Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problemi socializzazione bambino di 6 anni

Inviata da Elisa il 20 set 2016 Psicologia infantile

Buonasera,
scrivo per chiedere consiglio a proposito del grande scoglio che mio figlio di 6 anni non riesce a superare: la socializzazione.
In 3 anni di scuola materna non è riuscito a farsi amici, solo un'amichetta più piccola di lui. In 3 anni non l'ho mai visto andarci volentieri, non è mai ritornato a casa felice. Sono stati 3 anni di colloqui con le maestre durante i quali esponevano sempre lo stesso problema: il bambino è tanto intelligente quanto asociale. Allora io ma anche mio marito ci siamo mossi per aiutarlo: sport, parco, ludoteca, merende a casa di qualche compagno. Ma niente. I bambini preferiscono giocare con altri e non con lui. Allora abbiamo pensato che fosse sfortuna: magari non ha trovato la classe giusta. Ora a scuola primaria purtroppo stiamo rivivendo la stessa identica situazione. Lui si aggrappa a un bambino inizialmente, quando però il gruppo comincia ad allargarsi e subentra qualche altro bambino e la tipologia dei giochi cambia (da giochi tranquilli e silenziosi a giochi movimentati) lui si allontana e preferisce stare da solo e con il tempo poi anche gli altri tendono ad escluderlo. Noi non sappiamo più come aiutarlo e soffriamo nel vederlo cosi.
Apparentemente sembra indifferente (a casa è addiritttura spesso nervoso, spocchioso, arrogante) ma sotto sotto quando lo sproniamo a parlare fa uscire la sua sofferenza e piangendo ci racconta.
Ringrazio e saluto cordialmente

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Elisa,
penso che da un lato può avere un peso il temperamento timido e chiuso del bambino e che dall'altro le situazioni anche di gruppo non lo aiutano a sentirsi a suo agio e ad esprimersi ma anzi lo mettono in difficoltà in quanto di breve durata e non integrate nella sua vita.
Forse se il bambino avesse un fratellino o una sorellina con cui condividere stabilmente tempo, giochi e interazioni emotivo-affettive le cose cambierebbero.
Comunque, se nella scuola primaria iniziata, dopo qualche mese non si registra alcun cambiamento, suggerisco una psicoterapia familiare con un terapeuta dell'età evolutiva o sistemico-relazionale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6580 Risposte

18427 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Elisa,

si ri-confronti con le maestre e con gli educatori/allenatori delle varie attività ludico/sportive; cercate di coordinarvi e collaborare per meglio individuare strategie utili e efficace ad aiutare il bambino,
Pur nel rispetto delle caratteristiche caratteriali e temperamentali, sarebbe utile comprendere se queste difficoltà rappresentano per il bimbo un vero e proprio disagio.

Lui ne soffre?

Quanto le VS aspettative agiscono nella relazione e nella comunicazione con lui?

Vi suggerirei un confornto anche con uno psicologo per meglio definire e inquadrare la questione.

Un caro saluto

Dott.ssa Cristina Fumi
psicologa - psicoterapeuta
MILANO

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

232 Risposte

228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elisa la socializzazione per un bambino é effettivamente importante ma è anche importante riconoscere e rispettare le caratteristiche temperamentali. Se da una parte probabilmente il bambino è più introverso e tranquillo dei compagni, é compito degli adulti facilitate l'incontro con i pari. Le suggerisco di parlare con le maestre e magari anche con una psicologa dell'infanzia. Saluti
Dott.ssa Serena Costa
Psicologa dell'infanzia, Trentino

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cari genitori, il vostro non è un caso isolato e mi sembra che tentativi ne abbiate fatti. Adesso ci sarebbe da vedere se il bambino non sia caratterialmente un po' asociale oppure non abbia bisogno di più tempo per prendere confidenza o altro o forse qualche disturbo caratteriale. Vi consiglio di rivolgervi di farvi seguire da una psicologa dell'età infantile. Tenetemi al corrente
Auguri
dr. Annalisa Lo Monaco

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte