Problemi a gestire ansia e stress

Inviata da Giuseppe · 28 mar 2019 Ansia

Buonasera, mi chiamo Giuseppe e da ormai molto tempo mi porto dentro ansia e stress. Il tutto inizió alle medie in cui venni preso di mira da un bullo che mi portai per tutto l'anno scolastico, essendo un ragazzo molto debole emotivamente non riuscì a reagire. Mascherando il problema nessuno si accorse di nulla, fino a quando non riuscendo più a sopportare il tutto decisi di parlarne con i miei genitori e con i professori ma da quest'ultimi non ricevetti nessun aiuto, l'unica frase che mi dissero fu "cosa vuoi che facciamo?? Lo picchiamo??" non essendo aiutato dai professori decisi di farmi cambiare di sezione, ma mi portai dietro il "ruolo" di emarginato della situazione. Anche se non venni più bullizato da quel momento in poi nessuno voleva parlarmi, uscire, o parlare con me tranne una ragazza con cui legai per un po' ma smise di parlarmi anche quest'ultima. Successivamente venni bocciato a causa delle numerose assenze, decisi di fare gli anni seguenti studiando da esterno, feci gli esami e passai alle superiori. Felice dall'idea di ricominciare da capo e di socializzare con nuove persone ma aimè non cambio un bel niente anzi da quel momento in poi cominciai ad avere problemi familiari ed anche problemi con l'ansia lo stress e la rabbia. Superato l'obbligo scolastico smisi di andare a scuola e successivamente iniziare a lavorare, ma i problemi non finirono qui, iniziai a soffrire di dermatite seborroica (patologia legata allo stress all'alimentazione e ad altro) portandomi un forte disagio poiché comporta arrossamento cutaneo, desquamazione con formazioni bianco-giallastre e prurito colpendo il viso ed il cuoio capelluto, spero possiate aiutarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 MAR 2019

Gentile Giuseppe,
Lei descrive in modo preciso e puntuale la propria vita, essere vittima di bullismo lascia purtroppo delle ferite importanti da riparare. Inoltre le figure adulte che avrebbero dovuto supportarla, non sono stati in grado di accogliere il dolore emotivo.
Lei ha reagito come ha potuto in questi anni, fino a somatizzare nel corpo le emozioni probabilmente...
Le propongo ora di pensare a se stesso e ricercare quanto prima un aiuto psicologico pubblico o privato che possa supportarla ed accoglierla nei migliori dei modi.
Resto a disposizione
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2019

Caro Giuseppe, mi dispiace per la sua situazione esistenziale, ma non è certo possibile aiutarla da qui, lei deve trovare dei punti di riferimento, sia impegnandosi a coltivare nuove amicizie, che attraverso un aiuto terapeutico serio. Per quanto riguarda la dermatite molte persone sono state meglio variando la dieta, per esempio eliminando il latte, ma occorre l'aiuto di un medico nutrizionista esperto.

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

946 Risposte

383 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2019

Buongiorno Giuseppe,
la sua storia mi sembra evidenzi difficoltà individuali e solitudine rispetto a un disagio iniziato a scuola in cui non ha trovato accoglimento e considerazione la sua richiesta di aiuto. Tale disagio protaratto nel tempo è diventato ansia con somatizzazioni, credo che l’aiuto da considerare sia quello psicologico, le consiglio di rivolgersi a uno Psicoterapeuta per rielaborare il tutto. Penso le sarebbe utile per risolvere aspetti interni che stanno coinvolgendo la sua parte fisica e che potrebbero diventare sempre più invalidanti.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia Milano

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

481 Risposte

152 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAR 2019

Salve caro Giuseppe,
dalla sua descrizione deve sicuramente aver passato dei momenti molto brutti.
Intravedo però una forte componente introspettiva e sono certa che con il sostegno di qualcuno Lei possa realmente riuscire a gestire in miglior modo queste emozioni che per ora la pervadono.
Il mio consiglio è quello di affidarsi, se non lo sta già facendo, all'aiuto di un professionista per affrontare questi disagi ancora vividi.

Cordiali saluti,

dott.ssa Federica Ippolito (psicologa - Verona)

Dott.ssa Federica Ippolito Psicologo a Verona

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte