Problemi all' università e crisi per il trasferimento

Inviata da Francesca · 31 gen 2019 Orientamento scolastico

Buongiorno, ho pensato di scrivere perché ho bisogno seriamente d' aiuto. Mi sono trasferita da pochi mesi a Milano per frequentare l' università, ma per me è un trauma. Il problema non sono gli esami in sé, ma tutto l' ambiente che non mi piace affatto! Non mi piace la città, non riesco a farmi degli amici qui, non mi piace la casa dove vivo. Ma soprattutto la cosa che non mi piace di più e che mi fa venire crisi di pianto lunghissime è il fatto che all' università non si instaura un rapporto con gli insegnati come al liceo: a lezione sono in classi sovraffollate con 300 persone, l' insegnate non si preoccupa minimamente che i ragazzi abbiano capito, all' esame (causa troppi ragazzi) vieni interrogato da un assistente che fa domante su argomenti che non sono stati trattati. Tutti ti considerano il numero di matricola e non una persona e nessuno ricorda la tua faccia. Questa cosa mi sta facendo impazzire, sarò una ragazza atipica, ma io con i miei insegnanti ho avuto sempre un rapporto splendido, di dialogo costruttivo e si faceva analisi critica di ogni argomento trattato, sentivo di essere amata e che il mio pensiero veniva compreso e condiviso. Sentire di far parte del mondo e che la mia opinione era importante mi faceva sentire piena di gioia e VIVA. Non è più così, passo 10 ore al giorno a fissare una pagina di libro e piangere, non ho intenzione di lasciare l' università perché ho paura di non trovare lavoro e non saprei cosa fare. Grazie dell' attenzione e spero di poter essere aiutata in qualche modo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 FEB 2019

Cara Francesca,
che ci siano delle difficoltà dovute al cambiamento è normale. Ma devono essere transitorie, poi ci deve essere l'adattamento. Le lunghe crisi di pianto sono un chiaro sintomo del suo malessere così come la difficoltà di concentrazione. Direi inoltre che siamo in presenza di un deficit di autostima. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno psicologo della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype al fine di aumentare come ho detto l'autostima, conoscersi meglio a livello inconscio e ridurre i sintomi di disagio.
Mi faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

732 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2019

Gentile Francesca,
sappia che per tutti gli studenti il passaggio dal liceo all'Università è qualcosa di traumatico per i cambiamenti nell'insegnamento che lei ha ben descritto e che sono inevitabili.
Nel suo caso poi, si aggiunge anche il trauma del trasferimento in un'altra città e quindi la lontananza dai propri cari.
Tuttavia, quando vi è una buona motivazione agli studi intrapresi ed un buon livello di autostima, queste difficoltà vengono superate.
Quindi, il consiglio è di migliorare motivazione e autostima mediante un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20396 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 FEB 2019

Gentile Francesca,
iniziare l'università è un cambiamento importante che richiede tempo ed adattamento, ora in alcuni casi puo' essere particolarmente difficile integrarsi in questo nuovo sistema di apprendimento per i giustificati motivi che lei ha ben descritto. Lei non deve scoraggiarsi piuttosto si informi se all'interno dell'universita' esiste uno sportello di ascolto oppure si ritagli personalmente uno spazio di ascolto anche on line.
Resto a disposizione
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2250 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 FEB 2019

Gentile Francesca, nel rispetto della sua sofferenza, le vorrei dire che non è la prima storia del genere che leggo qui. Il passaggio all'Università, specie cambiando città, è molto traumatico per molti di noi, anche per me lo fu, quando passai da Firenze a Padova. Il suo pinato indica che la sofferenza è intensa: è necessario che trovi subito un sostegno psicologico, restare da sola, anche se ce la fa, la fa soffrire inutilmente. Detto questo, devo però avvertirla che alcune sue aspettative sono irrealistiche. Con i professori non c'è, e non ci può essere, lo stesso rapporto che era presente nella scuola secondaria. Non è realistico che un professore possa seguire bene anche solo metà degli studenti! E' diversa proprio la concezione del rapporto. Quindi, più che lamentarsi di ciò che non si può cambiare, punterei a farmi pochi amici/e ma buoni, e sopratutto a partecipare alle molteplici attività, sia universitarie che extra universitarie, che offre Milano, non escluso il volontariato. Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

949 Risposte

387 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2019

Gentile Francesca,
il passaggio dal liceo all'università è sempre molto delicato, anche quando si sceglie la facoltà "giusta" per sé e si è soddisfatti della scelta. Cambia, come dice lei, l'ambiente, il tipo di relazione con i professori, le relazioni con i compagni di corso... capita di sentirsi spaesati e di sentire di non appartenere a quel nuovo mondo, tanto più quando si aggiunge anche il trasferimento da un'altra città.
Si dia un po' di tempo per ambientarsi e fare qualche amicizia e nel caso in cui continui a sentirsi in difficoltà può cercare uno psicologo che possa aiutarla a gestire al meglio questo momento di passaggio.
Se lo desidera rimango a sua disposizione
Un cordiale saluto
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

474 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25600

domande

Risposte 90200

Risposte