Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problemi d'ansia e università

Inviata da Giada il 11 mag 2017 Ansia

Sono iscritta al secondo anno di università (triennale) e quest'anno mi sono impegnata molto di più rispetto all'anno scorso per recuperare quello che non ho fatto il primo anno. Infatti al primo anno non ho seguito come avrei dovuto lo studio e ho dato veramente pochi esami, così quest'anno mi sono messa "in riga" e ho dato diversi esami. Tuttavia ho iniziato anche a soffrire di attacchi d'ansia a distanza di tempo anche abbastanza lungo, ma che piano piano mi hanno demoralizzata moltissimo e mi hanno portata a farmi una serie di domande come ad esempio come "che senso ha la mia vita?" "È giusto che io continui l'università?" "È davvero quello che voglio?" e ad avere anche problemi di salute a livello di stomaco per molti mesi. Ho iniziato ad incontrare una psicoterapeuta per cercare di fermare questo mio problema dell'ansia perché mi sta rendendo la vita invivibile in quanto continuo costantemente a pensare solo a quello, all'ansia, alla paura che mi ricapiti, alla mia vita in generale e non sto più bene. Ho paura che mi riaccada, che la mia vita non abbia uno scopo, che l'università non sia la mia strada, che forse ho sbagliato tutto. E credo che l'ansia sia fortemente stata alimentata dal fatto che sono consapevole che finirò fuori corso, dalla mia salute che mi ha dato non poche preoccupazioni e dalla tristezza a cui tutto ciò mi ha portata. Che cosa dovrei fare ora? È possibile che il fatto di non trovarmi più bene nel modo in cui gestisco la vita e in particolare di non essere più motivata ad andare all'università sia la reale causa di tutto? Ho sentito dire che spesso questi attacchi d'ansia vengono nel momento in cui il tuo corpo somatizza le emozioni e in particolare quando ci si trova a vivere situazioni che non fanno per noi, che non le sentiamo nostre. Conosco alcune persone che avevano l'ansia quando andavano al liceo e nel momento in cui hanno smesso di andarci e sono andate a lavorare anche l'ansia è scomparsa. Per questo io mi chiedo se è possibile che sia data dall'università la causa di tutto. Grazie per l'interessamento

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Giada,
non mi è chiaro se è ancora seguita da una psicoterapeuta. In quel caso le consiglio di affidarsi e fidarsi del suo operato o nel caso di dubbbi, di chiedere a lei che saprà sicuramente chiarirglieli.
Sarebbe interessante capire quando si presentano questi "attacchi d'ansia", cosa succede prima e cosa fa per ridurre l'ansia.
Mi piacerebbe inoltre che approfondisse i motivi per i quali pensa che l'università non le piaccia più.
Resto a sua disposizione
Dott.ssa Nadia Fasano

Dott.ssa Nadia Fasano Psicologo a Vomero

94 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giada,
Penso che, qualora stia ancora portando avanti un percorso con una psicoterapeuta potrebbe essere utile affrontare questi dubbi con lei così da ricevere delle risposte molto più precise e che tengono conto della sua storia. Credo che comunque, nel caso di qualunque sintomatologia, la cosa importante da chiederci cosa il nostro inconscio stia cercando di comunicarci e come mai proprio in quel momento compaiono i sintomi. Alcune domande che le farei sarebbero rivolte a cercare di capire cosa significa per lei e per la sua famiglia l'università e cosa accade in questa fase della sua vita. Lasciare l'università potrebbe senz'altro essere una possibilità ma sono certo che preferirebbe che venisse da una sua scelta consapevole piuttosto che come risposta ad un malessere che sceglie per lei. Capisco bene cosa significhi vivere dei momenti di forte ansia ma so anche che la cosa migliore è ragionare e comprendere perché nascano.
Buona giornata
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Daniele Regini

Dott. Daniele Regini Psicologo a Albano Laziale

134 Risposte

74 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giada,
hai individuato per caso delle alternative concrete agli studi che stai facendo? Sembrerebbe di no ma se anche così fosse ritengo che sia un errore non completare questa triennale che è ormai a metà percorso.
Sarebbe poi interessante esplorare in merito all'origine di quest'ansia che non è detto sia da collegare al tuo maggiore impegno nello studio in questo secondo anno dal momento che sei stata premiata da migliori risultati accademici.
Quindi, a mio avviso, la soluzione non sta nell'abbandonare l'Università che potrebbe anzi essere una risorsa e una opportunità facilitante per venirne fuori.
D'altra parte le patologie psicosomatiche possono essere correlate a molteplici fattori e contesti diversi da quello dello studio.
Pertanto, il consiglio è quello di portare avanti la psicoterapia per approfondire le origini dei tuoi attacchi d'ansia e mettere in atto il trattamento più adeguato.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6771 Risposte

18937 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte