Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problema suocera

Inviata da Lara · 4 gen 2019 Terapia familiare

Buongiorno a tutti,

sono Lara, ho 32 anni e convivo con il mio attuale compagno da quasi 4 anni.
Prima di lui sono stata fidanzata quasi 10 anni con il mio precedente compagno, che ho lasciato perché appunto ho perso la testa per il mio attuale compagno.
Con il mio ex non ho mai avuto alcun problema di rapporto con la sua famiglia di origine e ho voluto bene alla famiglia come una mia seconda. Premetto che negli ultimi anni ho avuto una situazione molto complicata con mio padre, non ci siamo parlati per diverso tempo perché mi ha offeso e si è comportato male nei miei confronti al punto tale che non riuscivo ad avvicinarmi. Ho sperato che il tempo e la riflessione fra me e me mi aiutasse, ma forse sono arrivata tardi: mio padre di è suicidato alcuni mesi fa ( soffriva di una dipendenza e per questo mia madre si è separata e mio fratello è andato a vivere da solo, a casa la situazione era diventata insostenibile).
Attualmente mi trovo in un periodo molto delicato ma che dovrebbe essere anche molto felice, poiché io e il mio compagno ci sposeremo a giugno.
Purtroppo il rapporto con sua madre, invece, sta diventando per me complicato da gestire. Non so se definirla gelosa, iperprotettiva, possessiva... Non credo di avere delle competenze psicologiche adeguate e per questo mi affido al vostro parere.
Io e il mio compagno abbiamo acquistato casa lo scorso anno e per questa occasione i miei futuri suoceri hanno deciso di restare da noi qualche tempo (ben due settimane, poiché mia suocera sosteneva che, essendo 14 mesi che non vedeva il figlio, doveva restare almeno un giorno per ogni mese di lontananza...). Ci sono stati alcuni episodi che mi hanno infastidita, un tappeto bruciato, una tazzina rotta e una padella rovinata... Ma ho cercato di andare avanti, facendo però notare a lei magari di prestare maggiore attenzione.
Dopo nemmeno due mesi di nuovo sono tornati per passare le feste: premetto che l'idea era quella di passare Natale assieme ma lei, mentre l'aiutavo con i biglieti dell'aereo, ha detto:" se io passo il Natale con mio figlio devo restare anche a Capodanno"; e così ripartono il 5.
Io ho subito fatto presente al mio compagno che non lo ritenevo un comportamento corretto e che, alla prossima situazione simile, avrebbe gestito lui il discorso con sua madre.
Ma credetemi, in queste settimane mi sembra di vivere un incubo.
- E' gelosa di qualsiasi atteggiamento fra me e suo figlio, le espressioni mentre ci vede abbracciati sono sempre di fastidio.
- Appena lui si sposta lei gli va dietro come un'ombra.
- Se io non ci sono o sono a fare altro lei corre ad abbracciarselo.
- Fa continui riferimenti alle sue forme quando lui apprezza le mie, del tipo (parlando di seno): ma anche le mie sono così sode? Ti piacevano tanto quando prendevi il latte... Oppure: ora sono sprecate, tanto non servono più a te.
- E' gelosa perché cucino bene per il figlio, dice che non ci crede che io al primo tentativo riesca a fare le cose quasi meglio di lei
- Lo guarda non come una madre, ma sembra quasi attratta (passatemi il termine: è difficile da spiegare).
- Lo fissa mentre lui si fa la doccia, oppure va mentre è in bagno (su questo ho cercato di porre rimedio chiudendo la porta oppure facendo una battuta e dicendo che a forza di guardarlo si consuma!
- Fino a poco tempo fa scherzava con lui toccandogli le parti intime: su questo non sono stata morbida, ma ho detto espressamente a lui che lei non si doveva più permettere di continuare a farlo.
- Quando siamo a cena fuori e lei è vicina a lui gli tiene la mano tutto il tempo.
- Lo chiama continuamente amore (scusate, anche questo mi dà enormemente fastidio...)

Questi gli episodi principali... Il resto sicuramente meno gravi (dal mio punto di vista) ma comunque fastidiosi.
Il mio compagno, dal canto suo, è diverso tempo che affronta con lei ma lei risponde sempre in maniera testarda: ma tu sei mio, sei mio figlio, io posso...
Col marito ha un rapporto un po' difficile, lui la disprezza spesso e non la fa sentire la prima donna della sua vita (per mio suocero è sempre stata la madre ad avere ragione, dice che ancora oggi dopo 40 anni di matrimonio non si fida) e mia suocera se ne fa una ragione dicendo che l'uomo della sua vita è suo figlio.
Potete aiutarmi?
Mi spiace di essermi dilungata ma ho cercato di fare un quadro il più completo possibile.
Grazie mille, e tanti auguri per questo nuovo Anno!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 GEN 2019

Gentile Lara,
prescindendo dal disturbo di personalità di sua suocera, è evidente che lei dovrebbe chiedere con maggiore determinazione al suo compagno di rivedere e riaggiustare, magari facendosi aiutare in psicoterapia, il rapporto con la madre facendogli presente che in mancanza è a rischio il buon andamento della relazione di coppia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6838 Risposte

19092 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2019

Gentile Lara, capisco pienamente il suo disappunto. Lei ha assolutamente ragione; evidentemente il suo compagno non è riuscito a svincolarsi ed accetta il comportamento della madre come se fosse adeguato. In realtà non lo è. Può darsi che anche lui sia infastidito, ma che non voglia ferire la madre e dunque accetti la situazione. A mio avviso dovrebbe parlare chiaramente con lui e dirgli che non gradisce l'invadenza della futura suocera e che ritiene giusto che ci siano dei confini ben definiti tra voi. E' importante che ne parliate insieme e cerchiate insieme una soluzione al problema, ammesso che per il suo compagno sia un problema; in caso contrario mi porrei qualche domanda! Cordiali saluti.

Dottoressa Noccioli Daniela Psicologo a Cascina

88 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte