Punto di vista professionale (parte seconda)

Inviata da Camilla · 23 feb 2016 Terapia di coppia

Buongiorno.
Innanzitutto ringrazio con estrema sincerità e gratitudine i professionisti che si sono presi cura di me con la loro risposta puntuale. Il loro aiuto è stata una carezza sull'anima in un momento di reale difficoltà. Per ringraziarli tutti, voglio aggiornarli sulla mia situazione, affinchè le loro parole non siano state gettate al vento.
Ieri un altro tassello si è aggiunto al puzzle complesso di questa fase della nostra vita: diagnosi di endometriosi, che sommata alla mia età significa alto rischio di sterilità.
L'unico metodo per tentare di avere una gravidanza è la procreazione assisitita. Non avrei mai pensato di dover arrivare a questa soluzione. Ho sempre pensato che il nostro amore, profondo, completo e ricco di sacrifici da entrambe le parti meritasse un premio diverso.
Ma la biologia non è un'opinione, come la matematica. Dunque tocca (anche stavolta) rimboccarsi le maniche e decidere con serietà cosa fare.
Ho omesso stupidamente di dire che la mia dolce metà a assolutamente supportiva in tutto, in qualsiasi problema di salute e lavoro, e il suo sostegno è una benedizione pura.
Il suo desiderio di avere un figlio è l'unico regalo vero che avrei voluto dargli, per poterlo ringraziare del suo ingresso nella mia vita complicata. Ha rinunciato a tanto per me, e questo sarebbe stato un piccolo omaggio al nostro amore e alla sua perseveranza anche quando avrebbe fatto bene a lasciarmi alla mia vita barbara.
Nonostante questo suo desiderio, lui non pretende da me che io faccia una scelta o l'altra. E' disposto ancora una volta ad accettare la mia decisione (visto che la culla biologica sarei io), ma so bene che se fosse per lui, scalerebbe la montagne scalzo pur di farmi questo dono e se la scelta spettasse a lui.
I sacrifici non lo spaventano e anche l'iter della gravidanza con queste premesse non lo spaventa.
Ci hanno dato una possibilità di successo del 30%. La spesa è notevole, in un periodo in cui le finanze non brillano e il lavoro (da liberi professionisti) ha alti e bassi continui.
Io, dopo la visita medica, ho avuto frasi egoiste. Ho detto "non se ne parla nemmeno", pensando alla fatica che ancora ci attenderebbe, alla spesa che potrebbe essere buttata alle ortiche senza alcun risultato, ai viaggi ripetuti in ospedale, ai mesi di attesa e di cura.
Lui mi ha guardato e mi ha solo detto "cerca di stare tranquilla. Voglio solo dirti che io lo considero un investimento sul nostro amore, non una spesa".
Mi sono sentita una nullità. Sono stata così egoista da pensare solo a me, senza pensare a quanto questa scelta postrebbe rendere felice lui. E io, per la sua felicità, mi sono sempre dichiarata pronta a fare qualsiasi cosa.
Purtroppo, come qualcuno di voi ha saggiamente arguito, sono sempre stata abituata (e anche un po' costretta) a cavarmela da sola. Questo pensiero di dover affrontare un'altra fatica mi ha fatto sentire il peso del pianeta sulla mie spalle, ma non è vero. Lui è sempre presente, mi porterebbe in braccio se servisse ad alleviare la mia stanchezza, e si sottoporrebbe lui alle cure al posto mio.
Oggi sono un po' più serena. L'idea di poter provare, anche solo provare, non mi spaventa più come ieri.
Sono da voi per chiedervi una parola disinteressata, che sia una coccola o che sia una doccia fredda, la accetto. Le critiche non mi spaventano.
Vi ringrazio infinitamente per la delicatezza con cui entrate nelle nostre vite e vi auguro tanta serenità.
Camilla

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 FEB 2016

Gentile Camilla,
grazie anche a lei per l'apprezzare il supporto che cerchiamo di dare ma mi piacerebbe che lei cominciasse ad essere un pò meno severa con se stessa perchè forse anche questo potrebbe servire per realizzare il suo desiderio.
Ritengo giusto, all'interno delle possibilità offerte dalle moderne tecniche scientifiche e senza che debba diventare una sorta di "accanimento" impegnarsi per questo progetto ma penso anche alle migliaia di coppie che hanno fatto, di fronte ad analogo insoluto problema, la scelta della adozione.
Tuttavia qui, ancora di più, è indispensabile il supporto della psicoterapia perchè trovo drammatico che un bambino sfortunato passi dalla padella nella brace sia pure per superficialità o inconsapevolezze di chi l'ha fortemente voluto vicino.
Detto ciò, le faccio i migliori auguri per la realizzazione del suo desiderio.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8104 Risposte

22205 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2016

Cara Camilla
è stato bello leggerti, anche se la tua lettera parla di scelte difficili parla anche di un amore grande, quello tra te e il tuo compagno.
Con questo amore che sia tu che lui vi manifestate a vicenda, penso che non ci debba essere nulla che spaventi e nulla che sia troppo difficile.
Tu però nemmeno dovresti sentirti in alcun obbligo di dover intraprendere il percorso maternità, per poter donare a lui un figlio.
Capisco il tuo desiderio però credo che su questa scelta devi seguire quello che tu ti senti di fare; insomma devi sentirti libera.
Detto questo, in un caso e nell'altro, vi faccio tantissimi auguri per una vita serena e per continuare a volervi tanto bene!
Cordiali saluti
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7678 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2016

Cara Camilla, innanzi tutto complimenti per l'obiettività con cui valuta la situazione e il rapporto con il suo compagno.
Penso che grazie al bel legame esistente tra voi avrete la possibilità di affrontare qualsiasi esito che il destino riserverà al percorso di procreazione assistita.
E' bello vedere come stiate crescendo insieme e come la positività del vostro rapporto stia facendo "nascere" in lei degli stili di attaccamento diversi da quelli sino ad ora conosciuti.
Le auguro di tutto cuore ogni bene.
Dott.ssa Annalisa Caretti

Studio Dott.ssa Annalisa Caretti Psicologo a Verbania

127 Risposte

113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20600

psicologi

domande 34650

domande

Risposte 118250

Risposte