Quanto è necessario rivolgermi a uno psicologo nella mia situazione?

Inviata da Benedetta · 13 giu 2014 Crisi esistenziale

Salve a tutti, lo so che la mia domanda è per voi controproducente e per questo invoco la vostra sincerità e onestà.
Io vorrei capire se potrò mai riuscire a superare i miei problemi con le mie gambe o è veramente necessario rivolgermi a uno specialista.
Io non ho avuto una infanzia felice, i miei non ci sono mai stati e ho avuto il complesso dell'adozione fino a 10 anni quando ho preteso che mi mostrassero il certificato di nascita. Fatto sta che amore non ne ho mai ricevuto da coloro che mi hanno messo al mondo. Questo mi ha portato a fare troppi sbagli perchè ero continuamente alla ricerca di un pò d'amore e peggiore sbaglio tra tanti è stato legarmi a un ragazzo. Quest'ultimo è diventato il mio unico punto di riferimento e sicuro approdo, ero sicura che mi amasse visto che era sempre presente nella mia vita, al contrario dei miei genitori. All'età di 14 anni mi sono fidanzata con lui e dopo 5 anni mi sono iscritta all'università, era lontana e quindi ho dovuto prendere casa. Morale della favola il tizio era ossessionato da me, faceva uso anche di psicofarmaci ma non lo sapevo e mi fa torturata fino ai miei 22 anni. Ho subito ricatti, torture psicologiche e fisiche di vario genere e solo con la denuncia fatta a 22 anni me ne sono liberata.
Ora sto male, cioè alterno a periodi di felicità a periodi di sconforto totale.
La cosa che mi preoccupa tanto è che non riesco a studiare per dare esami, laurearmi è l'unico modo per lasciare questa casa dove già amore non c'era, e dopo quello che ho subito e fatto subire a loro per quel tizio, è piena di rancore... mi disprezzano continuamente.
Vorrei chiedere a tutti voi se potrò farcela da sola, se il tempo mi aiuterà o no e se è possibile un consiglio su come posso reagire per studiare.

Vi ringrazio di cuore in anticipo!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 GIU 2014

Gentile Antonella,
é strano che questa domanda "posso superare i miei problemi con le mie gambe o è veramente necessario rivolgermi a uno specialista??" uno NON se la pone se soffre di polmonite, di frattura al braccio, di tumore al seno... Dallo specialista ci va, anzi corre.
Invece per le malattie o i dolori della psiche si pensa di (poter) farcela da soli. E così trascorrono gli anni dentro disagi importanti, che bloccano i progetti di vita e le energie. Nel caso Suo bloccano l'unica possibilità di andarsene da casa. Ma anche di vivere una vita più serena.
Purtroppo l'infanzia infelice traccia solchi importanti nelle nostre radici, e bisogna metterci mano se si vuole che la pianta riprenda a crescere.
Si rivolga con fiducia ad uno/a Psy con esperienza e competenza.
Con simpatia.

Dott. Carla Maria Brunialti Psicologo a Rovereto

215 Risposte

757 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 GIU 2014

Gentile Antonella,
chiedere aiuto non è segno di debolezza, bensì di forza. Purtroppo in Italia la psicoterapia non è convenzionata e le informazioni sono davvero poche.
Nel suo caso è abbastanza evidente uno Schema di Deprivazione Emotiva e le sofferenze che ha passato devono essere rielaborate.
Non deve rassegnarsi all'idea di non essere amata ed accudito, in primis partendo proprio da lei stessa.
Le auguro di trovare affetto e quello che cerca.
Cordiali saluti.
Dott. Petrozzi.

Petrozzi Roberto Alex Psicologo a Savona

32 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2014

Cara Benedetta, nel momento in cui ci si pone la domanda se si ha bisogno di aiuto, quasi sicuramente la risposta è sì. Lei stessa è consapevole di non avere avuto una storia familiare facile e questo inevitabilmente ha ripercussioni sulle sue scelte sentimentali e sembra, pur indirettamente, anche sulla difficoltà nel riuscire a raggiungere i suoi obiettivi nello studio. E' importante che lei affronti in una psicoterapia i nodi legati al rapporto con i suoi genitori; soltanto dopo potrà davvero andarsene da casa, in tutti i sensi, e iniziare a pieno la sua vita senza portarsi dietro strascichi pesanti. Non è una sconfitta chiedere aiuto, lo sarebbe invece continuare passivamente ad aspettare... Buona fortuna cara Benedetta!

Dottoressa Chiara Gavaciuto Psicologo a Fossano

11 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2014

Gentile Antonella,
dalla situazione che descrive sta provando da molto tempo ad "aiutarsi" e a farcela da sola. Probabilmente le recenti situazioni traumatiche hanno ulteriormente ridotto le sue energie e per questo fatica a studiare a trovare la concentrazione necessaria.

Le consiglio di cercare un terapeuta EMDR nella sua zona, si tratta di un metodo molto efficace per elaborare e superare situazioni come quella che ha descritto.


Spero di averla aiutata,

Dott.ssa Camilla Marzocchi
Bologna (BO)

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

340 Risposte

178 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2014

Gentile Antonella,
sembra proprio che per lei intraprendere un percorso terapeutico significhi non farcela da sola, non essere in grado di uscirne con ke proprie gambe.... un pensiero drastico, che ci dice quanto lei viva in modo poco sereno le situazioni in cui non si ritiene indipendente, capace di bastare a sè stessa ed autonoma.
In realtà questo conflitto mi sembra comprensibile alla luce della sua storia, da quel poco che ha scritto immagino che lei abbia potuto fare ben poca esperienza di cosa significhi pptersi affidare ad un altro in modo sicuro e senza riserve.
Spero le mie poche parole le siano di qualche aiuto nek compiere la sua scelta, io mi auguro che decida serenamente.
un caro saluto

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

165 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2014

Gentile Antonella, la sua richiesta è quella di riuscire ad andare avanti nella sua vita e nello studio per potersi creare un futuro differente dal passato. Chiede a se stessa di farlo da sola e vuole da un gruppo di persone esterne alla sua cerchia affettiva la conferma che possa farcela da sola in quanto si è sempre sentita tradita e illusa dai rapporti intimi. Appare temere un "tradimento" anche da uno psicologo, ma come ogni "legame" (anche la relazione terapeutica è un tipo di legame) esiste una parte di noi che lo cerca e una parte che si difende e resta ad osservare o lo vorrebbe evitare. Solitamente è la risposta (positiva o negativa) che abbiamo dall'altro a farci scegliere, anche in rapporto alle nostre esperienze.
Questo per farle comprendere come le sue esperienze traumatiche la stanno influenzando nella ricerca di un aiuto professionale che potrebbe aiutarla verso la sua "entrata" in un futuro migliore.
Le propongo di cominciare con un incontro con un collega della sua zona, come tutte le relazioni può trovare subito lo psicologo adatto alla sua personalità o potrebbe doverlo cercare una seconda volta. La sua scelta in questo caso sarà già un inizio di cambiamento.
Rimango a sua disposizione per chiarimenti

Cordiali saluti,
Dott.re Lorenzetto Claudio

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

361 Risposte

123 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2014

Gentile Antonella,
trent'anni di esperienza professionale mi portano a dirle, con sincerità ed onestà (come lei qui chiede) che da sola non potrà riuscirci, nemmeno con consigli competenti on line.
Uno psicoterapeuta, ma veramente capace, nel suo specifico caso, le potrà offrire un aiuto necessario, prima possibile.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1591 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2014

Cara Antonella,
la sua vita che ha subito vari delusioni, rancori , paure e tante altre, merita di essere studiata con attenzione e delicatezza. Potrebbe anche riuscire da sola visto la sua giovane età / il tempo fa guarire, ma non sempre/.
Non si capisce bene quale è il problema con le sue gambe, ma penso sia dovuto a uno sfogo psicofisico, che le fa vedere cose irreali. Ripeto, che non sò che cosa intende con questo e la mia è soltanto un idea.
Le consiglio per poter uscire dalla situazione di rivolgersi ad uno psicologo , soltanto cosi potrà avere l'appoggio di cui necessita e di avere una guida.
In bocca al lupo

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2014

Cara Antonella,
mi viene da chiederle come mai si pone questa domanda, cioè, come mai sente l’esigenza di volercela fare da sola? Sicuramente il suo percorso di vita le ha causato delle sofferenze e frustrazione di alcuni bisogni fondamentali, come quelli di amore, rispetto e sostegno affettivo. Attraverso le psicoterapie non si fa altro che scoprire se stessi, divenire consapevoli di ciò di cui si ha bisogno, ciò che ci spaventa e ciò che ci dà forza e motivazione. Ovviamente tutte queste cose sono già in lei, non le verranno instillate da un terapeuta; ma alcune volte, con l’aiuto di un occhio “esterno” si riesce a vedere meglio la situazione e a valutarla con maggior distanza emotiva, cosa che facilita il percorso di risoluzione. Il tempo potrebbe essere un fattore a suo favore o svantaggio a seconda di come affronterà gli eventi attuali. Se resta focalizzata su ciò che è successo in passato, senza elaborarlo in maniera più funzionale, è possibile che il tempo da solo non aiuti. Se sente di avere la forza e la volontà in sé per reagire, allora può essere che trovi anche da sola la sua strada. Purtroppo, non disponiamo di una sfera magica per sapere per certo come andrà il suo futuro.
Se la difficoltà a richiedere aiuto deriva da problemi economici, ricordi che può rivolgersi anche ai consultori familiari del suo territorio, dove potrà ricevere consulenze pagando soltanto il ticket, che ha un prezzo veramente ridotto.
Un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

308 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104800

Risposte