Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problemi a causa dei genitori

Inviata da Alessandro · 28 dic 2015 Terapia di coppia

Salve, vorrei parlarvi di qualche mio problema dovuto ai miei genitori.
Mio padre è un uomo abbastanza intelligente, ma solo in teoria perché non ha nervi saldi: è facile che perda la pazienza e diventi un animale. Gli rimprovero molte cose. Sia per colpa sua che non, ha contratto molti debiti economici, non ha saputo essere un buon padre fino in fondo, non è mai riuscito a comunicare con mia madre. Non so se si amassero (parlo al passato perché ora di sicuro no), fatto sta che quand'ero piccolo spesso e volentieri litigavano davanti a me: mia madre piangeva, mio padre se ne andava o comunque manteneva un atteggiamento prima aggressivo, poi passivo.
Mia madre invece non è una donna intelligente. Non è di larghe vedute, non capisce le cose fino in fondo, o almeno non guarda oltre l'apparenza. E' buona, nel senso che come madre non posso rimproverarle nulla dal momento che a me e a mia sorella (di otto anni) non ha mai fatto mancare nulla. Ma nella relazione con mio padre è stata un disastro. Io odio il fatto che sia stupida, odio il fatto che non capisca certe cose, odio quando è debole, sono profondamente snervato dalla loro dannatissima relazione che mi ha causato tantissimi problemi.
Da piccolo piangevo per colpa loro, passavo il tempo a pensare ai debiti di mio padre (perché loro ne parlavano davanti a me).
Due anni fa ho conosciuto una ragazza. E' splendida, interessante, la ragazza più bella e intelligente che abbia mai conosciuto. Ma la relazione tra me e lei presenta uno schema molto simile a quello che c'era tra i miei genitori, e che forse mi ha fatto più male: io che provo a stare bene con lei, lei che mi vuole bene ma spesso è ostile. La situazione tra noi è complicata, lei non ha mai avuto un ragazzo, sostiene di essere anoressica sentimentale e -lungi da me diagnosi- in effetti leggendo una qualsiasi descrizione lei ci calza a pennello. E' diffidente, non crea mai un contatto emotivo intimo fino in fondo. A volte poi si lascia andare, sembra che vada tutto bene, ma al primo stupidissimo problema.. tac, la sento distante anni luce. E' come se, parlando nella prospettiva jungiana, usasse costantemente la funzione pensiero reprimendo quella sentimento. Quando riesce a lasciarsi andare alle proprie emozioni poi è un tutto o niente. O ama o pensa. E appena scopre che amare è difficile (perché sì, amare è difficile), reprime il sentimento e torna nella sua zona di comfort. Insomma, ha un atteggiamento molto meccanico, molto macchinoso, che chiaramente è disfunzionale perché per stare in coppia servono determinate caratteristiche. Io soffro molto per questa cosa, perché è come se, avendo bisogno del suo amore, io diventassi dipendente proprio dalla cosa che lei invece cerca di allontanare. Ma quella cosa c'è, perché stiamo benissimo insieme, abbiamo profondamente bisogno l'uno dell'altro, siamo felici quando tra noi le cose vanno bene.. però il problema di fondo esiste.
Vi scrivo perché vorrei capire meglio la mia situazione, ho provato a darvi qualche spunto.. grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 GEN 2016

Gentile Francesco,
lo schema relazionale che hai descritto e che esiste tra te e questa ragazza, come avrai già capito, è ripetitivo e devi valutare tu quanto ti gratifica e quanto ti fa male.
Se nessuno di voi due si attiva per cercare delle correzioni a questo schema, mi sembra evidente che è qualcosa di logorante e, personalmente, non sono molto ottimista sul futuro della vostra relazione.
L'unica possibilità di correzione che entrambi dovreste volere è data dalla psicoterapia che potrebbe essere individuale o, meglio ancora, di coppia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6838 Risposte

19095 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 DIC 2015

Caro Francesco
complimenti per la bella analisi fatta, il quadro sembra essere completo.
E' probabile che lei abbia trovato questa ragazza che, col suo modo di fare e di essere, ripropone una atmosfera simile a quella che lei ha respirato in casa coi suoi genitori e questo probabilmente la fa sentire " a casa".
Sappiamo che, avendo vissuto queste "atmosfere relazionali" in famiglia sin dall'infanzia, poi si abbisogna di riproporle nelle relazioni da adulti allo scopo di controllarle (è un pò quello che fanno i bambini col gioco, che ripetono lo stesso gioco per rielaborare situazioni disturbanti).
Detto questo bisogna valutare se lei si sente in grado di portare avanti questa relazione che è comunque abbastanza problematica: se la risposta è sì dovrà lavorare molto sulla comunicazione e sulla relazione stessa , se invece non se la sente forse una partner più sana sarà di maggior aiuto anche alla sua evoluzione.
Ci pensi sù.
Un caro saluto Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6896 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 DIC 2015

Buongiorno Francesco,

Credo che lei abbia riassunto molto bene un concetto -aldilà delle varie informazioni fornite su di se, sulla sua famiglia e sul suo mondo emotivo- lei è una persona con una fine intelligenza emotiva, molto sensibile e profonda. È credo sia un peccato, per chi come lei potrebbe avere gli strumenti giusti per vivere una vita serena, svincolata dai retaggi familiari dolorosi (che molte persone possiedono, in realtà) non provare ad affrontare un percorso per se stesso e su se stesso, per sciogliere alcuni nodi e stare "meglio" (anche in una sua relazione attuale o futura, sia essa quella che sta già vivendo o meno).

Non ci scrive la sua età ma credo sia un ragazzo giovane, e le consiglio pertanto a maggior ragione di intraprendere un percorso con un/una collega psicologo/a & psicoterapeuta, delle sue zone, per garantirsi un futuro più sereno e meno pieno di "problemi causati dai genitori" (come titolava nella sua richiesta). Un caloroso augurio di intraprendere un percorso fruttuoso per se stesso

Dott.ssa Elena Bellia
Psicologa & Psicoterapeuta

Dott.ssa Elena Bellia Psicologo a Albenga

67 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte