Psicologo o psichiatra?

Inviata da Silvia il 21 mag 2015 Orientamento professionale

Salve sono Silvia da Bari,ho un problema con il mio fidanzato, siamo insieme da tre anni, durante la frequentazione durata parecchi mesi, e il primo anno, tutto andava bene, era una persona simpatica, solare, sempre attiva, benvoluta e molto rispettoso nei miei confronti e nei confronti degli altri. Dopo un anno circa , é completamente cambiato, il primo cambiamento fu a livello sessuale, non avevamo rapporti anche x un mese, si scusava dicendo che non capiva il motivo ma non aveva più il pensiero rivolto al sesso, i mesi passavano e i nostri rapporti continuavano ad essere sempre meno frequenti. Dopo qualche mese ha iniziato un declino spaventoso su tutti i fronti. È diventato nervoso, scontroso con me e con chi lo circonda, quando qualcuno gli parla lui sembra pensi ad altro, non riesce a stare nello stesso posto per molto tempo, per esempio in un bar o in un ristorante, dopo un po inizia ad alzarsi e dire non ce la faccio più voglio uscire da qui. Per tre mesi ci siamo lasciati perché non sopportavo più questo suo stato che tra l altro mi trasmetteva ansia e malumore, in questi tre mesi ho visto in lui cose assurde, mi chiamava dicendo che lui non se ne faceva nulla di me e che magari stava bene da solo, per poi richiamarmi dopo pochi secondi supplicandomi di tornare insieme. Alza la voce, quando discutiamo, urla mi offende, per poi pentirsi dopo pochissimi secondi e chiedere scusa. Quando litighiamo sembra che lui dopo poco abbia completamente rimosso la discussione, parla di progetti futuri, come se nulla fosse accaduto. Io vorrei che qualcuno lo aiutasse perché non credo sia capace di tornare la persona bella e piacevole che era ma non mi sembra convinto in questo.. E sopratutto vorrei sapere in che modo potrebbe essere aiutato... Sarebbe un sogno x me capire cosa lo ha spinto a cambiare così. Sono molto triste e preoccupata.. Temo che mai riuscirò ad riabbracciare la persona che conobbi tre anni fa .. Se qualcuno ha dei consigli, dei pareri o anche solo un pensiero da dirmi sono ben felice di leggere.. Grazie e scusate se mi sono dilungata. Cordiali saluti.
PS. Lui ha 32 anni e io 25

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Silvia,
dalle sue parole si evince la sofferenza che sta vivendo ma, allo stesso tempo l'impegno nel voler trovare una soluzione. Un rapporto "poco sano" lede sia alla sua serenità che a quella del suo fidanzato. Forse come primo passo sarebbe bene rivolgersi ad uno psicologo, sempre che il suo fidanzato sia d'accordo; poi qualora lo psicologo ritenesse utile un sostegno anche farmacologico si potrebbe richiedere anche il parere di uno psichiatra.

cordiali saluti

Centro Il Nodo Psicologo a Palermo

18 Risposte

74 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Se il Tuo ragazzo è nervoso e poi insofferente e poi non ama stare in un posto o far sesso con Te, ha un senso. Su cosa si dica per agire in questi termini nessuno può coglierlo a meno che non decida di iniziare un percorso terapeutico. Ad ogni modo se mi sento nervoso senza un a motivazione congrua, significa che leggo il presente sicuramente pensando a qualcosa di fisso; se non provo attrazione per la donna che ho accanto sicuramente mi sto dicendo qualcosa; se evito i posti affollati, sicuramente mi sto dicendo qualcosa; Se lascio e poi riprendo la mia ragazza sicuramente mi sti dicendo qualcosa. Ora che questo ragazzo sicuramente senta qualcosa che è fuori dal Momento che vive, è ovvio. Sul senso di evitare, di solito ci sono slogan interni molto efficaci. Non conosco l’età del Ragazzo, ma a volte le Responsabilità assumono un significato bloccante. Esser responsabili significa saper dare risposte ai propri bisogni nel contesto nel quale si vive. Essere irresponsabili significa non darle queste risposte. Di fronte alla mia ragazza, posso sentire la Persona che Amo, concentrarmi sull'oggetto che desidero(il Suo Corpo) o pensare alle conseguenze di questo rapporto. Se ho una percezione al ribasso di Me ,il partner non è più una compagna con cui condividere Parti di Se, ma un'Occasione per pensare al Futuro a come saranno le cose con Lei. Se non mi sento ok, ho paura di perdere la relazione, perché' dipendo da Te Donna ma non voglio neanche Te perché' mi ricordi l'Immagine di Me Uomo al ribasso. Se mi sento al ribasso, é possibile che la mia Immagine decida del mio Umore Presente. L'ho buttata lì ma come ti é stato detto ,il punto é come ti senti Tu rispetto a questo ragazzo. Ami un ragazzo che agisce così e non affronta i suoi problemi interni? Se la risposta é si, non vedo problemi. Se la risposta é No, credo che tu sia consapevole su cosa sia il Meglio Per te. Sicuramente il sorriso non si perde di colpo e probabile te questo ragazzo vive una condizione di stress legato a qualcosa di permanente che si dice. Ovviamente qualcosa di negativo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Silvia, da come ha posto la domanda si comprende bene quanto questa situazione le crei sofferenza e quanto vorrebbe aiutare il suo fidanzato.
Quello che mi sento di consigliarle e di proporre al suo fidanzato di vedere un medico di base e uno psicologo in modo da avere un quadro quanto più completo possibile della situazione.
Lei però non può costringere il suo fidanzato a intraprendere questo percorso deve essere lui a volerlo perciò, non si dimentichi di lei e del suo benessere.
Cordiali saluti

Dott.ssa Angelica Proto Psicologo a Vigodarzere

32 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Silvia
la prima cosa che mi viene in mente è che il suo ragazzo possa aver iniziato a fare uso di qualche droga.
In ogni caso ritengo necessario l'intervento sia dello psichiatra che dello psicoterapeuta.
Il problema è che, probabilmente, il ragazzo non voglia accedere a nessuno dei due servizi.
Lei ora farebbe anche bene a pensare alla sua vita e a riprendersi. E' triste dirlo ma non credo che possa aiutarlo più di tanto e inoltre mi sembra stremata da questa vicenda.
Lei stessa deve avere la lucidità di comprendere a fondo che l'amore non salva.
Solo l'impegno di lui e la consapevolezza del bisogno di aiuto può farlo uscire da questa situazione senza dubbio patologica.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6693 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Silvia, mi rendo conto delle sue preoccupazioni verso il suo ragazzo (o ex) e dolore nel vedere una persona cambiare così tanto quasi da non riconoscerla più. Purtroppo però per aiutare qualcuno è importante che sia la stessa persona a sentirne la necessità, probabilmente potrebbe consigliare di andare da uno psicologo e se fosse necessario lo stesso terapeuta potrebbe inviarlo ad uno psichiatra. Probabilmente sta vivendo delle problematiche interiori che non lo fanno più essere sereno.
Cari saluti
Dott.ssa Barnaba - Taranto

Dott.ssa Barnaba Valentina - psicoterapeuta Psicologo a Taranto

94 Risposte

299 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Silvia,
si sente la tua fatica e la tua volontà di trovare una soluzione. Il mio suggerimento è di rivolgersi al medico di base che saprà indicarvi la strada da percorrere.
Colgo l'occasione per complimentarmi per il titolo della tua richiesta, che denota curiosità e capacità di porsi delle domande.
Lo pischiatra potrebbe essere la scelta giusta nel caso in cui il medico riscontri la necessità di un supporto farmacologico. Altrimenti, andrà bene un percorso di sostegno psicologico e di riabilitazione, oppure di psicoterapia. Nulla vieta che psicologo e psichiatra collaborino.

Cordialmente,
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2018 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15200

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte