Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Problema relazionale per motivi culturali/religiosi

Inviata da Dunia il 8 dic 2017 Terapia di coppia

Buongiorno, scrivo perché ho bisogno di aiuto perché mi sento bloccata. sono di origini marocchine e di religione musulmana, ho conosciuto 2 ragazzi italiani... molto affascinati dalla mia persona, stavano entrambi bene con me, ma quando si accorgevano di stare davvero tanto bene con me... la paura li prendeva ! in pratica il pensiero di un'ipotetica conversione per potersi sposare è visto come un problema forte. Io sono musulmana praticante, la nostra conversione prevede la ripetizione di una frase e una firma... molte persone lo fanno solo per potersi sposare, io non ho preteso nulla da nessuno ora come ora. uno, perché quando queste persone si sono poste questo dubbio... ho cercato di rassicurarle, ma mi sembarava troppo precoce impanicarsi dopo 1 mese.. due, non voglio obbligare nessuno a fare nulla ognuno é libero. Ergo, mi dispiace il fatto che non ho mai cercato di far pesare questa cosa... l'ultimo ragazzo ha proprio percepito un disagio mentale forte e ha sentito il conflitto tra cuore e testa. La paura di soffrire di piú in futuro lo ha bloccato. Mi sento in difficoltà perché le persone si spaventano, non le biasimo perché é normale avere timore di ciò che non si conosce... questo ragazzo é stupendo ho pensato di essergli solo amica... ma mi tratta con freddezza e 2 giorni fa volevo semplicemente salutarlo perché le lezioni universitarie sono finite... è finito per ripetermi che ha avuto il coraggio di lanciarsi in una relazione impossibile... un aspetto importante che voglio farvi notare è che ho raccontato subito a questo ragazzo , già il primo giorno in cui ci siamo visti della motivazione che ha portato il mio ex a lasciarmi... lui mi aveva detto che il ragazzo in questione parlava, parlava.. ma in concreto non faceva nulla e che impanicarsi presto senza vivere il presente é assurdo. la cosa mi ha tranquillizzata ma quando gli ho detto che anche lui stava facendo la stessa cosa... mi ha risposto che all'inizio non ha dato tanto peso alla cosa e con il tempo siamo artivati ad un grado della nostra relazione importante che lo ha portato a sentire questa cosa come un disagio. all'inizio lo avevo convinto ad andare avanti ma subito dopo nella stessa giornata mi ha detto che non se la sentiva... (anche con lui é durata 1 mese la cosa). Vorrei non perderlo perché sono innamorata ma non posso fare molto. potete aiutarmi ?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Dunia,
a mio parere il problema è serio e difficilmente risolvibile.
Considera che già all'interno della stessa cultura e della stessa religione nascono spesso nelle coppie conflitti derivanti dal tipo di educazione ricevuta e da come sono state vissute ed elaborate le esperienze fatte precedentemente.
A meno di casi eccezionali, è facile quindi immaginare che in una coppia in cui i partners appartengono a cultura e religione diversa nasceranno conflitti e problemi molto più grandi.
Pur respingendo i pregiudizi razziali, è per questo motivo che spesso ricorre con buona valenza l'espressione "moglie e buoi dei paesi tuoi":
In conclusione, il consiglio è di ridurre la possibilità di complicazioni e preferire la relazione con un ragazzo musulmano che sarà bene accetto anche alla tua famiglia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6671 Risposte

18711 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Dunia,
le relazioni sentimentali sono di per se delicate e la variabile culturale e religiosa aumenta spesso le problematiche.
Sembra che questi ragazzi, solo dopo un mese, siano spaventati dal portare avanti un rapporto che non corrisponde ai canoni della cosiddetta normalità.
Lei è comunque sincera, sin dall'inizio e non deve rimproverarsi nulla. La diversità in tutte le sue forme va compresa, accettata e valorizzata. E' possibile che entrambi i ragazzi, se pur innamorati, non avessero l'apertura necessaria a superare alcuni vincoli sociali e culturali.
Non perda il coraggio , di persone interessanti, musulmane o meno, ne esistono molte.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Barga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1098 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Dunia,
comprendo le sue difficoltà perchè il problema che lei pone è particolarmente delicato. Credo che la complessità della situazione non sia dovuto solo ad una differenza di cultura o di religione, che pure sono importantissime, ma di ciò che attraverso la nostra cultura e religione esprimiamo di noi stessi. Il nostro mondo interno è spesso caratterizzato da moltissimi fattori che provengono dalle nostre radici, dalla nostra storia personale e familiare, e che è fortemente intrisa dalla nostra cultura e dal nostro credo religioso. Penso che i ragazzi da lei frequentati si siano confrontati con quanto tutto questo poteva essere abbracciato da una storia che stava appena nascendo, e probabilmente non se la sono sentita. Questo non deve scoraggiarla, perchè davvero la diversità è fonte di ricchezza, ma necessita di tanta apertura mentale ed elasticità che permettano l'accoglienza. E ogni relazione, da quella sentimentale a quella amicale, necessita di sufficiente motivazione a mettersi in gioco; senza resterebbe una relazione a senso unico. Credo che questo sia un elemento importante su cui riflettere. Un caro saluto,
dott.ssa Roberta Monda

Dott.ssa Roberta Monda Psicologo a San Severo

91 Risposte

146 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Dunia,
Certamente la situazione è delicata, le mentalità sono diverse così come le tradizioni...
Tuttavia io credo che la differenza culturale sia fonte di ricchezza e diversità per ciascuno di noi. Quindi non vedo blocchi in tal senso.
Per poter procedere con le relazioni a cui lei tiene, occorre tanta forza e energia per superare i contrasti, le differenze, che si possono incontrare nel rapporto.
E' necessario inoltre la volontà di entrambe le parti coinvolte, e un discreto appoggio delle famiglie d'origine.
Ciò che lei può fare è essere disponibile ed accogliente con queste persone che desidera avere accanto.
Dovrà armarsi di molta pazienza, le auguro che in ogni caso il proprio sogno si realizzi.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2488 Risposte

2084 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15650

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 79100

Risposte