Quando infliggo del dolore sono incapace di empatizzare

Inviata da Nina · 16 dic 2015 Crisi adolescenziali

Salve, mi chiamo Chiara. Stavo riflettendo su un aspetto di me, ovvero cercando di comprendere cosa ci sia alla base dei miei numerosi sintomi psicosomatici. Mi sono così resa conto del fatto che se non fosse per quello io non avvrertirei alcuna emozione, come ad esempio la paura. È come se, data la mia incapacità di sentire alcune tipologie di sentimenti, o la mia attitudine a "smorzarli" il mio corpo avesse bisogno di esprimersi e trovasse come unico canale appunto i sintomi psicosomatici. Forse perché il mio corpo è proprio tutto ciò che mi interessa, non dal punto di vista estetico, quanto l'apprensione che ho per il mio stato di salute. Allora sempre riflettendo su quest'aspetto ho pensato che quando infliggo del dolore a qualcuno sono incapace di empatizzare e apparentemente non mi crea alcun male o alcuna sofferenza. Mi chiedevo: è possibile che in realtà io la senta ma che neghi i miei sentimenti, che però non si annullano ma semplicemente non li avverto consapevolmente, e che quindi una parte inconsapevole di me li manifesti e me li faccia comunque sentire mascherandoli però in apprensione per il mio stato di salute? Che apparentemente sembra essere l'unica cosa che ho a cuore?
Ed inoltre ho pensato al fatto che questo potrebbe dipendere dall'iper controllo che esercito su me stessa (forse anche sugli altri) dovuto al fatto che credo di provare intimamente la lacerante paura di impazzire. Anche il termine lacerante forse non è stato scelto a caso, immagino proprio una frattura profonda dentro di me che mi potrebbe portare a venire a contatto con la mia parte folle. Forse temo di divenire come mio padre (il cui atteggiamento mi è sempre sembrato folle) dato che passava da una intimità esasperata con me al maltrattarmi, picchiarmi ed umiliarmi.
Ma come posso lavorare su di me se sono incapace di sentirmi davvero, se non sono più a contatto con ciò che mi rende viva, se sono focalizzata solo sulla mia immagine? Questo mi rende incapace di compiere qualsiasi analisi!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 DIC 2015

Gentile Chiara,
se parli di sintomi psicosomatici, vuol dire che sei già consapevole che alla base dei tuoi disturbi non vi è un danno organico ma un danno psicologico.
Aver avuto una figura genitoriale che non è stata un riferimento affettivo stabile ma ha alternato amore e maltrattamenti, può di sicuro averti procvocato danni psicologici di tipo dissociativo.
E' poi anche possibile quello che tu dici e cioè che quando sei tu a provocare in altri dolore e frustrazione i sensi di colpa più o meno consapevoli, possono alimentare i tuoi disturbi psicosomatici.
Comunque, questo difficile e delicato lavoro di analisi sui tuoi vissuti e sulle cause dei tuoi disturbi non lo puoi fare da sola ma c'è bisogno di un interlocutore competente nella persona di uno psicoterapeuta che sappia sciogliere i dubbi e fornire indicazioni terapeutiche.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7532 Risposte

21073 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 FEB 2017

Gentile Nina, leggendo mi è apparso il suo racconto come un esercizio di stile dove poco dice di sé. Lei compie un'autonalisi per poi concludere che nessuna analisi su di lei avrebbe successo.
Le domando allora qual'è,se ne esiste uno, l'elemento di di sofferenza nella sua vita, esiste un blocco rispetto lesue ambizioni,rispetto le sue aspettative?

La invito cortesemente a ridefinire la domanda.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

360 Risposte

122 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 DIC 2015

Salve Chiara,
mi sembra che tu abbia cercato di analizzare approfonditamente i sintomi, le tue emozioni ed i vissuti critici della tua vita, forse pero' manca un'integrazione fra le diverse parti di te (razionale, emotiva...).
La psicoterapia potrebbe esserti d'aiuto a mettere insieme ciò che hai già individuato e riuscire a trovare strategie efficaci per sentirti meglio con il tuo corpo e nella tua vita.

Saluti

Dottoressa

Sara Vassileva

Dott.ssa Sara Vassileva Psicologo a Genova

107 Risposte

41 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 DIC 2015

Cara Chiara,

hai già fatto un ottimo lavoro di analisi tua personale,
"ma non si basta a sè stessi".

Bisogna dialogare con qualcuno per poter comprendere fino in fondo la natura dei malesseri che citi e trovare delle chiavi di lettura efficaci e utili.
Altrimenti resta una lavoro cognitivo ben fatto, ma poco utile...

Rivolgiti se ti è possibile a uno psicoterapeuta... e fidati!

Coraggio!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa- Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

239 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 DIC 2015

Carissima Chiara,
mi sembra che l'analisi che hai compiuti su te stessa sia davvero profonda.
I sintomi psicosomatici sono effettivamente altri modi di canalizzare le preoccupazioni e la frustrazione, l'angoscia...
Per proseguire nel tuo percorso é necessario che ti rivolga ad una terapeuta, magari un analista lacaniano, in modo che tu possa fartene qualcosa della splendide intuizioni che hai avuto e del lavoro che hai già compiuto.
Perché non dovresti essere adatta ad una terapia? Sei già in un percorso avviato direi...

Coraggio.

A disposizione
Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 DIC 2015

Cara Chiara
tutto questo che tu dici è possibile, ma non sarà del tutto vero finché resta una analisi tutta tua, non condivisa e non riconosciuta all'interno di un setting relazionale che vede la figura di un esperto nel processo di comprensione.
E questo che dico è perché non solo l'esperto è, appunto tale, ma anche perché costituisce l'altro polo, quello dell'ascolto e dell'osservazione che diviene anche tener conto di come una cosa si dice, e della espressione non verbale.
Questo è anche più importante e indispensabile vista la problematica complessa che ci porti.
Tu parli di tante cose: aspetti psicologici, aspetti somatici, sintomi, significati di sintomi, spostamenti di senso e tante altre cose. A leggerti sembra che, manchi un poco di comprensione empatica verso te stessa in primis.
L'esporre ed il narrare in presenza di un terapeuta ti aiuterebbe certo a "specchiare" il tuo comportamento nelle sue reazioni.
Teniamo conto che anche questo è uno dei cardini della psicoterapia.
Quindi, non perdere altro tempo e cerca questo contatto esperto.
Un saluto
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7334 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102150

Risposte