Problemi di gestione della rabbia?

Inviata da AndreaFrecentese · 12 mag 2016 Aggressività

Ciao a tutti, lettori.
Mi chiamo Andrea, ho 19 anni. Premetto che la causa la quale mi ha spinto a chiedere aiuto sul web è parzialmente critica.
Ho vissuto fin da bambino in una famiglia composta da un padre violento, che costantemente ritornava ubriaco e malridotto a casa, una madre succube, che sopportava i costanti litigi e risse di suo marito e i romanzi di Jane Austen che conservano con cura in libreria. La mia figura materna è scomparsa all'età di quattordici anni, ed essendo l'unica donna a dover mantenere la famiglia, mia madre era molto spesso assente a casa, lasciandomi la libertà di cacciarmi nei guai e coinvolgermi in casini più grandi di me.Facevo costantemente a botte per leggeri problemi di gestione della rabbia,bevevo come una spugna e mi ricoprivo di falsi amici e sigarette.La mia vita è stata terribile fino ad oggi, quando ho conosciuto la mia fidanzata Jessica e ho lasciato perdere quelle stupidaggini per riprendermi la mia esistenza normale. La amo con tutto me stesso, lo giuro, farei di tutto per cambiare e diventare un angelo come lo è lei ... ma sono un teppista di strada, non posso cambiare. Durante un comunissimo litigio, non riesco a gestire la mia rabbia ... parecchie volte per motivi di gelosia. Okay, quasi sempre per motivi di gelosia. Vivo nel terrore costante di perdete l'unico tratto di luce che mi è rimasto. Il mio unico intento durante una discussione è far più male alla persona che ho davanti: e questo solamente per via di mio padre che non ha sputo darmi altro che violenza gratuita. Prendo a cazzotti i muri, faccio a pugni e la faccio soffrire e piangere come un coglione. Sono irrecuperabile, certamente, perfettamente imperfetto. Ho il timore che, continuando così, finirò per distruggere tutti coloro che mi circondano. Ho un caratteraccio, sono asociale, ma lei mi accetta per come sono: si è addirittura messa contro sua madre. È tutto per me, davvero.
Come posso fare per gestire la mia rabbia, per cambiare, per non distruggere il mio angelo custode che cerca solo di salvarmi.
Sono destinato alla catastrofe?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 MAG 2016

Andrea,
sentimi qui la situazione è seria e tu rischi non solo di "sentirti un c....e" (nella quint'ultima riga, non posso dire parolacce qui, anche se l'hai detta tu) ma anche di esserlo se, davvero non provi con tutto te stesso a cambiare. Così rischi di mandare all'aria una relazione d'amore causa il tuo "caratteraccio" e tanti conflitti interiori.
Si sente dal tuo scritto che ami veramente e intensamente questa ragazza e che lei ama te, quindi davvero è triste e crudele che tu la faccia tanto soffrire.
Certamente stai ripetendo dinamiche che hai vissuto in famiglia e che ti "possiedono", che non sono realmente tue, tu sei migliore di così, molto migliore!
Ora però il tuo lato dolce e sensibile è come soffocato e devi liberarlo e farlo respirare aria nuovissima!
Questo devi fare per l'amore verso la tua ragazza (che potrebbe anche stancarsi di piangere e perdonarti) ma soprattutto devi farlo per te stesso!
Pensi forse di non valere nulla?
Tu vali!
Dimostra a te stesso di valere e inizia ad amarti veramente e abbandona totalmente ogni atteggiamento distruttivo.
La tua trsformazione è in corso ma il processo necessita del tuo aiuto.
Riesci a trovare uno psicoterapeuta che possa aiutarti?
Sarebbe molto utile .
Cerca tra di noi e impegnati al massimo della serietà ad intraprendere un percorso.
Hai 19 anni e devi cambiare ora!
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2016

Caro Andrea,
capisco il tuo problema e ti dico subito che non è affatto facile rompere "la catena di S. Antonio" (= trasmissione intergenerazionale delle incompetenze emotivo-affettive).
La tua gelosia e aggressività appresa è lo specchio della tua insicurezza e fragilità caratteriale.
Ti suggerisco vivamente di intraprendere adesso un percorso di psicoterapia come unica possibilità di cambiamento, altrimenti la paura di perdere la tua ragazza prima o poi diventerà certezza anche nel caso che lei fosse condizionata e motivata dalla "sindrome della crocerossina".
Con l'aiuto del terapeuta, se vuoi puoi farcela ma devi affidarti e volerlo veramente!
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2016

Caro Andrea,
concordo con le colleghe, ho pensato di scriverti comunque perché anche a me hai davvero colpito. Volevo dirti che dimostri di avere una grande motivazione e capacità introspettiva, inoltre sembra proprio che tu abbia tutte le carte in regola per fare un percorso terapeutico che ti porti a migliorare e sviluppare appieno le tue qualità positive.
Tieni alta la motivazione e buon percorso!
Dott.ssa Erica Cicuto

Dott.ssa Erica Cicuto Psicologo a Portogruaro

25 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2016

Caro Andrea,

È giovanissimo, dotato di una sensibilità e di una delicata intelligenza tali da permetterle un'analisi schietta e sincera delle sue difficoltà. Non è affatto senza speranza, anzi, sta chiedendo aiuto nel momento giusto della sua vita mentre -diventando grande- sta mettendo in discussione i suoi modelli familiari non positivi per discostarmene, ma è una operazione non semplice (è comprensibile), e questa ragazza le sta dando la motivazione per essere migliore, il vostro amore la sta sostenendo invogliandola a cambiare.

Consulto un/una bravo/a psicologo/a anche Psicoterapeuta in carne ed ossa; sensibile come è lei, con cui entrare in sintonia e fare un percorso di gestione della rabbia da un lato, e di avvicinamento ad una indipendenza emotiva dai dolori della sua famiglia di origine dall'altro. Vedrà che con un po' di tempo ed impegno otterrà grandi risultati.

Le faccio i miei auguri migliori

Dott.ssa Elena Bellia
Psicologa & psicoterapeuta
Sv provincia & Ge città

Dott.ssa Elena Bellia Psicologo a Albenga

67 Risposte

56 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2016

Caro Andrea, ciò che mi ha colpito del tuo messaggio sono sopratutto due aspetti: il primo è la tua capacità di introspezione, di guardarti dentro e leggere il tuo presente anche guardando al tuo passato, alla tua storia. Il secondo è il tuo grande desiderio di cambiare, di trovare strategie nuove per gestire una rabbia molto antica. Questi elementi sono degli ottimi punti di partenza per iniziare un percorso di psicoterapia efficace...e, inoltre, tra tutti i"difetti" che hai elencato, sono dei pregi non da poco.
In bocca al lupo.
Dott.ssa Del Rizzo Luana
Psicologa, Psicoterapeuta e Analista Transazionale a Tiezzo (PN)

Dott.ssa Luana Del Rizzo Psicologo a Azzano Decimo

14 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2016

Gentile Andrea,
lei è così intelligente da aver trovato da solo il motivo della sua gelosia e dei suoi conseguenti episodi di rabbia: la paura di perdere questa ragazza.
Solo che così facendo rischia concretamente di peggiorare la situazione invece di migliorarla perchè una forte gelosia è ovviamente dura da sopportare.
Penso che la psicoterapia potrebbe aiutarla a risolvere il suo problema, forse anche velocemente, e perciò le consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta perchè spesso da soli è impossibile trovare una soluzione ed occorre un rapporto terapeutico.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Aggressività

Vedere più psicologi specializzati in Aggressività

Altre domande su Aggressività

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte