Quale psicoterapia in caso di schizofrenia?

Inviata da DONATELLA · 3 nov 2015 Schizofrenia

Vorrei sapere se secondo voi - una psicoterapia potrebbe essere di aiuto, ad un giovane affetto da schizofrenia, che prende quotidianamente 12 mg. di Invega, che in parte lo aiuta, ma purtroppo non serve alla sua chiusura sociale e ai suoi problemi di ansia che lo accompagnano ogni giorno. Il ragazzo in questione ha 30 anni e solo da circa 3 anni gli si e' manifestata la patologia. Inoltre quale tipo di psicoterapia sarebbe più utile? Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 NOV 2015

Gentile Donatella,
in psicopatologie gravi, tra cui, appunto, la schizofrenia, è utile la associazione della terapia farmacologica a quella psicologica per migliorare le relazioni familiari e sociali del paziente e come sostegno agli stessi familiari che sono sottoposti a notevole stress emotivo.
In alcuni casi questo abbinamento terapeutico può consentire anche la riduzione del dosaggio dei farmaci, cosa molto importante, dati gli effetti collaterali dei farmaci stessi.
Come diceva il collega Bedetti non è molto importante il tipo di psicoterapia ma per i motivi indicati mi sentirei di suggerire una terapia familiare sistemico-relazionale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7508 Risposte

21020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Gentile Donatella,
una ipnosi terapia può essere utile per il caso da lei raccontato. Da molti specialisti l'ipnosi viene ritenuta un'ottimo strumento per intervenire su situazioni gravi come la schizofrenia e importanti come l'ansia e la chiusura sociale.

Lo stesso Albert Ellis, padre della terapia cognitivo comportamentale, ritiene utile l'ipnosi in questi contesti.

Una raccomandazione, vista la gravità del caso, le chiedo di individuare un collega di ampia esperienza nel campo della terapia ipnotica.

I migliori auguri,

Dott. Amatulli.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Gentile Donatella,
una ipnosi terapia può essere utile per il caso da lei raccontato. Da molti specialisti l'ipnosi viene ritenuta un'ottimo strumento per intervenire su situazioni gravi come la schizofrenia e importanti come l'ansia e la chiusura sociale.

Lo stesso Albert Ellis, padre della terapia cognitivo comportamentale, ritiene utile l'ipnosi in questi contesti.

Una raccomandazione, vista la gravità del caso. Le chiedo di individuare un collega di ampia esperienza nel campo della terapia ipnotica.

I migliori auguri,
Dott. Amatulli.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

E' importante che la psicoterapia sia sempre affiancata da una terapia farmacologica che bilanci il delicatissimo equilibrio dei neurotrasmettitori: Per questo motivo - farmacologico - è indispensabile la presenza di uno psichiatra e, a mio avviso , se fosse lo psichiatra stesso ad essere psicoterapeuta sarebbe forse meglio perchè può agire contemporaneamente su più fronti. La psicoterapia è molto diversa in riferimento alla profondità della diagnosi e potrà andare da un supporto importante per affrontare la vita quotidiana ad una elaborazione di sensazioni/sentimenti vissuti quotianamente. la presenza di un entourage familiare e sociale è importantissimo per il sostegno della persona.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Di sicuro la migliore in assoluto è quella supportiva espressiva o Cognitiva Comportamentale.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Buongiorno, aggiungo un breve inciso sulla sua richiesta che, pure,
già ha ricevuto l'attenzione dei colleghi, solo per aggiungere un paio di
punti che credo possano essere importanti.
La prima: al di là dell'etichetta diagnostica, l'intervento psicoterapeutico
deve tenere conto di quali siano le condizioni del paziente nel presente:
se i sintomi non dovessero presentarsi in modo molto virulento l'intervento
potrebbe strutturarsi in modo più completo,
andando oltre la riabilitazione, e puntando ad un superamento della
sintomatologia e ad un equilibrio che contempli la progettualità di vita.
Il secondo: penso che il tipo di approccio prescelto debba avere alcune
caratteristiche di base, sono poco propenso a condividere l'affermazione
che tutti gli approcci si adatterebbero al suo caso. Penso
sia importante la presenza di un professionista che lavori con tutta la famiglia
in modo da indirizzare le interazioni familiari in modo funzionale, e che tenga
conto del contesto sociale allargato. Suggerisco un terapeuta strategico oppure
un sistemico-relazionale.

Cordialmente,
Dott. Giacomo Crivellaro

Dott. Giacomo Crivellaro Psicologo a Firenze

4 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2015

In questi casi, più che di psicoterapia, la terapia è più simile ad una riabilitazione in cui si forniscono degli strumenti per affrontare il quotidiano. L'intervento non è uguale per tutti perché, essendo ogni persona diversa dall'altra, la schizofrenia si manifesta con caratteristiche diverse. E' importante, inoltre, valutare le risorse presenti (es. presenza di genitori, compagno/a, amici..) e altre caratteristiche della persona (vive in un paese piccolo/città, lavora o no...) per personalizzare l'intervento e renderlo più efficace.
Cordialmente,
Dott.ssa Milena Barone

Dott.ssa Milena Barone Psicologo a Albignasego

29 Risposte

66 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2015

La psicoterapia, in questo caso deve essere di sostegno e prevalentemente finalizzata alla socializzazione. Nella tua città, come dappertutto, esistono de centr convenzionati preposti al caso. Prova chiedere informazioni presso le ASSL.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

681 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2015

Buongiorno Donatella, se la copertura psicofarmacologica va bene per lui, il tipo di psicoterapia è secondario. Non ho mai creduto a quei studi che indicano una psicoterapia più adatta ad una patologia e meno ad un'altra e viceversa. Ciò che conta è la relazione che si instaura tra paziente e terapeuta. Avendo letto svariate risposte di colleghi del presente (ed altri siti), non si preoccupi rispetto alla precisione della risposta che cerca. Ci saranno molti colleghi che le indicheranno la "psicoterapia adatta alla schizofrenia". Da come avrà intuito, ciò che penso è che non ci sia UNA psicoterapia adatta alla schizofrenia, ma che lo siano, POTENZIALMENTE (come detto, dipende dalla relazione terapeuta paziente), tutte. Chi le risponde è un terapeuta Cognitivo-Comportamentale (anche se di una linea molto diversa rispetto al Cognitivismo comportamentista classico, di cui molti, colleghi e non,sanno e parlano, fermandosi alla preistoria), teoria spesso indicata come ottima per l'ansia, i disturbi di panico, etc., ma non per la psicologia del profondo, "quella seria". Sono curioso anche io, come lei, di sapere quale sia questa terapia adatta alla schizofrenia. Attendo con fiducia.
Dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta,
Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

734 Risposte

1145 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Schizofrenia

Vedere più psicologi specializzati in Schizofrenia

Altre domande su Schizofrenia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29650

domande

Risposte 100800

Risposte