Problemi con cibo, bagno, nanna e asilo. Correlazioni?

Inviata da Valentina · 8 ott 2014 Psicologia infantile

Buongiorno, la mia bimba di quasi 3 anni ha iniziato da poco l'inserimento alla scuola materna e non ci va ancora molto volentieri. Non so se può essere correlato ma da qualche settimana fa fatica a mangiare anche i suoi cibi preferiti, tiene il boccone fermo in bocca anche per 20 minuti e quando le chiedo se vuole mangiare o meno mi fa vedere che sta masticando per poi smettere subito. Se le chiedo di sputarlo non vuole. Non ha mai avuto problemi nel mangiare, anzi ha una dieta ricca e varia. Non so se insistere o meno, non vorrei avesse in futuro problemi alimentari.
Inoltre, sempre da alcune settimane non vuole fare il bagno, si attacca ai vestiti con forza per non farseli togliere e scappa nelle altre stanze nascondendosi per non fare il bagno. Anche provando a fare il bagno con lei e a farla giocare (es. con bolle di sapone etc...) piange fino a provocersi conati di vomito. Non ha subito alcun trauma con l'acqua e prima faceva bagnetti lunghissimi, era quasi difficile convincerla ad uscire.
Per maggiore chiarezza aggiungo che le prime settimane di asilo era arrabbiata con me e mi faceva i dispetti, tirava sberle e diceva "brutta"...le ho chiesto se era arrabbiata con me e le ho spiegato che la porto all'asilo perchè si imparano cose nove e ci sono altri bambini con cui giocare (tra i quali suo fratello maggiore che vede anche se in un'altra classe) e che comunque poi la vado sempre a prendere così mi racconta le cose belle che ha fatto e continuiamo a giocare assieme. Spiegandole che le voglio bene e che ci sono sempre ha smesso di essere ostile anche se sente spesso la mia mancanza.
E' una bimba decisa, gioiosa e indipendente.
Per quanto riguarda la nanna stiamo provando a metterla nel suo lettino in cameretta ma è impresa ardua, dorme sola al massimo un paio d'ore e spesso dorme nel lettone accanto a me. Durante la notte mi cerca, mi abbraccia e poggia il viso contro il mio. Quando è certa che sono accanto a lei dorme tranquilla, anche distante senza cercare un contatto fisico continuo.
Spero possiate darmi qualche consiglio e vi ringrazio per la cortese disponibilità.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 OTT 2014

Certo che le cose sono collegate. L'ingresso nel percorso scolastico è la prima uscita dal contesto familiare e il primo rapporto del bambino con il mondo, senza avere accanto mamma e papà. Significa entrare in un mondo con persone, regole, abitudini diverse da quelle fino ad ora conosciute e questo può generare molta ansia e smarrimento. Le suggerisco di parlare molto con le maestre per rendere questo distacco meno traumatico. Anche il passaggio nella cameretta è un momento di distacco e forse sua figlia, con le sue proteste le stà dicendo di darle più tempo perché a lei piace molto essere piccola e non vuole crescere tutto insieme. Può esservi di aiuto chiedere alcuni colloqui di consulenza genitoriale .Buone cose Dottssa. Rosanna Tartarelli

Dott.ssa Rosanna Tartarelli Psicologo a Lucca

113 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2014

Cara Valentina,
nella domanda non metti in chiaro se in concomitanza con l'ingesso nella scuola la bambina ha iniziato a cambiare delle abitudini in casa e se ha precedentemente frequentato l'asilo nido.
Per darti un mio parere, ritengo necessari i suddetti elementi.
Se credi, puoi ricontattarmi qui.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

645 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte