Provare di amare ma meno rispetto all'inizio

Inviata da Cristiano Malvicini · 8 mag 2019 Terapia di coppia

Buongiorno, sto insieme alla mia ragazza da 4 anni e quasi 5 mesi, sto parlando per lei in quanto vorrei capire se sia possibile agire. Essenzialmente l anno scorso, sono partito 4 mesi all estero, sono tornato due volte da lei e poi quando sono definitivamente rimasto in italia con lei, dopo 2 mesi lei mi molla dicendo che quell'assenza l'ha condizionata troppo, io ero assente e lei é diventata piu indipendente. Dopo esattamente 12 ore, lei viene sotto casa mia dicendo di aver sbagliato, torniamo insieme e mi dice che lei uguslemente si sente cambiata, il suo amore é piú razionale e prova meno/in modo diverso ma sempre amore é. Dice che difficilmente sará ancora come prima in quanto lei ha i riverberi di quei 4 mesi e non riesce a cancellarli. Lei si sente diversa ma continua a dire che ci tiene a me e che mi ama anche se in modo diverso o meno. Quel periodo li sembra sia stato uno spartiacque, un ostacolo, un blocco che continua a tirare fuori. Come agire? Lei non vuole farla finita proprio settimana scorsa siamo stati via insieme ma lei si ostina a dire che é un amore diverso/razionsle/minore. Cosa vuol dire? Come cercare di agire? Vorrei che quell evento negativo per lei possa venire piano piano debellato e lei uguslmente vorrebbe.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAG 2019

Buongiorno Cristiano,
Innanzitutto sarebbe opportuno capire com’era la vostra relazione prima che lei partisse. Le distanze ed il tempo a volte portano con sè delle riflessioni sulla propria persona, sulla coppia o semplicemente fanno sperimentare a chi le sta vivendo, più tempo per ricongiungersi con ciò che nella relazione prima era stato messo un po’ da parte: la propria individualità. Tuttavia, non necessariamente l’amore più razionale e maturo dev’essere considerato peggiore rispetto all’amore che c’era tra di voi precedentemente. Forse in questa prima fase avete bisogno di ri-conoscervi. Per questo le suggerisco di continuare a comunicare con la sua ragazza e di provare a comprendervi reciprocamente su ciò che è cambiato e ciò che è rimasto identico nella vostra coppia. Anche se destabilizzante all’inizio, questo potrebbe portarvi a scoprire un nuovo modo di stare insieme, magari migliore!
Se desidera approfondire questi suggerimenti e soprattutto raccontarsi più nel dettaglio affinché possa comprendere meglio ciò che sta vivendo, può contattarmi. Nel frattempo le auguro una buona giornata.

Dott.ssa Elisa Simeoni

Dott.ssa Elisa Simeoni Psicologo a Brescia

26 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2019

Buongiorno Cristiano,
non leggo quanti anni avete ma presumo pochi per considerare la vostra crisi come qualcosa di anomalo. Mi viene da pensare che nel lasso di tempo che vi ha allontanato, la fase di innamoramento si sia evoluta senza che ve ne rendeste conto e da qui lo sconcerto. A mio avviso, è importante che voi continuiate a frequentarvi per riuscire a riconoscere quello che vi fa desiderare di trascorrere ancora del tempo assieme : lasciare affluire nuovi elementi per voi importanti in un rapporto di coppia in evoluzione. Se non sono stata chiara, resto a disposizione per un eventuale approfondimento.
Dott.ssa Carla Panno

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

682 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2019

Gentile Cristiano,
presumibilmente quella esperienza di distacco è stata destabilizzante per la sua ragazza che ha dovuto trovare con fatica e da sola un diverso equilibrio personale e interiore.
A causa della sofferenza vissuta, la prima reazione che ha avuto al suo definitivo ritorno è stata di rabbia ma subito dopo, essendoci ancora buoni sentimenti, le ha solo detto, a modo suo, che ora l'amore che prova è un pò diverso, forse più maturo, più razionale e "minore" nel senso di non assoluto.
Ciò, a mio parere, non necessariamente è un male sia per la sua ragazza che per lei.
Ora comunque non bisogna trarre conclusioni affrettate, occorre accettare il cambiamento, migliorare la comunicazione e possibilmente valorizzare anche l'esperienza spiacevole di quel periodo di lontananza.
In tutto ciò può essere di aiuto un percorso di psicoterapia di coppia che suggerisco di intraprendere.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7543 Risposte

21086 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte