Promettere di non abbandonare ed essere abbandonata?

Inviata da Lia Beatrice · 16 giu 2019 Terapia di coppia

Buongiorno. Sono una ragazza di 26 anni stata per due anni e mezzo con un ragazzo (32) che ho amato e amo davvero molto. Ci siamo messi assieme in circostanze molto particolari, quando avevamo appena cominciato ad uscire lui ha avuto un forte esaurimento, tanto grave da essere ospitalizzato per diverse settimane e continuare ad essere seguito da uno psicologo e uno psichiatra. Fortunatamente ora sta molto molto meglio. Ci sono stati diversi problemi di questo tipo, ovviamente, che ci siamo portati dietro per diverso tempo, ma che non hanno mai intaccato la relazione. Siamo partiti dicendo "ci stiamo vicini e ci aiutiamo" e siamo finiti ad innamorarci e restare assieme, facendo piani per il futuro e non mettendo mai in dubbio i nostri sentimenti o i nostri obbiettivi. Dopo due anni ho deciso di andare a fare un'esperienza di sei mesi all'estero, cosa che lui aveva già fatto in precedenza per un anno. Nel giro di meno di tre mesi ho lasciato il lavoro, preparato tutto e sono partita, cercando di assicurarmi il più possibile che lui fosse d'accordo, ma purtroppo è stato un periodo di tensione per me davvero molto molto forte e ho reagito allontanando molto le persone che mi erano vicine, anche lui.
Quando sono partita, a parte alcuni momenti occasionali in cui magari rispondevo male, non ci sono stati problemi. Abbiamo continuato a parlare del futuro assieme e di tutti i piani che, sicuramente non subito data la situazione precaria ma avremmo portato a termine.
Dopo circa un mese e mezzo dalla mia partenza, abbiamo litigato,tra l'altro via messaggio, per la prima volta. Senza neanche arrivare alla fine della discussione, come domanda retorica, gli ho chiesto se avesse bisogno di una pausa, visto che comunque ero distante, e lui ha risposto di si. Per le due settimane seguenti ha continuato a scrivermi e abbiamo continuato a sentirci, non ovviamente come prima ma in modo abbastanza tranquillo, se non che, ogni volta che cercavo di affrontare l'argomento per cui avevamo litigato (che nell'ultimo periodo lo trattavo male e da quando non ci vedevamo più ogni giorno lo sentiva di più) lui lo evitava completamente. Dopo due settimane gli ho chiesto se fosse possibile fare una pausa vera, perchè sentirlo continuamente senza mai affrontare il problema stava diventando molto difficile, nonostante lui mi avesse ripetuto più volte che ne avremmo parlato approfonditamente e che ci stava pensando molto bene, specialmente visto tutto quello che avevamo attraversato insieme e le cose buone che ci univano. Ci siamo accordati su un mese, e che mi avrebbe contattata se si fosse sentito di parlarne prima. Per due settimane nuovamente non ci siamo sentiti, poi gli ho comunicato che sarei ritornata in Italia, non ovviamente solo per lui ma per una serie di situazioni lavorative e personali complicate, per un mese a luglio e che se a quel punto ne avesse voluto parlare faccia a faccia avremmo potuto farlo. Non mi ha risposto per cinque giorni poi, l'altro ieri, mi ha scritto dicendo che gli dispiaceva dovessi rientrare e che aveva preso una decisione. L'ho chiamato e mi ha lasciata dicendo che nelle ultime settimane si era accorto di avermi amata tantissimo ma ora di non amarmi più. Nessuna discussione, nessuna spiegazione, nessun cercare di capire davvero quale fosse il problema (io purtroppo ho avuto un mese per rimuginarci su tutto il giorno e capire quali cose fossero da migliorare) e nessun tentativo di sistemare. Una discussione di qualche frase fatta e risposte a monosillabi quando cercavo di parlare, per di più in videochiamata. Fino al giorno prima della pausa non ho mai dubitato di un singolo ti amo, di un singolo mi manchi o dei discorsi sul farsi un futuro assieme nonostante gli anni terribili che avevamo vissuto, e adesso cerco (forse inutilmente) di dare un senso al dolore che provo. Gli avevo promesso di non abbandonarlo (purtroppo a lui era successa una cosa simile con la sua ex durante il suo viaggio all'estero, che gli ha fatto nascere dei grossi complessi di abbandono), che sarei tornata e sarebbe andato tutto bene. E adesso mi ha abbandonata lui dall'altra parte del mondo, sapendo perfettamente come ci si sente.
Non mi spiego come in così poco tempo si possa passare dal voler costruire un futuro e una famiglia insieme ad una persona che ti guarda e ti parla come se fra voi non ci fosse mai stato nulla. Ripenso continuamente a quando ci siamo salutati all'aereoporto e non pensavo sarebbe stata l'ultima volta. Spero che torni indietro e so che non lo farà. Tra 15 giorni rientrerò in Italia e se lo dovessi incontrare penso che impazzirei.Non ho idea di come conviverci.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 GIU 2019

Buongiorno Lia. Occorre capire chi sei e cosa vuoi davvero, ognuno nel rapporto porta delle proprie vulnerabilità, come hai detto tu probabilmente il tuo viaggio ha aperto in lui delle insicurezze che aveva.. Quello che invece occorre assolutamente costruire sono le tue risorse e le tue sicurezze a partire da quello che senti che ti fa male e che nn ti fa vivere come vorresti. Sono a disposizione per chiarire ogni dubbio e per aiuto anche con la terapia EMDR. Buona giornata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

210 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GIU 2019

Gentile Lia B.,
mi dispiace davvero per tutta questo....purtroppo le storie d’amore possono finire. Non si colpevolizzi troppo e inizi a prendersi cura di se. Le esperienze anche negative possono essere portatrici di riflessioni importanti. Per sostenersi in questo momento di difficoltà le consiglierei un percorso anche breve di ascolto di se stessa.
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2687 Risposte

2217 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte