Problemi con l'università e ansia per il futuro

Inviata da giorgio · 31 lug 2017 Orientamento scolastico

Buongiorno a tutti. Cerco di spiegare la mia situazione. Sono un ragazzo che tra due settimane farà 30 anni e non ha ancora finito l'università( mi mancano 3 esami e la tesi). Studio design. Ho cominciato l'università a 22 anni. Prima ero iscritto ad architettura. Decisi di ritirarmi per tre motivi: Stavo ripetendo esattamente lo stesso percorso di studi che avevo fatto alle superiori, scuola che ho scelto un po a caso,(ho studiato ai geometri) mi stava davvero stretta la mentalità sarda, il fare finta che i problemi che affliggono la regione in cui sono nato non si possano affrontare e specialmente volevo staccarmi da casa, p imparare a badare a me stesso. A casa non sopportavo più mio padre, persona abbastanza oppressiva che da quando sono molto piccolo ha spesso sfogato su di me i suoi "deliri". ha avuto un pessimo rapporto con mio nonno, viene da una famiglia di ex proprietari terrieri. A quanto dice è sempre stato scartato da chiunque e in qualche modo è estremamente bisognoso di sentirsi accettato. è una persona che vive di rimpianti e la sua visione pessimista catastrofista non la sopportavo più, anche perché qualsiasi tentativo di fargli vedere le cose da una prospettiva diversa andava a finire nel vuoto e mi provocava enorme stress ed ero in un perenne stato di preoccupazione (pensate un ragazzino che deve costantemente tranquillizzare un uomo adulto e non ottiene mai nulla). Avevo paura che accettando questi comportamenti poi sarei diventato anch'io così. Lo vedo come una persona profondamente inaffidabile Quindi decisi di andare a studiare design a Roma. Con questa decisione perdo tutti gli amici d'infanzia, legati al paesino, che col tempo hanno cominciato a vedermi come un estraneo (Quando tornavo a casa d'estate mi dicevano cose tipo"wow, è arrivato il cittadino, posso rivolgerti la parola?") Ci metto 5 anni. 3 dei quali con la borsa di studio. Vado fuori corso perché all'inizio del terzo anno mi ammalo (ho avuto febbre a quaranta per 2 settimane e fatto 3 cicli d'antibiotici) e perdo 3 sessioni d'esame. Non riesco a iscrivermi subito alla specialistica perché l'ultima sessione di laurea a Roma non corrisponde alla stessa di Firenze e perdo l'occasione di farla in una scuola di design pubblica bellissima, per la quale avevo superato il test di selezione. Oggi mi sento mentalmente stanco, e in questi 2 anni che vivo a Firenze non sono riuscito a prendere borse di studio nonostante mi sia realmente impegnato. Sono inoltre pensieroso per quello che avverrà dopo. Il mondo del design è abbastanza ignoto. tra l'altro, molti miei ex colleghi della sapienza, laureati nel 2015, oggi o sono disoccupati o lavorano ogni tanto. Non potrò essere preso come stagista perché il limite massimo è 29 anni. inoltre mi sento un po fuori posto in mezzo a persone del 94, 95, per il semplice fatto che sono tre anni indietro rispetto a quello che doveva essere il mio percorso naturale. Mi sento arrabbiato e deluso con me stesso, e a volte ho paura che tutti gli sforzi che ho fatto alla lunga risulteranno vani.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 LUG 2017

Gentile Giorgio,
Qual è la tua domanda? Cosa desideri sapere?
Il tuo appare uno sfogo per un malessere che forse ti porti avanti da troppo tempo. Ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo che ti possa aiutare a risolvere i conflitti che hai con tuo padre e a fare chiarezza circa il tuo futuro. Sembra che tu in passato abbia comunque fatto delle scelte e queste ti hanno portato dove sei oggi. Non ti resta ora che farne delle altre. Comincia concludendo il tuo percorso e passo dopo passo valuta il da farsi.
Resto a disposizione.

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

679 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 AGO 2017

Buongiorno Giorgio,
comprendo il suo malessere ed il senso di incertezza che sta provando. Il rapporto con suo padre è stato sicuramente un pesante fardello, forse responsabile della scelta di una facoltà lontano da casa e l'allontanamento da un ambiente e da persone conosciute. Tuttavia si concentri sugli aspetti positivi del tutto: innanzitutto ha conseguito una laurea e più volte delle borse di studio, ha conosciuto una realtà più sfaccettata di quella del paesino. Ora si concentri sul presente, non si senta fuori luogo solo perché è fuori corso e la smetta di paragonarsi a quelli più giovani di lei. Riprenda gli studi con la motivazione di portare a termine un percorso che le interessa e non si proietti su un futuro che magari si presenterà più roseo di quanto si aspetti. Se non ha difficoltà economiche valuti la possibilità di un percorso psicologico che la aiuti sia ad elaborare il rapporto con suo padre, sia ad aumentare la sua autostima.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1260 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2017

Gentile Giorgio,
Non rimugini sul passato, ormai non è modificabile.
Il futuro è un copione che lei dovrà colorare e riempire di cose che le piacciono e le creano soddisfazione.
La realtà è complessa, non sempre si raggiungono subito i risultati.
Se non troverà subito lavoro nell'area design si sperimenterà in qualche altro settore. Cerchi di essere flessibile e aperto nel pensiero, senza chiudersi eventuali altre possibilità.
Cordiali saluti
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2768 Risposte

2312 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte