problemi di insonnia per mia figlia legati forse ad ansietà

Inviata da Fabio · 6 feb 2017 Insonnia

Salve, nostra figlia Daria, 10 anni, da circa un mese e mezzo, non riesce a dormire da sola, si agita nel letto e si alza ogni tot per andare a fare la pipì e soffiarsincontinuamente il naso....io e mia moglie andiamo a rassicurarla, ma niente, vuole luce in corridoio accesa(dorme nel letto a castello con sua sorella di 9 anni) e poi dopo mezzanotte piange con singhiozzo e mia moglie va a dormire con lei oppure dorme con noi nel lettone e allora si addormenta subito.Cosa possiamo fare?Ne abbiamo parlato anche con la pediatra e ci dice di rivolgerti ad uno psicologo infantile...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 FEB 2017

Gentile Fabio,

prima di tutto vi consiglio di pensare se a vostra figlia, o a qualche membro della vostra famiglia, è successo qualcosa negli ultimi tempi che possa averla spaventata, preoccupata o turbata. Potrebbe essere successo anche qualche mese prima che iniziasse a manifestarsi l'insonnia. Se non vi viene in mente nulla, parlate con lei, avendo cura di non fare un interrogatorio ma di essere delicati e pazienti, magari giocando insieme o disegnando: potrebbe esserle successo qualcosa a scuola oppure aver interpretato erroneamente qualche episodio familiare; i bambini hanno un modo di guardare al mondo molto diverso dal nostro e spesso elaborano la realtà in modo sorprendente, quindi vostra figlia potrebbe essersi spaventata per qualcosa per voi banale o di nessun conto.
In aggiunta a questo, vi consiglio di provare qualche tecnica di rilassamento da mettere in pratica insieme a lei (e anche alla sorellina) prima di andare a letto: sono tecniche molto semplici ed efficaci, che possono diventare anche un piacevole rituale familiare. Ne potrete trovare alcune (come le fantasie guidate o l'osservazione del respiro) in molti libri facilmente reperibili in libreria. In alternativa, se volete contattarmi sarò lieta di darvi alcune indicazioni in proposito.
Se però i sintomi non dovessero attenuarsi, è consigliabile consultare uno specialista della vostra città.

Cordiali saluti

Dott.ssa Chiara Ostini
Sesto San Giovanni - Milano

Dott.ssa Chiara Ostini Psicologo a Milano

93 Risposte

155 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 FEB 2017

Carissimi vi consiglierei con molta calma e tranquillità di chiedere alla vostra bambina di cosa ha realmente paura. Quando la notte si corica e poi comincia a piangere statele vicino, cercando di comprendere le sue paure da dove arrivano e provate a chiederle di cosa ha paura. Se dovesse avere delle difficoltà a parlarne potrebbe trattarsi di qualcosa che si "vergogna" a riferire o di cui ha paura a parlare. In questo caso bisognerà rispettare il suo silenzio. Però, dovreste a questo punto, osservarla e cercare di capire se ha vissuto negli ultimi tempi qualcosa di traumatico, potrebbe essere anche un brutto film o qualche episodio accaduto a scuola con i compagni. In tutti i casi se proprio non riusciste a carpire nulla di particolare sarà bene recarsi da uno psicologo infantile, il quale, giocando con lei e mettendosi sul suo stesso piano, riuscirà a comprendere il suo trauma (se realmente esiste) e aiutarla a superarlo nel miglior modo possibile. Tenente presente però che ancora a questa età, questi episodi di ansia prima di dormire sono normali, tutti i bambini possono avere dei periodi in cui sentono la necessità di essere rassicurati prima di abbandonarsi al sonno e al buio della notte . Rimango a vostra disposizione.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

451 Risposte

216 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 FEB 2017

Gentile Fabio, anche secondo me il dialogo sereno tra di voi potrebbe permettere a sua figlia di aprirsi e buttar fuori le sue paure. Tuttavia molte volte succede chd nemmeno loro sanno cosa succede loro. Ecco perché sicuramente uno psicologo dell'infanzia potrebbe aiutarvi in questo percorso. Saluti
Dott.ssa Serena Costa psicologa dell'infanzia Trentino

Anonimo-154581 Psicologo a Pergine Valsugana

125 Risposte

128 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2017

Caro Fabio, forse in concomitanza con il suo sonno agitato sua figlia ha avuto qualche episodio a scuola che l'ha turbata? O in famiglia? Potreste fare una piccola indagine per cercare di sapere cosa può essere successo! Il vostro comportamento tranquillizzante è corretto! Magari la sera evitate di parlare o guardare in TV cose che potrebbero agitarla. Il consiglio della pediatra è corretto. Se non riuscite a risolvere in breve il disagio di vostra figlia, suggerirei anch'io qualche colloquio magari con la psicologa della scuola. Auguri dr. Annalisa Lo Mnaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

799 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Insonnia

Vedere più psicologi specializzati in Insonnia

Altre domande su Insonnia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte