Quali sono i passi per diventare indipendenti?

Inviata da Rere · 31 gen 2019

Buonasera

Sto cercando degli spunti e dei libri che mi possano aiutare a raggiungere l'indipendenza a 27 anni. Sono figlia di una famiglia iperprotettiva, elicottero, che per ribellarsi ha deciso di smettere di fare qualsiasi cosa dopo l'adolescenza. Ho i tipici tratti del figlio del genitore elicottero, incapace, senza responsabilita, srnza autostima, ansioso, depressa, estremamente dipendente, incapace di prendere decidioni autonome o portare a termine un progetto, con una grossa difficoltà a regolare le emozioni e relazioni e con convinzioni rogide. Da qualche anno sono in terapia, tra alti e bassi dipendenti dal mio carattere instabile. Ho costante bisogno di rassicurazioni e quando arrivano respingere.
Concretamente
Al momento lavoro solo nel Week end ma ho terrore del lavoro continuativo, Ho fatto un viaggio all'estero ma dal ritorno sono depressa, impaurita, insoddisfatta. Sto capendo che non posso cercare rassicurazioni, ma imparare di più su come sono fatta e sui passi che bisogna fare per diventare adulti mi potrebbe aiutare. Non dico un manuale da seguire ma spunti interessanti per capirci di più. Perché non so nulla di come si sta al mondo e di cosa potrei fare per migliorarmi. Sono in un circolo vizioso molto forte, devo lavorarci non solo in seduta ma anche durante la settimana. Per il mio essere propositiva la psicologa ritiene che darmi compiti creerebbe in me rifiuto. Cosa vera. Può solo cercare di aiutarmi a capire i meccanismi mentali miei è ipotesi sulla famiglia.
Ho fatto delle ricerche in rete, ma più che soluzioni vengono spiegati gli effetti dell'iperprotettivita genitoriale sui figli, cosa che conosco bene, oppure consigli per genitori, cosa che i miei genitori non farebbero mai. Loro credono di essere nel giusto.
Per i figli non trovo nulla.
Potreste darmi qualche idea o riferimento? Per il resto lo affrontò già in terapia, la quale però non si occupa di problematiche concrete o di passi da fare.

Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 FEB 2019

Gentile Reby,
la buona consapevolezza che lei ha del suo disturbo dipendente di personalità la mette in condizione favorevole per raggiungere, continuando la psicoterapia, un giusto livello di autonomia.
Dico "giusto" perchè l'obbiettivo terapeutico finale dovrebbe essere quello di raggiungere un equilibrio tra dipendenza (che permette di mantenere sane relazioni nella coppia, nella famiglia e nelle amicizie) e indipendenza (che permette di prendere decisioni autonome e acquisire un buon livello di assertività e autostima).
Non credo poi che la lettura di libri sull'argomento (cosa che comunque approvo) possa esserle più utile del continuare la psicoterapia che dovrebbe però, ad un certo punto, occuparsi anche delle problematiche concrete con prescrizione di compiti, a condizione che questi siano calibrati sul livello dove lei sta e quindi siano alla sua portata per cui non dovrebbero essere da lei rifiutati.
A mio avviso, è questa la migliore strategia per far crescere l'autostima e l'indipendenza.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2019

Gentile Reby,

a 27 anni in effetti in si lavora più con l'ambiente familiare ma direttamente con il paziente individualmente. Quello che lei ha letto su internet probabilmente riguardava il trattamento di bambini. Per quanto su internet si trovino molte informazioni esse non possono sostituire gli studi e l'esperienza di uno psicoterapeuta. A tal proposito le consiglio di parlare direttamente al suo terapeuta di questi dubbi e della sua parziale insoddisfazione rispetto al trattamento in corso. Ha bisogno infatti di chiarirsi le idee e di avere massima fiducia nel proprio terapeuta per effettuare dei cambiamenti.

Rimango a disposizione, per qualsiasi chiarimento mi scriva pure privatamente.

Cordiali saluti

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

127 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2019

Gentile Reby,
provo a suggerirti alcuni libri, divulgativi e con un linguaggio semplice, che possono aiutarti nella gestione dell'umore basso e di alcuni pensieri che spesso non ci aiutano. Fanno riferimento all'approccio psicologico cognitivo-comportamentale e Strategico, che hanno prove di efficacia. Purtroppo non saprei indicarti libri rispetto alle famiglie "elicottero" perché non conosco questa terminologia.
Quindi in riferimento alla problematica che ci hai presentato direi che potrebbero essere di aiuto: Superare la depressione, un programma di terapia cognitivo-comportamentale; Psicotrappole; Problem Solving strategico da tasca.

Ti auguro di stare presto bene,
Dott.ssa Giuly Bertoli

Dott.ssa Giuly Bertoli Psicologo a Viareggio

30 Risposte

31 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte