Problema sociale, sono ossessivo o solo troppo emotivo?

Inviata da Giori · 2 giu 2020 Disturbo ossessivo compulsivo

Scusate il post magari inutile visto ci saranno persone molto più in necessità di me, ma sto male da giorni e non trovo una risposta e speravo di trovarne una qui o almeno una conclusione alla cosa.
Per spiegare il tutto parto dall'inizio, sono un ragazzo di 23 anni e fina dalle elementari ho sempre mantenuto un certo distacco dalle persone soprattutto miei coetanei, più che asociale credo di essere molto selettivo ma magari comunque sono anche un po'asociale e infatti fino a 4 anni fa non ho mai avuto veri e propri amici che consideravo tali ma solo conoscenti e gente. Tutto è cambiato quando ho incontrato la ragazza che mi ha anche cambiato un po'rendendomi più aperto in senso generale e il suo ragazzo che al tempo iniziarono a farmi venire la voglia di uscire e stare con loro anche solo a guardare qualcosa a casa o feste private.
Saltando tutto un anno di novità e relazione sempre più profonda con loro ho iniziato a considerarli amici veri e io con quelli che considero tali ho un senso più profondo delle altre persone credo, questo perché me le tengo sempre nel cuore e anche se il ragazzo della ragazza e mio amico si è rivelato un pezzo di merda senza confronti e abbiamo tagliato i rapporti lo tengo comunque nel cuore come primo vero amico che ho avuto e ci sto anche un po'male ancora ora nonostante lo odi per quello che ha fatto.
Il problema lo ho avuto con la ragazza, dopo che si è lasciata con il tipo abbiamo approfondito la nostra relazione diventando sempre più legati e dopo qualche tempo abbiamo instaurato una relazione sessuale non legata da amore o cose del genere che al tempo nessuno dei due provava. Durante questo periodo siamo ancora più legati e alla fine lei si è innamorata ma io non provavo altrettanto, avrei forse dovuto interrompere la relazione sessuale ma non abbiamo voluto farlo e abbiamo continuato per un anno (ho sempre detto a lei di non essere innamorato nonostante lei lo fosse e son sempre stato sincero con lei), dopo il quale ho incontrato una persona che mi ha fatto innamorare e mi sono messo con lei troncando la relazione sessuale con l'altra ragazza ma volendo rimanere amici.
Dopo la troncatura lei è stata male come se gli fosse morto un genitore, e per un anno è stata male e io nonostante tutto gli sono rimasto vicino più di quanto fossi mai stato con qualcuno cercando in ogni modo di non perdere la nostra amicizia e di non finire per separarci perché tengo a lei più che a me stesso ormai.
Alla fine dell'anno sembrava stesse meglio e gli fosse passato tutto e abbiamo iniziato a rifare le stesse cose che facevamo prima (da amici nulla di sessuale o altro di simile) ed è andata avanti così per un'altro anno fino a 3 mesi fa.
3 mesi fa ha iniziato a cambiare, e lo capisco le persone cambiano e mi va bene, ma il problema è che è cambiata in positivo ma anche in negativo. Ad esempio uscivamo sempre ma alla fine finiva sempre con gente a caso conosciuta nella serata e mi lasciava lì da solo senza coinvolgere o altro e poi quando glielo facevo notare ci stava male e si scusava e diceva non sarebbe più accaduto ma si è ripetuto sempre più spesso più il tempo andava avanti, sia le scuse che il lasciarmi lì solo. Dopo ha iniziato a dare buca agli appuntamenti di cose che adoravamo fare come guardare serie TV o anime, oppure tornando la notte e dimenticandosi di avvertirmi. Recentemente ha pure detto che non ha più piacere a chiedermi di uscire con lei e gli altri nostri conoscenti perché dice che arrivo a un limite nelle conversazioni e non riesco a seguire il discorso ma a me interessava uscire per stare insieme i discorsi posso anche seguirli ma non mi interessano come divertirmi con lei fuori.
Alla fine quando gli ho fatto notare queste cose diceva sono paranoie mie e che lei è cambiata e sta bene ma che mi vuole comunque bene come prima, anche se ha ammesso che in sto periodo non ha voglia nemmeno di fare quelle cose tranquille come serie TV. E anche quando gli feci notare le buche degli appuntamenti dice lo fa anche con gli altri ma quando gli ho dimostrato non è così ha di nuovo detto che sono mie paranoie ma a volte invece stava zitta e stava male quando le spiegavo come stavo io.
Io non so più cosa fare, non vorrei tagliare i ponti perché nonostante tutto le voglio ancora bene ma sto male sia a vederla come fa che a essere lasciato lì come un deficiente da lei. E se tagliassi i ponti è una cosa per cui starei male per sempre perché la vorrei mantenere per ricordarmi di lei nonostante starei male.
Ho pure paura che appena gli succede qualcosa torni da me e io come uno stupido gli perdono tutto anche se poi lo rifarà.
Cosa dovrei fare? Oppure lei sta avendo una crisi e devo avere pazienza? Sono paranoico io?
Scusate il post lungo e grazie in caso leggiate e rispondiate.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121150

Risposte