Problema nella coppia, che è andato a peggiorare.

Inviata da Alessandra Mattavelli · 8 ott 2017 Terapia di coppia

Buonasera, ho 23 anni e stavo con il mio ragazzo dal 2012, abbiamo vissuto assieme quasi 5 anni stupendi, fatti di momenti forti, di momenti semplici ma che risultavano magici per il semplice fatto che eravamo noi due. Un annetto fa ho iniziato ad accusare un problema, l'attrazione sessuale verso di lui era calata. Ovviamente era evidente, e dopo qualche tempo abbiamo iniziato a parlarne. Nonostante io all'inizio negassi un po' la cosa, sono dovuta arrivare al punto di ammetterla e insieme abbiamo deciso di consultare una psicologa che magari avrebbe potuto aiutarci. (ovviamente prima abbiamo cercato di risolvere la cosa tra di noi, per poi capire che forse avevamo bisogno di un aiuto da qualcuno che andasse oltre a me e a lui). Abbiamo fatto più sedute , sia singolarmente (richieste da lei) sia in coppia. Sembrava che il problema rilevante fosse uno: in quegli anni lavoravo in una Cooperativa Agricola dove mi ritrovavo in una gestione con altri due ragazzi. La situazione era stressante, per me poi che era il primo lavoro mi ero fiondata in qualcosa di davvero impegnativo. Lavoravamo anche 16 ore al giorno, con compensi bassi perchè l'attività era in partenza e il suo destino dipendeva da noi, in più il lavoro molte volte ce lo portavamo a casa, tra chiamate di clienti, fornitori, email, volantini da fare, inventario e tutto quello che ci girava intorno. Diciamo che questa "soluzione al problema" sembrava reggere. Con il passare del tempo forse la situazione è leggermente migliorata, ma poi è ricrollata. Stavo da dio con lui, ci starei ancora benissimo, di questo ne sono sicura. Abbiamo cose in comune, ovvimanete non tutte senò sarebbe anche noioso, apprezziamo i difetti l'uno dell'altra rendendoli divertenti. Scherziamo, discutiamo. Tutto perfetto ma... il desiderio sessuale no. Lui mi desidera, da morire. Forse non mi ha mai desiderata così tanto, ha sempre voglia di fare l'amore con me, ma io no. Non sento attrazione. Da tre mesi a questa parte non sento attrazione. Quando facciamo l'amore a me piace, ma a volte non vedo l'ora che finisca il momento, non mi sento pienamente coinvolta. L'ultimo mese addirittura non riuscivo a farmi toccare, baciare sul collo.. non riuscivo ad avere un "pre" con lui, volevo andare diretta all'atto sessuale, come per soddisfarmi e finirla li. E' una cosa che mi ha fatto pormi tante domande, e quella più grande ovviamente è "lo amo ancora?". Io ovviamente sono affezionata a lui, ci passerei le giornate, ci sto davvero bene. E' una persona con cui son cresciuta molto (ci conosciamo dal 2009, avevamo iniziato con una relazione da ragazzini, aperta, dove ci vedevamo ogni tanto), è stata una parte fondamentale della mia vita. E' stato presente durante gli anni di cambiamenti, e io ero presente per lui durante i cambi di casa, i cambi di vita. Abbiamo vissuto davvero tanti cambiamenti assieme, tutto cambiava, ma noi restavamo. E io ora, ho deciso di staccarmi, di lasciarlo o prendere una pausa, non so nemmeno come chiamarla questa cosa. Lui ha sbalzi di umore ovviamente, mi dice di non farmi più sentire di sparire dalla sua vita di farmi odiare per fagli superare la cosa, e poi mi chiede scusa mi prega di tornare e mi dice che nulla a senso senza di me.
Io purtroppo sono confusa, non sto capendo nulla. Amo quello che abbiamo avuto assieme, ne abbiamo affrontate tante, non è stata una relazione facile all'inizio, ma io c'ero per lui e lui per me. E io ora non sono più sicura di amarlo, questa domanda è partita soprattutto dai problemi intimi, che andavano peggiorando e non ho trovato spiegazioni dopo che ho cambiato più lavori, e ero molto meno stressata, le cose non son cambiate.
Sono confusa, so che sta male, so che vorrei dagli una risposta in modo tale che lui possa andare avanti con o senza di me. Non voglio lasciarlo nell'incertezza e nella speranza che io possa tornare quando magari non succederà. Ma non voglio nemmeno digli che non tornerò quando magari lo farò.
Non so bene come affrontare questa situazione. Sto riflettendo molto sul lato dell'abitudine, dell'aver vissuto tanto assieme, e aver paura di poter riiniziare o vivere anche solo altre emozioni o momenti senza una persona così fondamentale. Eppure anche questo non mi porta a una risposta certa. Di certo so solo che il lato dell'attrazione mi preoccupa molto, e lo vedo come un grosso problema in una coppia. Sono certa, che in una coppia, che magari sta assieme da un po' di anni, l'attività sessuale non sia la stessa che c'era i primi anni, questo è ovvio. Però l'attrazione dovrebbe comunque esserci, viene vissuta in altri modi molto differenti dall'inizio, ma non può mancare del tutto, e non per così tanto tempo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 OTT 2017

Buonasera Alessandra, sento dolore ed enorme dispiacere nella sue parole ,ma anche determinazione :lei si è già date le risposte che chiede a noi. Lei ha amato e vissuto una relazione ďamore e di grande intesa. Da un po'di tempo ha capito che la persona che ha di fianco è come il suo migliore amico, ma non più il suo partner. Quando si è così giovani succede,si cambia lentamente identità, si diventa grandi e si modificano obiettivi e interessi. È un dato fisiologico. Non credo ci sia altro da aggiungere, a mio avviso lei già sa che la sua strada sarà altrove. Auguri .Dott Giulia Piana Milano

Dott.ssa Giulia Piana Psicologo a Milano

78 Risposte

98 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 OTT 2017

Gentile Alessandra,
la storia che ci ha raccontato è disseminata di espressioni che fanno pensare più ad una forte amicizia che ad un attuale amore. Certamente il lato sessuale non è tutto, ma "addirittura non riuscivo a farmi toccare, baciare" è indice che qualcosa non vada perché parlano quasi di repulsione. C'è poi una sua espressione che sembra riassumere l'intera vicenda "Amo quello che abbiamo avuto assieme". Sicuramente lei è l'unica e la sola che può arrivare a capire ciò che prova e cosa è meglio per lei, ma rileggendo attentamente il suo quesito credo che le si potrebbero aprire diversi cassetti.
Parla anche della necessità di dargli una risposta per non lasciarlo nell'incertezza o dargli speranze vane, ma quando si ha a che fare con i sentimenti non si può essere certi al 100% di qualcosa. Non può poi dare a lui certezza che non ha in primis nemmeno lei. Quindi non si prenda carico di affrontare la situazione anche dal versante del suo ex partner, a quella parte penserà lui e la affronterà con le sue risorse. Si concentri su di sé e su cosa prova.

Resto a disposizione

Dott.ssa Raso Rossana - Aosta

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 OTT 2017

Gentile Alessandra,
la storia che ci ha raccontato è disseminata di espressioni che fanno pensare più ad una forte amicizia che ad un attuale amore. Certamente il lato sessuale non è tutto, ma "addirittura non riuscivo a farmi toccare, baciare" è indice che qualcosa non vada perché parlano quasi di repulsione. C'è poi una sua espressione che sembra riassumere l'intera vicenda "Amo quello che abbiamo avuto assieme". Sicuramente lei è l'unica e la sola che può arrivare a capire ciò che prova e cosa è meglio per lei, ma rileggendo attentamente il suo quesito credo che le si potrebbero aprire diversi cassetti.
Parla anche della necessità di dargli una risposta per non lasciarlo nell'incertezza o dargli speranze vane, ma quando si ha a che fare con i sentimenti non si può essere certi al 100% di qualcosa. Non può poi dare a lui una certezza che non ha in primis nemmeno lei. Quindi non si prenda carico di affrontare la situazione anche dal versante del suo ex partner, a quella parte penserà lui e la affronterà con le sue risorse. Si concentri su di sé e su cosa prova.

Resto a disposizione

Dott.ssa Raso Rossana - Aosta

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte