Qual'è il limite con il quale si deve ingoiare ciò che non piace in una coppia?

Inviata da Alessandra Cortesi · 29 lug 2015 Terapia di coppia

Buonasera, Mi chiamo Alessandra. Convivo da circa 4 anni con un uomo separato. Lui è separato da circa 10 anni, e prima di conoscerci frequentava una donna, che poi mori suicida a causa di una sua patologia. Lui è un uomo fantastico, è stato difficile all'inizio stargli accanto in quanto doveva elaborare ancora il suo lutto. Per farla breve, standogli vicino sia con la dolcezza, parlando del lutto da superare, a distanza di un anno un giorno mi disse che il peggio era passato e con il senno del poi, mi disse anche, che se lei oggi fosse ancora viva e se doveva scegliere con chi stare, non avrebbe avuto dubbi, sceglierebbe me.
Sentire queste parole mi hanno fatto sentire felice, ma non capisco o meglio desidero sapere se è normale che lui ad ogni anniversario della morte della sua ex compagna deve comunicare in facebook il numero dei giorni che quantifica il tempo da quando lei non c'è più e raccontare piccoli episodi di vita di come vivevano il loro amore e posta foto di lei. Ovviamente tutto ciò a me da molto fastidio, perché, benchè io possa capire che dimenticare tutto con un colpo di spugna è praticamente impossibile, non riesco invece ad accettare, e/o comprendere la sua necessità comunicare pubblicamente al mondo, questo suo dolore sapendo che molti dei suoi contatti in facebook sanno che io esisto nella sua vita, o sono amici/parenti comuni. Ed è soprattutto quest’ultimo aspetto che a me da più fastidio.
Parlando con il mio compagno di questo disagio che vivo, lui mi risponde sostenendo che è solo un suo modo di elaborare il lutto, che quello che scrive su di lei sono solo licenze poetiche che gli amici di facebook apprezzano e che gli riconoscono questa sua abilità nello scrivere. Non è nulla di più. Che non si può amare una persona che non c’è più, e quindi per finire, che non devo crearmi problemi per quello che fa. Come posso affrontare con lui questa questione, o come dovrei comportarmi in modo intelligente per fargli capire che si sta comportando in modo poco corretto facendomi del male ? Continuare a rinvangare questo straziante passato non è anche oltremodo negativo anche per lui?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 LUG 2015

Cara Alessandra
sei stata molto chiara ed hai spiegato molto bene la situazione.
Ora devi essere altrettanto lucida nel cogliere il "punto" della situazione e comprendere a fondo le sue parole.
Lui ti dice, di fatto, che quello che scrive "sono solo licenze poetiche" che servono a gratificare gli amici e lettori di facebook. Non si tratta di vera necessità quindi e inoltre il lutto è stato elaborato.
In base alla sua motivazione quindi questa sorta di "esibizione"(divenuta ormai tradizione) non solo non è rispettosa nei tuoi confronti ma nemmeno è realmente rispettosa del ricordo di lei e nemmeno rispetta lui stesso in quanto agisce un comportamento di superficie che risponde solo ad un bisogno narcisistico.
Credo che per te intuire tutto questo sia il vero motivo di disappunto.
Quindi, a mio parere, la cosa non va accettata ma chiarita fino in fondo e in maniera seria.
Un caro saluto.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologa- Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7277 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Buona sera, desideravo chiedere scusa al Prof. Rossi, non avendo firmato in calce alla risposta, che mi era stata data, pensavo che il testo fosse anonimo. Non avevo notato che affianco vi fosse il suo nominativo. Ringrazio anche lui.
Volevo inoltre segnalare che dopo aver scritto qualche riga per la risposta in questo preciso riquadro, messo a disposizione, ho avuto difficoltà nello scrivere. Mi scuso in anticipo per eventuali strafalcioni fatti mio malgrado. Ancora Grazie per il vostro servizio. Alessandra

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Buona sera a tutti voi,

Ho letto con attenzione le diverse risposte delle Gentilissime Dottoresse.

La Dottoressa Fontanella ha scritto una sintesi di tutte è tre le risposte, non vi è dubbio. Devo continuare a parlare con lui di questo mio disagio, nei momenti più opportuni, e attendere che sia lui a decidere di rendere meno plateale questo, suo ricordo. La Dottoressa Ceccucci, ha altresì centrato un punto focale, quello che a me da più fastidio, più di ogni altra cosa, cioè è stata in grado di tradurre esattamente il mio disagio. Il mio compagno è un narcisista consapevole" lo è in modo intelligente, utilizza questo "ricordo" per mostrare il suo spessore di Uomo. E questo alle tante donzelle del mondo facebook piace, e lui lo sa. Vuole essere visto. Per rispondere all'ultima risposta anonima, ho rispettato sempre il suo dolore. In ultimo, mi piacerebbe sapere delle parole chiavi da potergli dire, quando parlo con lui di questo probblema è un uomo intelligente, elaborando credo che piano piano arriveremo ad un equilibrio piacevole per tutti e due. Grazie mille per il vostro intervento. Alessandra.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 LUG 2015

Cara Alessandra, io penso che lei si ponga troppe domande. Il suo uomo, forse, ha bisogno ancora di elaborare il suo lutto, di esorcizzarlo, per così dire. Posso pienamente comprendere il suo stato d'animo, ma credo anche che debba lasciare tempo al tempo. Lei dice che il comportamento di suo marito avviene il giorno dell'anniversario della morte. In psicologia alcuni comportamenti, alcuni stati d'animo vengono proprio definiti "reazione dell'anniversario" nel caso che una persona che ci è stata cara è venuta a mancare. Penso che lei debba essere comprensiva. Quella donna rappresenta il passato, un passato che non tornerà più. Perché infastidirsi? Tutti noi abbiamo il nostro passato che a volte ci crea un po' di nostalgia, ma questo non significa che non apprezziamo ed amiamo le cose del presente. Con il tempo tutto si aggiusterà.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

107 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 LUG 2015

Cara Alessandra,
stai chiedendo al tuo uomo rispetto per un tuo disagio dopo che, in questi anni, ne hai portato tu a lui per il lutto.

E' bene tu condivida ancora con lui il tuo bisogno. Starà a lui scegliere se rinunciare a quella che descrive come un'esibizione delle sue capacità di scrittura e venire incontro alla tua richiesta o scegliere di non farlo.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2106 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte