Qual e' la pscoterapia piu adatta ?

Inviata da francesca · 16 apr 2014 Orientamento professionale

Ringrazio anticipatamente i dottori che vorranno rispondere .
Ho 37 anni e ho vissuto fino ad oggi una vita molto faticosa ove tutto cio' che ho conquistato ( una discreta autostima, autosufficienza economica, un lavoro che mi piace in una citta' che adoro e che ho scelto,una tranquillita' interiore ) sono stati il frutto di tanti lavori fatti su di me attraverso percorsi di psicoterapia, olistici , spirituali e quant'altro . Non certo dovuti agli insegnamenti della mia famiglia, al loro retaggio malato e stantìo e alle problematiche che mi sono ritrovata da affrontare. Nella mia vita di oggi pero' manca qualcosa.Quell'unico piccolo e vitale tassello che rende tutti gli esseri umani davvero completi: l'amore. E' l unica prova della vita che non riesco a fronteggiare a testa alta,perche' per me e' una prova, non e' un piacere . Gli anni di esperienza sul campo mi hanno dato la consapevolezza che oramai sento l'amore diventato come una prova durissima, che solo all inizio mi si presenta come un'affascinante proposta della vita per poi trasformarsi in un vicolo cieco. Impossibile per me viverlo con serenita' , senza perdere tutto cio' che ho conquistato in autonomia tutte le volte che ho potuto ritrovare la mia centratura in assenza del maschio . L'uomo ,come in un incantesimo di dolce ma irreversibile morte disintegra i confini della mia identita', del mio se . Entro in una modalita' relazionale in cui non sento piu me stessa, smetto di esistere e di riconoscere chi sono, quali sono i miei confini e quelli dell'altro, i miei bisogni , le mie esigenze . Mi spersonalizzo e in poco tempo mi ritrovo ,si felice di essere condivisa e di condividere, ma priva di me stessa e del mio centro. Questa e' la migliore delle circostanze se l uomo e' equilibrato ( e mi e' capitato raramente) . Nella peggiore delle circostanze gli uomini che ho incontrato hanno approfittato di questa mia mai dichiarata ma sicuramente percepita ,dinamica di simbiosi emozionale ed energetica . Non ho trovato uno/a psicoterapeuta che mi abbia veramente aiutata a sciogliere o superare questo nodo dolorosissimo della mia vita . E cosi ho scelto di fare a meno dell'amore , ormai da piu di due anni . Mi chiedo : potra' mai essere possibile anche per me essere in grado di amare un uomo senza smettere di amare e onorare la mia vita ogni giorno? Chiedo se c'e' qualche psicoterapeuta che pensa di potermi aiutare concretamente senza farmi spendere anni e anni ( gia' trascorsi in passato) sul lettino psicoanalitico. Grazie Francesca

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 APR 2014

Buongiorno gentile Francesca,
ci sono molte ipotesi che andrebbero approfondite sul perchè nei suoi percorsi psicoterapeutici precedenti non sia riuscita a risolvere adeguatamente il suo problema di dipendenza affettiva-relazionale... Forse ora è pronta per affrontare questo? Una psicoterapia breve ad orientamento psicodinamico potrebbe essere una soluzione se centrata sulla risoluzione del focus relazionale. Se è di Roma, resto a disposizione per quanto accennato tramite un colloquio conoscitivo.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2014

Gentile utente,
quella che ci descrive mi sembra essenzialmente una difficoltà a relazionarsi in modo equilibrato. Ha mai provato ad andare da uno psicoterapeuta della Gestalt? La Gestalt è un approccio particolarmente indicato (lo sono anche quello sistemico-relazionale o della Strategica Breve) a migliorare la comunicazione e pertanto a cambiare le relazioni. Bastano pochi colloqui centrati sul problema per acquisire maggiori sicurezze nella relazione.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

718 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2014

Gentile Francesca
ha descritto abbastanza bene la sua situazione attuale sebbene tramite poche righe non si può mai esprimere totalmente le problematiche che ci fanno stare male ne fare una giusta diagnosi. Credo che lei abbia bisogno di fare un nuovo e giusto percorso individuale nel quale comprendere ciò che le è accaduto e che le accade ogni giorno e metterlo in discussione, possiamo essere fiduciosi e le consiglio una psicoterapia cognitivo-comportamentale della quale mi occupo personalmente, cerchi sul suo territorio uno psicoterapeuta di questo orientamento e buona fortuna
saluti Dott.ssa Maria Antonella Schiavone

Dott.ssa Maria Antonella Schiavone Psicologo a Jesi

95 Risposte

64 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2014

Cara Francesca, sento che le tante esperienze psicoterapiche ti hanno lasciato a metà strada. Succede quando ci si ferma a livello di consapevolezza(che è già molto, ma l'elaborazione è indispensabile per dire di essere arrivati fino in fondo), e mi viene il sospetto che in ognuna delle esperienze terapeutiche, tu ti sia arenata sempre nello stesso punto. Sarebbe importante per me , se vuoi essere aiutata, avere più informazione da parte tua.
Al di là degli imprescindibili dati anamnestici, sarebbe da focalizzarsi sulle dinamiche interiori che hai vissuto in relazione ai precedenti colleghi;se le terapie hanno avuto una conclusione concorde; cosa ti aspetti dall'amore di coppia. Ed altro ancora che potremmo considerare assieme anche da questo sito. Io lavoro e vivo a Milano, non so tu. Ciao

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

638 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2014

Gentile Francesca,
Valuti anche la terapia Breve Strategica che ancora non è stata citata e, stando alle ricerche, ha alte probabilità di successo e in tempi brevi, si parla di una media di 10 sedute e ha anche il pregio di avere sedute ogni due settimane, cosa che permette un risparmio economico, ma anche in termini di energie che da quanto dice ha già dedicato ampiamente alla psicoterapia.
Cordiali saluti

Dott.ssa Licia Vicinelli Psicologo a Ventimiglia

7 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2014

Capisco che dopo una certa dose di fatiche si desideri raccogliere, giungere a un equilibrio in sè e con l'altro da sè, incontrare e poter intraprendere quella coniunctio cui tutti in qualche modo tendiamo. Però, non possiamo pretendere noi di sapere quanto ancora dobbiamo "dare": ricordiamoci di Giobbe, che raffigura questa verità dell'esistenza umana. Se i percorsi analitici a suo tempo intrapresi non hanno dato i risultati sperati, non può che voler dire che c'è bisogno di ulteriore cammino, che allora non era il momento giusto, che non poteva elaborare più di quanto è stato. Io le consiglio ancora un percorso psicoanalitico, giacchè tali problematiche affettive originano dal profondo di noi stessi e dai legami precoci che abbiamo avuto. E la psicoanalisi è la terapia del profondo per eccellenza. Magari può stavolta, piuttosto che il lettino, avviare una relazione vis a vis, o scegliere un analista di sesso diverso dal precedente. Qualora optasse per questa soluzione, sicuramente si accerti che egli sia nell'elenco di un'associazione psicoanalitica, freudiana o junghiana che sia. Ciò, se non garantisce in assoluto, lo fa però abbastanza. Auguri.

Dottor Rondanini Daniele Psicologo a Roma

22 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2014

Cara Francesca,
parto sempre dal presupposto che non esista un orientamento psicoterapeutico migliore degli altri, bensì si dovrebbe scegliere in base alla propria soggettività e alla propria problematica (purtroppo mi rendo conto che, per chi non è uno psicologo, sia un po' difficile barcamenarsi tra i millemila orientamenti esistenti!).

Leggendo quanto ha scritto, credo che l'orientamento breve focale possa esserle utile, perché si focalizza sul bisogno specifico della persona in quel momento, strutturando un intervento "su misura", secondo le esigenze e le caratteristiche del singolo. Inoltre, si svolge in tempi brevi (non è possibile stabilire quanto breve, perché dipende dal problema in questione, ma indicativamente per la situazione da lei illustrata potrebbero bastare 10-15 sedute). Tale metodo di lavoro è volto, quindi a raggiungere il massimo beneficio attraverso il più basso investimento in termini di tempo e di denaro, grazie all'accurata valutazione iniziale delle risorse della persona e all’utilizzo di tecniche provenienti da orientamenti diversi (Psicodinamiche e Cognitivo-Comportamentali), individuando un "focus", ossia focalizzandosi principalmente sul "nocciolo" del problema, consentendo così di accelerare il cambiamento.

Rimango a disposizione nel caso in cui volesse maggiori informazioni a riguardo. Nel frattempo, le faccio un grosso in bocca al lupo!

Dott.ssa Alessia Romanazzi Psicologo a Saronno

52 Risposte

108 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2014

Salve Francesca,
dalle sue parole traspare piuttosto bene tutto il carico di emozioni contrastanti che ruotano attorno al tema dell’amore, dell’essere amati e di amare. Probabilmente le vicende infantili possono aver dato il loro contributo nel dar forma al modo in cui ora si relaziona all’altro sesso e in generale alla tematica dell’essere compresa, amata, sostenuta ed accettata profondamente da un’altra persona, senza dover rinunciare a se stessa e ai suoi desideri. Attualmente la Schema Therapy, una terapia cognitiva che trae spunto anche da teorie analitiche e dell’attaccamento, aiuta proprio le persone che sembrano ricadere sempre in determinati “schemi”, come sembra essere il suo modo ripetitivo di comportarsi nelle relazioni amorose, a comprenderne le cause e a spezzare questo circolo vizioso, anche in tempi non troppo lunghi. Le suggerirei quindi di contattare un professionista di orientamento cognitivo comportamentale della sua zona, anche chiedendo informazioni tramite questo portale.
un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

251 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2014

Grazie mille Dr.ssa per la sua risposta. Senz'altro lei ha ragione , purtroppo pero' vivo a Milano ..

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 APR 2014

Gentile Dr.ssa
grazie per la sua risposta . No , purtroppo non sono di Roma, scrivo da Milano.
Sicuramente lei ha ragione .

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte