Problemi sentimentali e comportamentali

Inviata da Stefano · 29 set 2017 Crisi esistenziale

Salve, sono un ragazzo di 26 anni.
Esteticamente mi definirei come il classico brutto anatroccolo che negli anni è diventato un ragazzo di bell'aspetto.Da adolescente infatti ero in sovrappeso, impacciato e ancora molto immaturo.Piano piano, cercando di lavorare sul mio fisico e sulle relazioni sociali ho fatto progressi importanti.Adesso agli occhi degli altri sono un bel ragazzo senza particolari problemi. Il problema, invece, è che gli anni passati a sentirsi a disagio (conditi anche da un paio di dolorosi rifiuti) hanno lasciato diversi segni dentro di me.
Infatti nonostante qualche avventura "estiva" non sono riuscito a superare la paura di farmi avanti a una ragazza che mi piaccia veramente. Al momento decisivo mi sento ancora il ragazzino goffo e cicciottello che ero una volta e mi blocco. Spesso i miei amici si accorgono che qualche ragazza mi si avvicina o prova qualcosa per me e cercano di spronarmi a fare la prima mossa ma io per un motivo o per un altro finisco per non fare niente.
Da ultima, una ragazza che mi piace moltissimo ma che ancora non conosco , quando ci incontriamo mi sorride e mi guarda sempre negli occhi, credo che voglia conoscermi ma io sono completamente bloccato dalla paura di un suo rifiuto al punto da preferire di non fare niente. Al momento decisivo la mia autostima va a terra e mi sento inadeguato per quella persona.
È molto frustrante questa situazione...si può lavorarci su?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2017

Salve Stefano. Certo che ci si può lavorare. Lo si può fare in qualsiasi momento. A volte la difficoltà maggiore è accettare di avere un problema e chiedere aiuto. Tu( spero non ti dispiaccia la confidenza) sei una persona molto sensibile e insicura che probabilmente è rimasta bloccata emotivamente all'adolescenza. Ciò che si può fare è accettare il passato. Non puoi cambiarlo , ma puoi lavorare nel presente per conoscere la tua forza. Perché nonostante tutta l'insicurezza che la tua lettera emana so che dentro di te c'è uno Stefano sicuro e forte. Posso aiutarti a scoprirlo e a conoscerti meglio. Te lo meriti. Ognuno di noi arriva ad momento nella vita in cui capisce che la situazione che vive gli va stretto o che non sta bene. Tu hai la possibilità di prendere in mano la tua vita e viverla secondo le tue sensazioni. Senza paura, o imparando a gestirla. Io utilizzo tecniche psicocorporee che credo siano perfette per lavorare su di te per imparare ad amare te stesso e il tuo corpo. Spero di averti aiutato.

Dott. Noci Giorgia

Dott.ssa Noci Giorgia Psicologo a Piacenza

4 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2017

Caro Stefano,
Le faccio i complimenti per il lavoro che ha saputo svolgere su se stesso nel corso del tempo..immagino non sia stato facile e nemmeno immediato!
Il lavoro psicologico funziona esattamente allo stesso modo...richiede tempo, volontà e pazienza ma da grandi soddisfazioni, proprio come quello fisico/estetico! Certamente si puo' fare...probabilmente lei si vede ancora come quel ragazzo impacciato e in sovrappeso e si porta dietro l'insicurezza di chi non e' consapevole di se stesso!

Dott.ssa Elena Pace

Dott.ssa Elena Pace Psicologo a Cardano al Campo

4 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2017

Buongiorno,
quanto racconta è assolutamente comprensibile e mi porta ad immaginare una grande sensibilità, talvolta sofferente ma anche una grande determinazione. Ecco perchè, vista poi la sua giovane età, mi viene da spronarla a volersi bene. Da un punto di vista terapeutico, certo, sull'autostima ci si può assolutamente lavorare ed avendo già fatto tanto continui. C'è da valutare se ci sono dei limti e se è il caso di affidarsi a qualcuno, anche perchè se come dice le sono "rimasti i segni" vuol dire che si trascina un vissuto che non appesantisce più il suo corpo ma ancora la sua psiche. Affidandosi a qualcuno potrebbe raggiungere un senso di leggerezza più completo. In bocca al lupo e coraggio!

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2017

Salve Stefano.
Intanto complimenti per il lavoro fisico fatto sul suo corpo...avere un bell'aspetto fisico aiuta sempre nei primi approcci con l'altro sesso.
Per quanto riguarda la sua timidezza e le sue paure nel prendere l'iniziativa nel primo approccio....si può tranquillamente lavorare con uno psicologo!
Le suggerisco Francesco, se è disposto a migliorare questo suo aspetto un po fragile, a farlo in tempi rapidi in modo da non sentirsi più impacciato d'ora innanzi.
A disposizione.
Dott Betti Giuseppe

Dott. Giuseppe Betti Psicologo a Bologna

85 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2017

Salve Stefano,
Certamente un po' di lavoro terapeutico potrebbe rafforzarla e aiutarla a superare queste emozioni e paure.
Ha accennato a dei rifiuti dolorosi del passato e posso dirle che se hanno provocato intensa sofferenza in un periodo per lei di crescita, potrebbero essere già un buon punto da cui partire e riflettere in terapia.

La mente resta scottata da eventi negativi e mette spesso in atto strategie di evitamento affinché le esperienze negative non si ripetano più.
È normale, ma a volte questa protezione può risultare bloccante e non farci prendere rischi necessari.

Disponibile per qualunque dubbio o curiosità,
Buona giornata.
Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

180 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2017

Gentile Stefano,
Lei ha migliorato l'aspetto fisico, ha raggiunto un obiettivo importante per la sua autostima.
Ora bisogna fare un passo successivo.
Occorre sperimentarsi nelle relazioni sociali ed apprendere strategie mirate per sbloccare la situazione.
Che cosa teme? In passato ha subito rifiuti o abbandoni?
In cosa si sente inadeguato?
Un percorso specifico sull'autostima potrebbe esserle di aiuto.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2756 Risposte

2289 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2017

Ciao Stefano. Il disagio che hai provato per lungo tempo, ti ha segnato condizionando le tue relazioni, anche adesso che non ne ravvedi il motivo. Credo che questo sia da ricercare proprio nel giudizio che hai di te stesso e di quello che pensi possano avere gli altri su di te. Ti consiglio un percorso di consapevolezza e di riscoperta delle tue risorse, per acquisire sicurezza in te stesso.

Dott.ssa Porrino Monica Psicologo a Pomezia

7 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2017

Buongiorno Stefano, è molto bello leggere che nel tempo Lei è riuscito a mettere in atto dei cambiamenti di cui va fiero. Complimenti.
Per quanto riguarda il suo problema, sono convinta che con un po' di buona volontà e duro lavoro su sé stessi, riuscirà a comprendere meglio cosa lo blocca di fronte a queste situazioni. Non sempre si è in grado di farlo da soli ma con un buon aiuto potrà esplorare, capire, analizzare e lavorare su questi blocchi.

Resto a sua disposizione
Laura Maiezza

Dott.ssa Laura Maiezza Psicologo a Milano

6 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2017

Buongiorno Stefano, I cambiamenti esteriori e interiori non necessariamente vanno di pari passo, lei stesso se ne rende conto ed è importante la sua motivazione a lavorare su se stesso. La paura di essere rifiutati fa parte della vita ma con una buona psicoterapia può capire come affrontarla.
Resto a sua disposizione.
Saluti

Dott.ssa Rossana Curatolo Psicologo a Pogliano Milanese

40 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2017

Buongiorno Stefano,
Ho letto il suo messaggio ci si può lavorare.
Direi che la possibilità di trovare significato all'impaccio nei confronti di ragazze possa avere spiegazioni che non conosce.
Mi chiamoElisabetta Ciaccia se vuole possiamo fissare un appuntamento e iniziare a parlarne.
Buona giornata

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

172 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Buongiorno Stefano.
Innanzi tutto vorrei farle i complimenti per il duro lavoro che ha intrapreso su di sé a livello fisico e relazionale, che l'ha portata a raccogliere i frutti del suo impegno. Si è posto un obiettivo ed è riuscito a perseguirlo. Immagino non sia stato semplice.
Dal suo racconto sembra emergere come lei sia andato avanti su differenti piani, ma sia anche rimasto ancorato al passato per quanto riguarda la strutturazione della sua identità. Il fatto è che quest'ultima ha iniziato a definirsi proprio nel periodo in cui lei ha vissuto i maggiori disagi ed è dunque comprensibile che ora faccia fatica ad assumere l'identità rinnovata che con fatica ha cercato. È come se fosse ancora convinto di essere il vecchio sé e che questo possa trasparire agli altri. In più, è presente anche una non trascurabile parte traumatica dovuta anche ai difficili rifiuti che ha affrontato e che potrebbe averla portata a sviluppare come una sorta di paura verso il mondo femminile e soprattutto le relazioni sentimentali.
Per rispondere alla sua domanda, sì, penso che un lavoro su queste tematiche, sulle difficoltà che ha dovuto affrontare, sull'entrata in pieno contatto con il nuovo sé e sul lavoro sulle parti traumatiche che ha vissuto sia possibile e molto utile da intraprendere.

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2017

Gentile Stefano, l'autostima è una caratteristica di se stessi che si forma piano piano nel corso dello sviluppo e della vita. E' modellata da numerose variabili, interne ed esterne, da come ci sentiamo valutati e da come ci valutiamo, dagli insuccessi e dai successi e così via. Una bassa autostima non è irreversibile poiché c'è la possibilità di comprendere quali sono le esperienze passate, i pensieri e le nostre effettive capacità, che ci fanno credere di non poter neanche provare ad agire in determinate situazioni.
Un attento lavoro su noi stessi, può permetterci di comprendere sia quali sono realisticamente i nostri limiti, sia quali sono i limiti che in realtà non avremmo difficoltà a superare.

Buona fortuna,
Dr. A. Poliseno

Dott. Andrea Poliseno Psicologo a Aprilia

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte