Problemi di studio

Inviata da Arianna · 26 set 2017 Orientamento scolastico

Salve,sono all'ultimo anno di università, ho 28 anni e sono anni che studio molto lentamente. Il liceo è stato pesantissimo, unito a molti sport fatti, un fidanzamento impegnativo durato 6 anni, una madre pressante mi hanno portato dopo la maturità per 4 anni a fare un esame all'anno, dopodiché con l'incontro del mio attuale ragazzo ho ripreso la situazione in mano e ho concluso la triennale e ora sono andata velocemente e mi mancano 5 esami alla fine della magistrale. Dopo questa caduta però non ho ripreso più a studiare come prima, ma molto lentamente....del tipo che in un giorno intero due- quattro ore studio e per il resto sono distratta, non riesco a concentrarmi, studio con una difficoltà estrema e vorrei capire perché....tutto ciò mi spaventa....come farò ad affrontare i concorsi se studio male e poco e con limitazioni e difficoltà? Grazie mille.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 SET 2017

Cara Arianna,
per meglio comprendere la sua paura dello studio e la presumibile conseguente lentezza, sarebbe opportuno indagare alcuni aspetti: ( 1 ) al momento, le relazioni di cui parla le consentono di essere tranquilla? ( 2 ) quando si distrae, quali sensazioni prova? ( 3 ) vi sono degli elementi disturbanti nel suo ambiente di studio? ( 4 ) che tipologia di pensieri manifesta durante e dopo le distrazioni?
Nelle ore che dedica allo studio, cerchi di agire in modo rigenerante con pause frequenti - anche brevi - e un riepilogo costante di ciò che fino a quel momento ha appreso. Anche 4 ore possono determinare buoni risultati se accompagnate da motivazione, dedizione e impegno.
Inoltre, essendo così prossima alla laurea (meno 5 esami al traguardo) la sua paura potrebbe essere innescata dall’ignoto/il non conosciuto che si cela dopo la conclusione degli studi. Quindi si focalizzi nel qui ed ora, sostenga gli ultimi esami e si concentri verso il traguardo finale.
In ogni caso, le consiglierei di consultare un professionista che le dia supporto strategico per meglio affrontare la sua situazione e concentrarsi verso i suoi obiettivi.

I miei più cari auguri.
Dott. Marco Pilloni

Dott. Marco Pilloni - Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni Psicologo a Quartu Sant'Elena

42 Risposte

104 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 SET 2017

Gentile Arianna,
consideri gli aspetti positivi della situazione, ovvero che dopo un periodo difficile, è riuscita a riprendere i propri obiettivi scolastici e non meno importante a stabilire una relazione affettiva, che mi sembra di capire essere per lei molto importante.
Concluda la magistrale e poi valuti l'opportunità di regalarsi uno percorso psicologico che la porti ad una comprensione delle reali difficoltà ed all'attivazione delle strategie più opportune
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1248 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 SET 2017

Cara Arianna,
grazie per aver chiesto aiuto alla nostra comunità. Rendersi conto di avere una difficoltà é il primo passo verso il cambiamento. Sei insoddisfatta del tuo percorso perché senti di andare a rilento è sicuramente hai tutte le capacità per dare il triplo. La situazione in cui ti ritrovi ti demotiva e ti affatica perché impegni tempo ed energie nel comprendere quale sia la strada (e le strategie) da intraprendere e utilizzare.
Dare un esame sulla base della propria "ispirazione" o della propria disposizione d'animo non aiuta a mantenere un ritmo costante e risultati soddisfacenti a lungo termine, ma ci fa vivere in una costante ricerca del "momento giusto".
Stila la lista degli esami mancanti, degli appelli in cui avverranno, programma i tuoi esami a seconda della difficoltà e della preparazione che richiedono per poter aver sotto controllo (e gestire più facilmente) almeno questo aspetto della tua vita.
Proponiti un termine ultimo entro il quale dare un tot di esami utili per sentirti serena (non troppi, non troppo pochi). Immaginati da qui ad un anno: come sarà la tua vita? Lavora in funzione di quest'obiettivo.
A tua disposizione,
Dott.ssa Alessandra Pontis

Dott.ssa Alessandra Pontis Psicologo a Assemini

8 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 SET 2017

Cara Arianna,
i problemi di concentrazione di cui parla potrebbero essere legati ad uno stato emotivo di non tranquillità e/o ad un problema di motivazione. Nel qui ed ora, sente che si trova sulla strada giusta? Ciò che sta studiando è realmente quello che sogna di fare?
La ripresa e l'accelerazione degli studi è positivo, perché vuol dire che le sue capacità di studio, seppur lente, sono efficaci.
Per affrontare la distrazione provi a vedere quale è il momento della giornata in cui riesce a stare concentrata per più tempo, e dedichi lo studio soprattutto in quel periodo, per poi concedersi di distrarsi.
Le consiglio comunque di affrontare il problema con un professionista, anche per un breve periodo, così da raggiungere una tranquillità ed una consapevolezza di se stessa maggiore.
In bocca al lupo per tutto.

Dott.ssa Eleonora Esposito - Psicologa

Dott.ssa Eleonora Esposito Psicologo a Camucia

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2017

Salve Arianna, complimenti per la ripresa effettuata nella magistrale. La lentezza non è per forza una caratteristica negativa, talvolta è funzionale per meglio apprendere i concetti studiati.
Per quanto concerne la difficoltà a concentrarsi provi a organizzare uno Study Planning chiaro prendendo in considerazione la sua necessità di fare pause frequenti.
Saluti
Dott.ssa Federica Dessolis
psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Padova

Dott.ssa Federica Dessolis Psicologo a Padova

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2017

Gentile Arianna,
Intanto lei continua a studiare seppur lentamente, l'anno precedente è stato faticoso.
Non manca molto al traguardo, non pensi troppo al futuro ma si concentri sul momento presente, le mancano pochi esami al traguardo.
Ogni tanto si interrompa e compia delle pause rigeneranti.
Nello specifico da cosa si sente distratta? Che cosa la spaventa?
E' appesantita solo dallo studio? Vi sono altre difficoltà?
Un percorso di counseling potrebbe esserle utile per rimotivarsi e alleggerirsi individuando strategie opportune.
Cari saluti
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2281 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95500

Risposte