò con grande affetto, mentre lei mi accarezzerà i miei capelli.
Io: L’ho detto perchè non ne posso più di restare in questo mondo crudele ed insensibile. E adesso che tu stai morendo, sentiró di nuovo quella martellata sopra la mia testa. La stessa brutta sensazione che avevo avuto con la morte del mio prete. Lo dico perchè non voglio perdere un’altra persona cara
M: Rachele, non ti lascerò per nulla al mondo! Rachele, so che hai avuto una vita difficile, ma io voglio che tu sia integra e coraggiosa, le stesse virtù che hai adoperato quando ti avevo conosciuta!
Io: E che... anche... cioè... adesso che... morirai... sentirò... che anche... mi lascerai con un grande terrore... la paura di morire...! Ed io non lo tollero... non lo tollero... non lo tollero...! Perchè le persone spariscono? Perchè spariamo? Non me la sento di... morire, io!
M: Rachele, prima o poi dovrai lasciare anche tu questo mondo... per raggiungerci... Prima o poi, anche tu ci raggiungerai... per stare insieme!
E mentre pronuncerà quella frase, io stringerò i miei occhi per evitare che scenderanno le lacrime.
Io (alzando la testa e con gli occhi pieni di lacrime): Io... non voglio... morire... M! Ho... paura... di farlo...! È... troppo... per me! E sai perchè? Perchè... lui (il prete)... con la sua morte... mi ha lasciato questo segno... che per me è difficile da cancellare... ovvere il terrore di morire...! E se dovessi morire... non saprei riconoscervi... riconoscere le vostre anime...!
Io: M, mi prometteresti due cose?
M: Certo.
Io: Mi prometteresti di entrare nei miei sogni, di vegliare su di me, di stare per sempre nei miei ricordi... e, soprattutto, nel mio cuore?
M: Certo, Rachele. Io sarò sempre nei tuoi pensieri fino a quando dovrai morire anche tu.
Io: E mi prometteresti di farlo insieme al prete?
M: Certo. E tu mi prometteresti una cosa?
Io: Che cosa?
M: La paura di morire. Voglio che sorpassi questa paura, me lo prometteresti, mia piccola amica e grande scrittrice? La mia Sofia Loren, che quando indossi quegli occhiali da sole, assomiglia all’attrice italiana.
Io (tra pianto e singhiozzi) Certo.
La notte seguente deciderò di rimanere a dormire da lei. Mi siederò sul bordo del letto e mi girerò verso di lei e le dirò:
Io: M, ti voglio bene! Ma c’è una cosa che non lo sai: sei stata come una madre per me, come una seconda madre.
M: Oh, Rachele! E tu per me sei stata come una figlia!
Io: Non voglio perderti, M! Perchè adesso che sta per accadere, sentirò di stare e di rimanere in lungo labirinto da cui non c’è l’uscita.
E mentre dirò quella frase, mi accorgerò che M avrà chiuso gli occhi per poi dormire beata. Io lo avrò intuito che quello non sarà un riposa, bensì sarà un riposo dal quale non ci si sveglierà mai!
Che cosa ve ne pensate? Vorrei qualche consiglio, per favore.
Saluti.
Rachele

P.S. Ho scritto (II parte) in questa sezione perchè non avevo numeri sufficienti per scriverlo nella prima casella. M è un nome fittizio, mi raccomando!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Rachele
secondo me è un racconto davvero molte tenero dove viene messo in evidenza il rapporto di affetto e di grande fiducia che lei nutre per la sua psicologa, ovviamente sentendola anche come una madre e come" sostituta" del prete amico che l'ha lasciata.
E' ovvio che lei, in un transfert molto evidente, proietta in questa scena le sue paure di perdere la sua cara Psicologa e di rimanere sola.
In questa scena e in questo dialogo però io vedo anche un tentativo (riuscito) da parte del suo inconscio di integrare le caratteristiche della sua psicologa in se stessa e di confermare, parimenti, in sè le qualità migliori che la psicoterapia le ha fatto trovare: la sua forza, la sua bellezza, il suo mistero.
Questa fantasia, tradotta in scrittura è importante ; è un tentativo dell'inconscio di fronteggiare la paura della perdita e dell'abbandono.
A mio parere è un tentativo riuscito e penso che lei possa utilizzare la scrittura a fini terapeutici. L' aiuterebbe molto e infatti è previsto in mote psicoterapie.
Questo tenero scritto penso che sia anche una bella rappresentazione della profondità del rapporto paziente psicoterapeuta e quindi la ringrazio per avercelo donato.
Senta ma ha fatto leggere alla sua psicologa questo scritto?
Le consiglio di farlo.
Un caro saluto e auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta a Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6816 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, lei vive in un mondo fantastico, dove può rendere vere le emozioni che sente dentro di sè. Che cosa ne penso? Che la vita vera le fa paura, che la sua fantasia esorcizza la sua paura della morte, che è rivolta indietro, e non guarda abbastanza al futuro, con senso pratico di realtà. Le auguro una lunga e felice vita dove imparare a vivere nel qui e ora.
Dott.ssa Anna Agresti
Psicologa psicoterapeuta
Prato

Dr.ssa Anna Agresti Psicologo a Prato

54 Risposte

75 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte