Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problemi e disagi con il cibo

Inviata da cignonero92 il 17 apr 2015 Autostima

salve,
sono una ragazza di 22 anni, peso attualmente 55 kg e sono alta 174 cm .Vi espongo la situazione, che inizia a crearmi stress e disagi riguardo al cibo.
Fin dall'infanzia non ho mai avuto un ottimo rapporto con il cibo,dai racconti di mia madre,mangiavo pochissimo e non mi piaceva quasi niente! Sono sempre stata abbastanza magra. La mia insoddisfazione riguardo il mio corpo si è sviluppata intorno ai 17/18 anni ....quando ho iniziato a fare Danza a livelli professionali! Ci sono stati periodi dai 17 fino ad ora in cui questo disagio diviene così forte da indurmi a diete molto rigide o procurarmi il vomito!
Un paio di anni fa riuscii ad arrivare a pesare 50 kg ,seguendo una dieta in base alle calorie che variavano di giorno in giorno con un massimo di 500 fino ad arrivare anche a 100 calorie al giorno!
Vorrei riavere quel peso 50 o anche 48 kg ,mi sento costantemente a disagio con il mio fisico,a volte scoppierei a piangere...
Non voglio diventare anoressica ed essere uno scheletro ,ma vedere le ossa da fuori mi affascina,(schiena ,scapole ,costole) .
Quando sto a dieta sto bene ,mi sento forte e in pace con me stessa,quando non lo sono sto sempre con l'ansia,con i sensi di colpa e con una nausea costante.(premetto non mangio molto, 2 pasti al giorno e in quantità piccole raramente grandi)
A volte mi capitano giorni in cui anche non mangiando tanto (piatto di pasta o legumi) mi viene l'ansia e i sensi di colpa che mi inducono al vomito autoindotto ma dopo averlo fatto mi sento libera e soddisfatta.
Non faccio abbuffate ma nonostante ciò comunque a volte tendo a vomitare anche solo per un pezzetto di pizza.
Un altra cosa che mi crea forte disagio e il mangiare d'avanti agli altri ,spesso tendo a digiunare d'avanti agli altri o non vedo l'ora di finire il pasto!
Evidenzio la danza classica tende a indurre questi disturbi alimentari ma io voglio essere magra a priori della danza,anche per quello ma non solo!
inizio a essere preoccupata e anche stressata di questa situazione che mi fa sentire costantemente male
Tutti questi atteggiamenti che ho esposto sono sintomo di un vero disturbo alimentare?? cosa devo fare in merito???
grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile Cleir,
si, gli atteggiamenti che ha esposto sono sintomo di un vero disturbo alimentare. Ma gli atteggiamenti sono anche il campanello d'allarme di un disagio psicologico ed esistenziale che non andrebbe trascurato affatto e considerato come problema di fondo risolvibile con l'aiuto di una psicoterapia psicodinamica e non in breve tempo. Il suggerimento è di rivolgersi al centro per i disturbi alimentari più vicino a casa sua dove, con l'aiuto di un programma interdisciplinare lei sarà seguita e curata evitando cosi di trovarsi in una situazione limite pericolosa per la sua sanità fisica e psicologica.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima Clair
Dalla sua lettera si evince facilmente la problematica di tipo alimentare che la affligge e non le permette di vivere serenamente la propria vita.
I disturbi di tipo alimentare non sono mai da sottovalutare,lei inoltre ha tutta una storia personale legata al cibo .
Si affidi ad uno psicoterapeuta di sua fiducia e affronti i nodi conflittuali della sua vita.
Solo così riuscirà a dare una svolta alla sua vita ritrovando ciò che veramente desidera .Auguri

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Clair,
Sicuramente gli atteggiamenti esposti sono il sintomo di un disturbo alimentare. La scelta migliore sarebbe quella di rivolgersi ad un centro per i disturbi alimentari per poter usufruire di un intervento di tipo multidisciplinare che coinvolga nutrizionista e psicoterapeuta e preveda il coinvolgimento dei suoi famigliari. In alternativa potrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta, ad orientamento cognitivo comportamentale, esperto in disturbi del comportamento alimentare, in quanto la terapia denominata CBT - E risulta attualmente essere la più efficace nel trattamento dei disturbi alimentari.
Un caro saluto.
Dott.ssa Ilaria Mattioli
Psicologa, Brescia

Dott.ssa Ilaria Mattioli, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Psicologo a Cellatica

20 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Clair,
anche volendo prescindere dal peso, da ciò che scrive è evidente come questa situazione le crei significativo malessere per cui mi associo alla collega nel consigliarle di non indugiare a consultare un apposito centro o comunque uno psicologo/a psicoterapeuta, oltre ovviamente a seguire consigli medici e dietistici opportuni al caso.
In base alla mia personale esperienza è opportuno e in genere necessario anche che la famiglia collabori con lo psicologo per la risoluzione del problema, può essere il professionista a farlo presente. Dissento dalla collega invece sui tempi della terapia psicologica che potrebbero non essere di indirizzo psicodinamico e non essere particolarmente lunghi, almeno per uscire da una fase critica. Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

703 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77950

Risposte