Problemi sessuali/coppia

Inviata da carla · 15 apr 2021

Buonasera. Io e il mio compagno stiamo insieme da circa un anno, ed essenzialmente conviviamo dallo stesso tempo, poiché io sono andata a vivere da lui fin da subito (viviamo in città diverse e lui mi ha voluta lì fortemente). La relazione è nata in modo inaspettato ed improvviso, ed è stata dal primo momento fortissima ed intensa. Io l'ho vissuta con estrema paura, che non avevo mai provato nei precedenti rapporti, perché non ho mai provato una simile attrazione per nessuno. Mi sembrava 'troppo' per me: troppo bello, troppo intelligente, troppo interessante. Per quanto mi rendessi conto dell'inopportunità dei miei timori, non riuscivo a reagire e regolarmi in nessun modo, vivendo con questa inquietudine interiore senza manifestare assolutamente niente all'esterno. Il tempo è trascorso e tutto è andato bene, io ho tratto continue conferme del suo amore ed interesse per me, pur provando in tutti i modi a convincere me stessa del contrario. Si è però instaurato gradualmente un rallentamento nei rapporti sessuali, che all'inizio erano frequentissimi (una o due volte al giorno) e totalizzanti. Adesso mi cerca pochissimo sessualmente, e capita che non lo facciamo per 4 giorni di fila o più. Io ho anche pensato di aver utilizzato in passato il sesso per trarre conferme del suo interesse per me. Ero letteralmente ossessionata dal farlo in continuazione, e quando la cosa ha iniziato a scemare sono entrata in crisi, pensando che lui non mi trovi più eccitante, o che sia diventato per lui tutto scontato e banale perché conviviamo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 APR 2021

Salve Carla,
il rapporto che descrive è molto passionale e lo ha vissuto da subito molto intensamente ed in modo totalizzante, tipico del grande innamoramento. Le sue insicurezze interne rispetto al suo compagno sicuramente hanno condizionato il suo comportamento di ricerca continua di conferme attraverso il rapporto sessuale, penso sia corretta ma sua considerazione.
Una relazione d'amore, per essere completa, ha necessità di vari elementi quali l'impegno/decisione di restare insieme anche quando insorgono difficoltà o problemi, la passione (che è da sempre stato l'elemento collante tra voi due, molto valorizzato) e l'intimità che si esprime con quei sentimenti di 'amicizia' che sono presenti anche in un rapporto di coppia: rispettare e considerare l'altro, comprendere e sentirsi compreso dall'altro, condividere se stessi con l'altro, dare supporto emotivo all'altro, ecc.
Mi chiedo se a questa componente, che ha bisogno di tempo per svilupparsi, abbiate dato il giusto peso nel vostro rapporto.
Se è solo l'attrazione sessuale a tenervi legati prima o poi è naturale che subisca delle variazioni; perché non parlate dei vostri dubbi, di come vedete il vostro rapporto e di come lo vorreste nel futuro?
Sul suo conflitto interiore rispetto al suo compagno (mi sembra troppo per me, non me lo merito, ecc.) ci dovrebbe lavorare, a mio avviso.
Se volesse approfondire questi aspetti e comprendere meglio come vede se stessa e pertanto come vive le relazioni affettive sono a disposizione, anche online.
Cordiali saluti,
dott.ssa Raffaella Ramazzotti
psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale
istruttrice di interventi basati sulla Mindfulness

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

73 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 APR 2021

Cara Carla,
Inizio ringranziandola per aver condiviso con noi una parte così intima della sua vita e della sua relazione.
Comprendo che, alla luce dei vissuti con cui ha iniziato la relazione, il suo primo pensiero rispetto al calo dei rapporti sessuali sia stato relativo alla paura di non essere più interessante agli occhi del suo compagno. Voglio rassicurarla subito del fatto che quando una relazione diventa più stabile, frequenza più scarsa dei rapporti sessuali è assolutamente normale. Infatti, se nelle fasi iniziali della relazione sentiamo il bisogno di avere molto contatto fisico, con il passare del tempo si trovano molti più modi di condividere il tempo insieme, magari si scoprono delle passioni comuni o si preferiscono altri modi di vivere la coppia.
In termini statistici, inoltre, un rapporto sessuale ogni 4 giorni è un'ottima media, se confrontata con le statistiche nazionali!
Fatte queste doverose premesse, se questi pensieri continuano a tormentarla, e rischiano di mettere in crisi la sua relazione o la sua serenità, chiedere una consulenza con uno psicologo potrebbe essere un'ottima idea per affrontare la situazione con un professionista e valutarla in modo più approfondito.
Rimango a sua disposizione per eventuali chiarimenti o consulenze, anche online.
Un caro saluto
Dott.ssa Fulvia Messina

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

60 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101150

Risposte