QUANDO PRESENTARE IL NUOVO/A COMPAGNA AL PROPRIO FIGLIO?

Inviata da stefania · 10 apr 2018 Terapia di coppia

salve, sono una mamma di 36 anni, un figlio meraviglioso di 4 anni appena compiuti ed un ex compagno.
Con il mio ex compagno non viviamo piu insieme dai primi di dicembre 2017, siamo assolutamente presenti nella vita del ns bimbo per cercare di limitare la sua sofferenza per la separazione, cercando di prendere decisioni comuni per il suo bene, ma ora non lo siamo piu per un motivo e vi chiedo aiuto per capire come gestire la cosa.
Ho scoperto che da neanche 2 mesi il mio ex frequenta una donna (cugina di primo grado della cognata) separata da un anno e con figlia di 4 anni, che nelle occasioni di famiglia quali pranzi domenicali e cene, i giorni che il bimbo sta con il papà li trascorrono appunto in famiglia tutti insieme! mio figlio ha anche ricevuto l'uovo di pasqua da questa donna! io sto troppo male per qs situazione e credo che nn possa certamente fare del bene a mio figlio.
il papà è libero di frequentare chi vuole ma nn accetto che mio figlio possa stare in compagnia del papà ed un altra dopo solo 3 mesi, vi prego fatemi capire se sbaglio io, mi sento ferita da lui e dalla famiglia stessa ( stavamo insieme 20 anni!) in qualità di MAMMA.
lui sostiene che non c'è nulla di male!
confido in una vostra gentile risposta.
Grazie
Una mamma disperata che ha paura di sbagliare
p.s in questi mesi il bimbo ha regredito con episodi di pipì e cacca addosso e con comportamenti di estrema prepotenza che io ho attribuito,non so se sbagliando,alla separazione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 OTT 2019

Gentilissima Gemma, capisco bene la sua sofferenza, ma purtroppo non c' è un tempo giusto o sbagliato per far frequentare la nuova compagna al figlio. Da quello che scrive si capisce che quella che soffre e si sente messa da parte è più Lei. I sintomi di suo figlio possono senz' altro essere legati alla separazione e magari sarebbe utile che si rivolgesse ad uno psicologo per confrontarsi su tutta la questione. Non è facile da soli adatttarsi ad una nuova situazione ed è giusto chiedere aiuto ad un esperto quando ce n' è bisogno.
Auguri.

Anonimo-163829 Psicologo a Arezzo

12 Risposte

1 voto positivo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2018

Gentilissima, quanta sofferenza nelle sue parole, assieme al desiderio di fare del bene in primo luogo a suo figlio. Lei è una buona mamma è in questo momento si sente, forse, messa da parte, ma, attenzione, non da suo figlio, ma dal suo ex. Lei cerchi di capire solo ed esclusivamente se suo figlio si sente bene o meno quando è vincolato compagnia di queste persone, che per lui potrebbero essere amici qualsiasi. Per il bene di suo figlio, consideri di non confondere involontariamente ciò che prova lei da ciò che prova suo figlio. Lei è veramente una brava mamma e saprà farlo. Poi potrà parlare con il suo ex sulle modalità di gestione degli incontri, ma sempre in base a come si sente suo figlio. Resto a disposizione.
Dottoressa Alessandra Monticone

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

326 Risposte

130 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2018

Gentile Stefania,
la situazione che descrive a partire dalla separazione e negli episodi più recenti è senza dubbio fonte di stress per lei e per il suo bambino; ogni persona e ogni famiglia ha i suoi tempi e non è sempre possibile dire quale sia il tempo "giusto" in assoluto. Certamente i segnali di regressione che lei acutamente nota e descrive, rappresentano un messaggio che il bimbo vuole trasmettere a voi genitori.
Essendo la dinamica familiare particolarmente delicata, con una separazione recente e una nuova figura accanto al padre, suggerisco una consultazione con uno psicologo che si occupi di bambini e famiglie per poter aiutare il piccolo (ma anche voi genitori!) ad affrontare in maniera più serena possibile quanto sta accadendo.
Oltre alla sofferenza del suo bambino, però, penso che sia importante anche ascoltare la sua, da mamma e da donna che si vede "sostituita" dal proprio ex compagno in un tempo che sente come molto breve..
Se lo desidera rimango a sua disposizione
Un cordiale saluto
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

483 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30600

domande

Risposte 105100

Risposte